Sei qui: blog » Game of Thrones - Figli di...

Game of Thrones - Figli di...

Mi capita spesso di non conoscere il titolo degli episodi di Game of Thrones... eh già, lo sapevate che hanno pure un titolo, ogni singolo episodio? Tipo che quello del combattimento dei meloni si chiamava invece "La vipera e la montagna" (ché chi fosse la montagna non c'è alcun dubbio, mentre per il posto di vipera anche Cersei era in lizza e bisogna aspettare il decimo episodio per avere conferma del vincitore - postumo).

Che, poi, ci sarebbe molto da dire sui titoli in italiano: posso capire che sia difficile tradurre "Oathkeeper" (Che mantiene le promesse), e quindi si sia optato per un più semplice "In cerca di un colpevole", ma che c'azzecca "L'ultima notte dei ribelli" con "First of his name" (Primo del suo nome), o ancora "Il coraggio di pochi" con "The Watchers on the Wall" (I Guardiani sul Muro)? Come al solito, e come spiega anche il buon Leo Ortolani nel suo blog, sembra che il misericordioso dio Uottefak, la divinità dei titoli tradotti, sia sempre all'opera...

Tutto questo preambolo un po' per non introdurre spoiler fin dall'inizio, e un po' per dire che, anche senza conoscerlo, il titolo del decimo episodio della quarta serie non poteva che essere "The children" (I figli). Con, eventualmente, una preposizione semplice ed un po' di puntini aggiunti da Tywin...

Si comincia con Jon Snow, andato a cercare il capo dell'esercito avversario, con l'intenzione di farlo fuori; ma, mentre stanno parlando, ecco che arriva la cavalleria (non rusticana), che in realtà si aspettava fin dall'ultima puntata della seconda serie (o era la terza, chi se lo ricorda più?!), quando Stannis aveva deciso che era più importante andare a soccorrere i pochi rimasti a mantenere sicuro il Muro - almeno per il momento (poi, ovviamente, si sarebbe ricominciato a giocare con i soldatini). E Jon gioca un ruolo importante, in quanto figlio di... Ned Stark, che si è battuto fino all'ultimo per la casa Baratheon.

Tocca poi a Cersei, che rivela (senza esprimersi chiaramente) a suo padre Tywin la storia d'amore con suo fratello, con la conseguenza quindi che il sovrano suo figlio non ha in realtà nessun diritto di stare dove sta. Tywin abbozza, ma non la prende malissimo, anche perché sempre sangue del suo sangue è, e sempre seduto sul Trono di Spade. Figli e nipoti quindi.

Altra bionda, altro luogo: Daenerys si trova a dover imprigionare i propri figli, i draghi (a dir la verità solo due di essi, perché a quanto pare quello più cattivo è in giro a fare casino), per impedire che continuino a danneggiare gli altri suoi figli, i sudditi (impersonati da una bambina di 3 anni, anch'essa figlia di qualcuno, e carbonizzata non si sa bene in quale occasione). C'era già stata un'avvisaglia con le pecore del pastore qualche episodio fa, ma ora le cose si stanno facendo abbastanza pericolose; non so però a quanto serva incatenare e rinchiudere i draghi nelle catacombe, considerando che già un paio di stagioni fa hanno dimostrato di poter liquefare il metallo (quando liberarono la loro madre-regina dalle grinfie dei Warlock) e che spesso si è raccontato di come in passato i draghi abbiano distrutto anche le mura di pietra di alcune (prima) ridenti località di Westeros... Mi sa che lì ci aspetta una ribellione, prima o poi.

Tornando dal caldo al freddo, eccoci di nuovo al di là del Muro, dove un altro figlio, Bran, arriva finalmente alla meta del suo cammino (anche se, a dire il vero, chi ha camminato sono stati gli altri), e mentre un bambino muore altri lo salvano. "Volerai", gli dice il vecchio che abita tra le radici dell'albero gigante, e - mentre tutti pensano che possa trasformarlo in un corvo - a me viene il fondato dubbio che gli stia preannunciando la possibilità di imparare a cavalcare un drago, in futuro (in alternativa, che a Hodor spuntino le ali; ma la vedo meno probabile).

Arya, finalmente, viene liberata dal suo compagno di viaggio e carceriere, tra l'altro riservandogli lo stesso trattamento che ha riservato lui qualche tempo prima ad un povero contadino, ben sapendo che non gli resta tanto tempo per vivere. E, ricordandosi della moneta e della promessa fattale da uno degli uomini che l'hanno più impressionata, e di dove viveva uno degli uomini che l'hanno forgiata, decide di abbandonare la ricerca dei suoi parenti rimasti vivi, e di puntare il timone della sua vita in un'altra direzione. Se diventerà un killer, oppure un'ottimo spadaccino, lo scopriremo a Braavos. Ma la figlia di Ned Stark ha già dimostrato il suo valore.

Infine, il figlio per eccellenza: Tyrion. Ci vuole suo fratello Jaime per liberarlo, con l'aiuto di quello che anch'io, lo ammetto, pensavo l'avesse abbandonato (avevo dato una interpretazione errata alle parole di Varys). Ma, prima di andarsene, vuole occuparsi di suo padre, che l'ha sempre usato come una pedina che disprezzava. Purtroppo incappa nella donna che ama, e scopre il suo tradimento finale, e non può sopportare di vederla così, anche se questo significa ucciderla; questo però accresce ancor di più la sua risolutezza, e la stupida arroganza del padre rende Tyrion orfano una seconda volta, questa volta sì colpevole di assassinio e condannato all'esilio (esilio a cui si aggiunge Varys, che giustamente ritiene più prudente allontanarsi da corte quando sente le campane suonare a morto).

