Sei qui: blog » Game of Thrones - Banchetto di corvi

Game of Thrones - Banchetto di corvi

Ogni stagione della serie di Game of Thrones sembra essere di 10 puntate, non una di più, non una di meno. E, all'approssimarsi della nona puntata, i vari personaggi cominciano a toccarsi i maroni o, nel caso siano assenti (vero, lord Varys?!), legno ferro e tutto quello che gli capita a tiro. Perché sanno che la nona puntata prevede sempre qualche morte eccellente, o qualche bagno di sangue, ché il buon Ciccio Martin, autore della saga, ha questo piacere perverso di farti schiattare sempre qualcuno che ti sta simpatico.

Ora, anche in questa quarta serie, la nona puntata è arrivata, col suo carico di allegria e frivolezze ma, soprattutto, di morti ammazzati.

Niente di nuovo, sul fronte occidentale, direte voi. Ma la puntata è speciale come poche altre, perché racconta di quel che avviene in un solo luogo: il Muro, che divide le terre "civilizzate" di Westeros dal gelato e pericoloso nord. Normalmente, invece (come mi spiegava tempo addietro la mia amica Valentina), i vari capitoli di cui si compongono i libri delle Cronache del ghiaccio e del fuoco sono raccontati, in soggettiva, dai singoli personaggi della storia, e per questo ogni episodio tende a saltare da un capo all'altro del continente, cercando di tenere le fila di tante storie a volte convergenti, a volte parallele.

Questa volta, però, no: troppo importante è il Muro, per le sorti del continente, per poter ridurre l'attacco che i wildling portano da entrambi i lati ad una battaglia di pochi minuti. Ci sono giganti, ci sono mammut, arcieri e barili pieni di olio pronti a prendere fuoco; e c'è una mannaia enorme, che più impietosa del pendolo di Edgar Allan Poe toglie come un gigantesco tergicristallo i "moschini" dalla parete ghiacciata del muro. Sembra di tornare alle battaglie del Signore degli Anelli di Peter Jackson, anche se poi di elfi se ne vedono gran pochi. Di frecce, invece, ce n'è a nastro, di ogni dimensione e colore, fatte a mano con cura o solo abbozzate; ed è ad una di esse che si deve la repentina dipartita di un personaggio che stava molto simpatico, perché tosto e morbido, serio e compassionevole allo stesso tempo. Peccato, perché non ne fanno più di così...

Il resto è notte, battaglia, carneficina. Quando sorge il giorno, con l'odore di morte tutt'intorno, per chi è sopravvissuto è il momento delle scelte; e la scelta, una volta rimasti soli, è quella di partire per cercare, stupidamente forse, di fare qualcosa, mettendo in gioco la propria vita. Una volta ancora.

When I awoke this morning
The sun's eye was red as blood
The stench of burning corpses
Faces in the mud
Am I dead or am I living?
I'm too afraid to care, I'm too afraid to know
I'm too afraid to look behind me
At the feast of the crow


Commenti

Il giorno 11/06/2014, Massielena ha scritto:
Che sia la stupidità a far fare certe cose o il dolore della perdità che ti fa pensare alla tua vita come una cosa senza valore?
Il giorno 11/06/2014, Daniele ha scritto:
Jon Snow non ha più famiglia, per quanto gli è dato sapere. Non la sua originale famiglia, quantomeno, dato che ufficialmente son morti o scomparsi tutti.
La sua famiglia è diventato il gruppetto di uomini che difendono il Muro, e probabilmente non vede altra maniera di fare qualcosa per loro che partire per la sua nuova meta, ben sapendo che l'inerzia darebbe loro solo qualche giorno in più, se va bene...

Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 10/06/2014
visualizzata 1163 volte
commentata 2 volte
totale pagine: 503
totale visite: 611638

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (47) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (11) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (3) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (3) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (7) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (5) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (9) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (3) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (2) JLA (2) lavoro (51) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (2) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (6) parenti (10) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (2) poesie (4) politica (23) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (2) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (2) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (19) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (23) Wall-e (5)