Sei qui: blog » Politically scorrect

Politically scorrect

L'altro giorno, Donald Trump, il candidato repubblicano alla Presidenza degli Stati Uniti d'America, mentre teneva un comizio è stato disturbato da un bambino che piangeva. Dapprima ci ha fatto un paio di battute, poi si deve essere stufato (l'uomo è arcinoto per essere "diversamente paziente"!) e ha suggerito alla madre di allontanarsi col piccolo.

"Orrore!", hanno gridato tutti subito.

Ipocriti? Per la maggior parte, sì: lorsignori si mettano una mano sulla coscienza (se ce l'hanno ancora), e cerchino di ricordare tutte quelle volte che un bambino frignone gli ha fatto desiderare che non si fosse mai venuto a trovare nella stessa stanza / vagone di treno / aeroplano / chiesa / cinema / ecc. con loro. Ovviamente, se non era il loro erede: perché è legge confermata dalla scienza che la pazienza verso il frignare infantile è inversamente proporzionale al grado di parentela o vicinanza (con rare eccezioni, come nel mio caso - ed è per questo che mio nipote mi chiama "lo zio burbero").

È la tesi di Clint Eastwood, che ieri ha deciso di appoggiare pubblicamente il candidato repubblicano, dicendo che gli piace perché dice le cose esattamente come le pensa, invece di affidarsi sempre a discorsi "politicamente corretti" come fanno i suoi rivali nel partito e nel campo avverso. Anzi, Eastwood ha ribadito di essere stufo della politica delle "fichette", quella che ha paura di dire le cose come stanno (salvo, poi, dichiarare anche che molte delle idee di Trump non gli piacciono poi così tanto; ma, insomma, non si può essere sempre coerenti, no?!).

Ed è, a mio parere, il motivo per cui Trump affascina: molti americani sono ormai stufi di politici che fingono sorrisi mentre stringono la mano ai loro migliori (o peggiori) nemici, e vogliono ribellarsi. Anche senza star molto a pensare alle conseguenze di una presidenza Trump: che importa se Manolo, il loro giardiniere messicano, dovrà poi usare la sua scala per scavalcare il muro che Donald vuole costruire al confine? O se Kim Ding Dong Ventiquattresimo (attuale caro ed amato leader della Corea del Nord) non sarà tanto condiscendente con chi ha detto che vorrebbe incontrarlo? O, ancora, se un fucile d'assalto ad ogni americano non renderà meno frequenti le stragi che continuano ad insanguinare gli Stati Uniti?

Noi, al di qua dell'oceano, stiamo sperimentando la stessa disaffezione dalla politica, anche se per fortuna non siamo ancora giunti al punto di votare un tipo perennemente abbronzato, con i capelli finti, amicissimo di Putin e che riesce ad insultare praticamente tutti i suoi interlocutori... aspetta, questa mi è uscita male: in realtà ci eravamo presi avanti (altro che sempre inseguire gli americani!), arrivandoci già vent'anni fa...


Commenti

Il giorno 07/08/2016, Massielena ha scritto:
Ciò che mi ha sempre impressionato della politica statunitense è il fatto che, soprattutto nell'elezione del presidente, i due partiti di riferimento si uniscono nel sostegno dei rispettivi candidati; oggi più che ieri, sostenere Clinton e Trump non deve essere certamente facile per più di qualche democratico o repubblicano; così Clint Eastwood, repubblicano da sempre, si inventa qualche scusa per sostenete Trump, per non parlare del perdente Sanders nei democratici che ora è impegnato nella campagna a sostegno della Clinton. Una grande ipocrisia che però trova riscontro in eventuali raccomandazioni o incarichi che il futuro presidente assegnerà ad elezione avvenuta quale contropartita per il sostegno avuto.
In Italia le cose sono diverse con i mal di pancia dei vari partitelli che formano le coalizioni che avvelenano il clima politico invece che fare squadra per ottenere qualche risultato.
Insomma, la tristezza domina e la mediocrità ci governa con il risultato di fare il gioco dei ricchi finanziatori che sono in realtà i veri dominatori delle scelte politiche.
Peccato!

Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 05/08/2016
visualizzata 803 volte
commentata 1 volta
totale pagine: 503
totale visite: 609702

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (47) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (11) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (3) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (3) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (7) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (5) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (9) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (3) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (2) JLA (2) lavoro (51) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (2) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (6) parenti (10) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (2) poesie (4) politica (23) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (2) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (2) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (19) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (23) Wall-e (5)