Sei qui: blog » Suda Merica, missione compiuta!

Suda Merica, missione compiuta!

Il viaggio Suda Merica, cominciato tre settimane fa, è appena terminato: i miei amici, vecchi e nuovi, sono tornati a casa in Italia, ed io mi sono rifugiato in una località a nord di Rio de Janeiro, Buzios, per qualche giorno di relax e mare. Sperando nel bel tempo, ovviamente.

È stato un viaggio interessante, divertente, lungo. Se l'atmosfera era più rilassata (dopotutto, nessuno mi pagava uno stipendio, per cui potevo pure permettermi di tirare il fiato o essere stanco ogni tanto), dall'altro lato non c'era un qualche ufficio che mi supportasse con il lavoro logistico, e quindi tutte le gatte da pelare le dovevo appunto pelare io. Come quando siamo quasi rimasti bloccati in Bolivia, a causa di un improvviso sciopero con conseguenti blocchi stradali che ci avrebbero impedito di raggiungere Uyuni da La Paz; per fortuna, siamo stati avvisati in tempo dal nostro contatto in loco, e siamo riusciti ad acquistare dei biglietti aerei e a prolungare il soggiorno nell'hotel della metropoli boliviana.

Alla fine, abbiamo fatto tutto quello che ci eravamo ripromessi, e se anche le nuvole ci hanno tolto il piacere di un tramonto su Rio dal Pan di Zucchero, devo dire che non ci siamo fatti mancare niente: dalla costa del Pacifico e la capitale peruviana, abbiamo raggiunto la magica Cusco e le sue vestigia Inca; poi la Valle Sacra, dove Pisac ha raccolto molti consensi, e l'ascesa alla cittadella di Machu Picchu, comprensiva di scalata alla montagna omonima, con i suoi milioni di gradini che la mia lombosciatalgia ha affrontato con molto coraggio; un viaggio fatto di visite a chiese barocche spagnole e templi inca e vasti panorami ci ha condotto al lago Titicaca, dove abbiamo messo piede (e Paolo anche qualcos'altro... ah, i doni del mal d'altitudine!) sulle isole galleggianti degli Uros, per poi passare la notte sulla Isla del Sol, con una volta stellata superba; La Paz ci ha accolto con il suo caos controllato e i suoi saliscendi e i suoi mercatini, tutto il contrario di quel che abbiamo trovato nei deserti verso il confine con il Cile, dove le sole folle erano di fenicotteri che, a migliaia, coloravano letteralmente le lagune altiplaniche; Santa Cruz come sosta intermedia, piovosa e addormentanta nella sua domenica, e poi Asuncion, con ancora una pioggerella non troppo fastidiosa e un curioso mix di cultura Guaranì e di lusso architettonico che ormai sembra un vago ricordo; le cascate di Iguazù, potenti come sempre, anche sotto un velo di nubi (e qui bisognerebbe parlare della famosa "maledizione Cattani", che vede il sole sparire ogni volta che un membro della Sacra Famiglia di Creazzo si avvicina...), e poi Rio de Janeiro, la musica, il samba, le spiagge e un povero Cristo che, a furia di far miracoli, finalmente ha mostrato il suo volto.

Tre settimane, dunque. L'anno scorso, con mia madre, il passo è stato più lento, ma direi che non ci siamo stancati troppo, e sicuramente quel che abbiamo visto, sentito, provato e mangiato ci ha ben ripagati.

Ora, però, un po' di vacanza, prima di cominciare a lavorare seriamente...


Commenti

Il giorno 04/09/2016, Massielena ha scritto:
In realtà la maledizione dei Cattani non è propriamente stata rispettata. A suo tempo le cascate di Iguazù furono affrontate da Massimiliano ed Elena con uno splendido sole nel lato brasiliano per poi subito le ire del dio pluvio nel lato argentino; interessante comunque la foto che ha riportato Francesco con le solite tre palme a fare da cornice alle cascate.
Ora abbiamo la tripletta: una foto con il sole, una foto con la tempesta tropicale ed una con le nuvole; direi che la collezione si sta completando in maniera eterogenea.
Per quanto riguarda il viaggio, con calma Francesco ci parlerà delle sue avventure con gli amici, ma soprattutto con l'avuelo con palo (così mi hanno descritto lo sciancato Daniele in macchina tornando da Venezia) che tanto ha faticato per donare alla combriccola una così gustosa e ricca vacanza.
Sarà l'inizio di altri progetti per il futuro?
Il giorno 04/09/2016, elena ha scritto:
carissimi , innanzitutto un grandissimo grazie a Daniele che ha organizzato benissimo questo viaggio e anche se rattristato per la mia mancanza (che però gli ha risparmiato ansie ulteriori) si è dimostrato come al solito affidabile e sempre disponibile!! Per noi è stato bello seguire da casa giorno per giorno, consultando il programma, i vari spostamenti e spulciare immagini su internet per provare, anche se a distanza, un po' dell'emozione che sicuramente avete vissuto voi guardando dal vivo tutte queste meraviglie umane e naturali. Spero abbiate avuto momenti emozionanti in cui sentirvi piccoli di fronte a tanta perfezione, e gioia nello stare insieme. Ovviamente attendiamo con ansia il ritrovo per vedere assieme le foto e sentire dagli altri partecipanti le cose che nostro figlio avrà tralasciato di raccontare!!

Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 04/09/2016
visualizzata 494 volte
commentata 2 volte
totale pagine: 503
totale visite: 611785

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (47) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (11) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (3) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (3) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (7) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (5) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (9) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (3) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (2) JLA (2) lavoro (51) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (2) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (6) parenti (10) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (2) poesie (4) politica (23) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (2) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (2) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (19) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (23) Wall-e (5)