Sei qui: blog » House of Cards - E' dura fare il presidente

House of Cards - E' dura fare il presidente

Sembrava che fosse dura salire la china, far fuori tutti gli avversari (politici e non) con tutti i mezzi possibili ed immaginabili, con il tradimento, con lo spionaggio, con il ricatto, con l’omicidio. Arrivare in cima, per Francis "Frank" Underwood era stato lungo e faticoso. Ma, finalmente, ce l’aveva fatta: la porta dello Studio Ovale, alla Casa Bianca, si apriva davanti a lui, e la comoda poltrona in finta pelle nativa americana era pronta ad accoglierlo, mentre tutto il mondo si inchinava davanti a lui, ai suoi ordini...

...ho detto tutto il mondo? Beh, non proprio tutto: perché c’è il Senato, c’è la Camera dei Rappresentanti, ci sono gli estremisti islamici, ci sono i russi, ci sono gli avversari politici, e c’è Claire. Sì, Claire, la compagna di una vita, la perfetta spalla per una scalata irresistibile. Già, spalla... ma lei non vuole essere solo una spalla, "solo" una First Lady: lei vuole essere qualcosa di più, e magari anche lei sedersi un giorno in quella stessa poltrona. Una poltrona che però non è per due, come la informa, con il solito tatto, il sempre amabile Frank.

13 puntate sono volate via in 3 sere, nei momenti più rilassati del tour, quando potevo permettermi di vederle restando alzato fino a tardi. Ma sono volate via anche perché... perché boh, questa terza stagione di House of Cards sembra avermi preso meno delle precedenti (nell’ordine: tutta la prima serie, e poi la prima metà della seconda, mentre la seconda metà della seconda stagione anche quella mi ha lasciato un po’ perplesso). Intendiamoci: sempre grandi attori, e la storia rimane interessante. Ma la tensione che c’era all’inizio, nella rincorsa al posto perduto, sembra essersi dissipata per strada, forse per attrito. Ora c’è Frank, ed è Frank contro il mondo, perché il mondo pare poco incline ad inclinarsi, dinanzi a lui.

Gira voce che, dato che un mazzo di carte ne contiene 52, e che ogni stagione è stata di 13 puntate, la prossima, la quarta, sarà l’ultima. Forse sarebbe meglio così, e potrebbe pure finire in modo simile alla serie inglese (anch’essa peraltro interessante nei primi 4 episodi, ai quali ha fatto seguito un tentativo - abbastanza riuscito - di rinnovarsi per altri 4, ma che poi si è persa negli ultimi 4, dilungandosi troppo): per rendere onore al presidente Frank Underwood, antieroe per eccellenza, che però ormai non sembra più azzeccarne neppure una.


Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 11/03/2015
visualizzata 715 volte
commentata 0 volte
totale pagine: 503
totale visite: 609731

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (47) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (11) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (3) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (3) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (7) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (5) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (9) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (3) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (2) JLA (2) lavoro (51) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (2) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (6) parenti (10) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (2) poesie (4) politica (23) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (2) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (2) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (19) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (23) Wall-e (5)