Sei qui: blog » House of Cards

House of Cards

Frank è tornato. Un sacco di persone lo aspettavano al varco, ora che si era insediato sulla poltrona più importante all’interno della Stanza Ovale, in quel di Washington. E il 27 febbraio, come falchi, si sono lanciati sulla intera terza stagione di House of Cards, pubblicata tutta insieme dall’americana Netflix.

Io ero tra quelli che aspettavano, anche se non tra i falchi, perché la connessione internet a El Chalten in Argentina è più lenta del postino medio delle Poste Italiane, e non ci sarebbe stato verso neppure di provare ad aggiungere i nuovi episodi al materiale che da tempo ormai immemore giace nei meandri dell’hard disk del mio Wall-e. Ora, invece, qui alla fine del mondo, ad Ushuaia, internet viaggia che è una meraviglia, e quindi... Vai con Frank Underwood e i suoi intrighi.

Nel tempo passato dalla fine della seconda serie non ero rimasto però ozioso, ed avevo voluto approfondire la storia del personaggio, visionando i dodici episodi delle 3 miniserie inglesi degli anni 㥢, serie che hanno fatto da ispirazione (molto precisa) al remake americano.

Anche lì Francis/Frank (che si chiamava Urquhart, e non Underwood) tramava per prendere il potere (nel caso inglese, quello di primo ministro); e molti dei personaggi e degli accadimenti presenti nella serie americana sono già esistenti in quella inglese, compresi il suo sodale Stamper, le sue amanti, persino i personaggi che fanno una brutta fine.

Se si vuole trovare una differenza tra le due serie, è forse nel tempo che hanno a disposizione per svolgere le loro trame: quella inglese è, per molti versi, troppo rapida, con l’effetto che alcuni accadimenti paiono forse un po’ troppo forzati, mentre la versione america permette alle cose di svolgersi secondo il loro tempo. E, poi, il protagonista è solo Francis, sempre Frank, che arriva persino ad oscurare l’importanza del re; mentre nella serie di Netflix il suo potere è condiviso con la moglie, che è ambiziosa almeno quanto lui.

Una moglie, Claire, che comincia a muoversi nell’ambiente politico del marito, mentre questi continua a pisciare sui suoi precedenti collaboratori, e persino sulla tomba di suo padre... Frank ha sempre usato, e continua ad usare, tutti quegli che gli stanno intorno per i suoi scopi, finché gli possono tornare utili; poi, semplicemente, li abbandona al loro destino. Succederà così anche con Claire? E che ne sarà di Stamper, e della sua frustrazione per essere stato accantonato? Ho altri 12 episodi per scoprirlo...


Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 03/03/2015
visualizzata 1131 volte
commentata 0 volte
totale pagine: 503
totale visite: 609725

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (47) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (11) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (3) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (3) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (7) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (5) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (9) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (3) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (2) JLA (2) lavoro (51) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (2) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (6) parenti (10) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (2) poesie (4) politica (23) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (2) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (2) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (19) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (23) Wall-e (5)