Un buon finale, che dà nuove ragioni ed ambizioni a molti dei personaggi principali, pronti ad affrontare la serie seguente: i figli (e le figlie) hanno ormai preso il posto dei padri (uniche eccezioni: Ramsay e Theon), e si volta pagina. A me spiace solo per la morte così banale del grande "pupàro", che per quello che ha fatto (e gli amanti degli Stark gliela avevano giurata da mo') meritava forse qualcosa di più grandioso... o forse no, magari è questo il suo contrappasso. Continuo a puntare su Jon Snow, ma devo dire che anche Bran, se non mi sono sbagliato, potrebbe assumere grande importanza.

E voi, che ne pensate? E su chi decidete di puntare, ora?


Commenti

Il giorno 17/06/2014, Massielena ha scritto:
Finalmente abbiamo sfoltito un po' di gente in un colpo solo in una delle più interessanti puntate della quarta stagione.
Personalmente continuo a puntare su Arya e Jon, anche se la mancanza di Ygritte, a cui avrei personalmente riservato un posticino in più nello scorrere degli eventi, se non altro perchè grandemente considerata dagli abitanti del nord, è motivo di grande dispiacere.
Mi resta nella mente la strana immagine dell'adoratrice della luce che accompagna Stannis, Melisandre se non erro, che punta gli occhi su Jon quando sono arrivati al castello nero, e la cosa mi preoccupa
Il giorno 17/06/2014, Daniele ha scritto:
Lo sguardo di Melisandre l'ho notato anch'io. Dato che lei "vede le cose" nel fuoco, magari sa che il futuro riserva qualcosa a Jon Snow; o, forse, stava effettivamente vedendo qualcosa nelle fiamme levatesi dalla pira.

Una nota interessante: la puntata "The children" è uscita, in USA, nel giorno della Festa del Papà, che laggiù si celebra appunto la 3^ domenica di giugno... "dai, papà, che ti faccio la festa", penso Tyrion...
Il giorno 17/06/2014, Massielena ha scritto:
Vedremo che festa sarà, ma bisogna aspettare il prossimo anno...........
Un altro dubbio; Arya sta andando alla barriera o a Braavos?
Non mi pare chiara la cosa visto che la sua richiesta, prima di esibire la moneta, era quella di andare a nord.
O prima va a Braavos con l'obiettivo di andare alla barriera, oppure ha convinto il capitano a portarla direttamente a nord; secondo me è la seconda opzione.
Il giorno 19/06/2014, Emanuele ha scritto:
Dopo che tutti si aspettavano i botti di capodanno al nono episodio stavolta è l'ultimo a sorprendere con un ritmo incessante. Di certo la morte di Tywin ha reso felici tanti ma era un personaggio che per tanti versi era tutto da scoprire ancora, peccato. Mi chiedo cosa deve fare Cersei per meritare la stessa sorte...
Jon Snow invece è il classico boyscout un personaggio che a me non è mai piaciuto più di tanto, avrei scambiato la bella Ygritte con Jon volentieri. Arya invece si conferma la più interessante di tutti, e finalmente ci porterà a Bravoos che tanti personaggi intriganti ci ha fatto conoscere. Mi aspetto molto nella prossima serie dalla piccola Stark. La regina dei draghi invece dovrebbe smettere di governare ed esportare democrazia come una neoconservatrice consumata e cercare di finire la sua missione, visto che i draghi la ascoltano molto poco e non hanno le stesse idee riguardo ai diritti umani...
Per finire direi due parole su Jamie e Brienne, la strana coppia, piaccono sempre di più e prevedo un ruolo importante per entrambi e chissà poi cosa succedere la nueva dark lady Sansa Stark. Peccato come al solito dover aspettare un anno. La solita attesa infinita...intanto grazie a Daniele che per 10 settimane ci ha fatto riflettere sugli episodi appena visti.
Il giorno 21/06/2014, Daniele ha scritto:
Eh, Tywin è il classico tipo che se l'è cercata: dopo decenni che fai di tutto per far morire tuo figlio, non è sorprendente che lui ne approfitti per vendicarsi la prima volta che ti trova con le brache calate... :)

Sarà che sono stato boy-scout anch'io, ma a me Jon Snow piace. Mi piace il suo senso dell'onore, che sta ancora cercando di mettere a punto ma che lo porta a comportarsi in maniera se vogliamo affidabile il più delle volte. E sicuramente è uno che si sa difendere. Non so se ha il piglio del comandante, per un po' l'avrei visto come successore di Mormont a Castle Black, ma ora mi sembra più un "ronin" giapponese, a volte addirittura un Don Quijote.

Non so se Brienne e Jaime si reincontreranno, al momento lei deve trovare Sansa (dopo tutto, ha giurato di salvare le figlie Stark, no?!) e a ben vedere ce l'ha lì a due passi, e lui probabilmente dovrà spiegare un paio di cosine a sua sorella, laggiù a King's Landing.

@ Max: riguarda bene l'episodio, e scoprirai che Arya sta andando a Braavos, perché è là che l'imbarcazione è diretta, ed è là che si va pagando con la monetina speciale che ha consegnato al capitano.

Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 17/06/2014
visualizzata 1280 volte
commentata 5 volte
totale pagine: 503
totale visite: 608865

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (47) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (11) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (3) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (3) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (7) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (5) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (9) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (3) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (2) JLA (2) lavoro (51) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (2) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (6) parenti (10) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (2) poesie (4) politica (23) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (2) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (2) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (19) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (23) Wall-e (5)