Sei qui: blog » Lincoln, Hitchcock, Django Unchained ed altri film

Lincoln, Hitchcock, Django Unchained ed altri film

Negli ultimi giorni, tra la sosta a Buenos Aires ed un po’ di voli, mi son visto alcuni film che erano rimasti indietro o che avevano attirato la mia attenzione...

 

Lincoln

Il famoso presidente americano vuole far terminare la guerra di Secessione, ed allo stesso tempo far passare un emendamento alla Costituzione che renda liberi tutti gli uomini, negri compresi; ma l’una cosa apparentemente esclude l’altra...

Questa è l’idea alla base del film di Spielberg, un "biopic" perfettamente dettagliato e davvero ben recitato da Daniel Day Lewis, noto al grande pubblico come l’Ultimo dei Mohicani (in realtà poi si scopre che non era lui, però questa è un’altra storia). Per godermi il lavoro di Lewis l’ho visto in lingua originale, e anche se non sono un esperto di voci di morti nordamericani devo dire che mi ha davvero impressionato la sua capacità di immergersi nel personaggio.

Ciò detto, il film risulta assai noioso. Sarà che quella parte della storia americana è ben aliena dalle nostre abituali conoscenze, sarà che c’è dentro troppa burocrazia e diplomazia, saranno gli interni cupi della casa di Lincoln, sarà pure la lunghezza della pellicola, fatto sta che è noioso, e se non fosse che la cintura di sicurezza mi teneva bloccato sul sedile dell’aereo penso mi sarei alzato più di una volta per andare a fare quattro passi...

 

Hitchcock

Altro biopic, altro grande soggetto ed altro grande attore, Anthony Hopkins. Che anche lui si è sottoposto ad una discreta trasformazione, per interpretare il Regista del Brivido durante la fase forse più difficile della sua carriera, quando dopo il successo di Intrigo Internazionale pensò di cambiare rotta e si impuntò per realizzare Psyco, ovvero quello che sarebbe divenuto forse il suo più grande successo.

Nel confronto con Lincoln, questo film esce vincitore. Forse, anche, perché la figura del regista ciccione è meno noiosa di quella del presidente americano (ma sono pure altri tempi); sicuramente, per il modo in cui la vicenda viene narrata, mescolando la crisi professionale con i problemi famigliari, con le beghe sul set e con i sorrisi sornioni di Alfred Hitchcock.

Devo dire che in generale comincio a preferire questo tipo di biografie, ovvero quelle che raccontano un personaggio in un momento particolare della sua vita, piuttosto che quelli che te ne fanno vedere vita, morte e miracoli; Hitchcock ne è un buon esempio.

 

Django Unchained

Ahhh, Tarantino. Non è certo l’unico regista che con successo ha ripreso in mano il vecchio filone dei western e ci ha soffiato sopra nuova vita, ma il lavoro che ha confezionato con questo Django scatenato (in tutti i sensi) è davvero godibile.

Certo, la parte migliore se la prende, a mio parere, Cristoph Waltz, che fa il simpatico giustiziere (smascherato), mentre il protagonista si dedica a far crescere la sua rabbia e a vestire incredibili mise da principe azzurro; ma tutto di questo film sta bene dove sta, compresi i suoi tarantiniani eccessi (sangue e mutilazioni a volontà) che fanno il verso alle scazzottate da saloon di Bud Spencer e Terence Hill (giusto per citare qualcuno).

Da vedere, e da ascoltare (ché la scelta delle musiche è, come sempre, azzeccata).

 

Looper

L’Esercito delle 12 Scimmie incontra Ritorno al Futuro e Terminator, e una quantomeno godibile storia di fanta-fantascienza è servita.

Bruce Willis ci si trova bene, e a quanto pare ci sta prendendo gusto, dopo Il Mondo dei Replicanti e Il Quinto Elemento, a vivere avventure in mondi futuri e passati e alternativi e ipertecnologici e macchine del tempo e chi più ne ha più ne metta.

La storia è interessante, non vengono creati troppi paradossi spazio-temporali, e le ore passano liete in aereo...

 

Ralph Spaccatutto

Simpatico film di animazione, pieno di riferimenti a videogiochi e altri film che parlano di videogiochi. Ovvero: se non avete passato almeno un’ora a giocare a Pac-Man o a Q-bert, in qualche semioscura sala giochi ai tempi della scuola, vi perderete un bel po’ del senso di questa storia, e probabilmente vi resteranno impressi solo il mondo diabetico delle fatine dolciastre e il ritorno degli insetti divoratori.

Niente di male, sia chiaro, ma apprezzando i riferimenti si gode di più.


Commenti

Il giorno 24/03/2013, Valentina ha scritto:
Persi tutti, tranne Django che è una sangria di tante cose tutte in salsa tarantino,
e quindi speriamo di rimediare.
Il giorno 25/03/2013, Emanuele ha scritto:
Lincoln è una noia pazzesca, per quanto bravo sia Daniel Day Lewis e per quanto sia io appassionato di storia e politica, questo film è stato difficile portarlo a termine...
Se Looper ti è piaciuto...lo provo a guardare anch'io. Ero scettico ma mi fido del tuo giudizio. Hitchkock non mi incuriosisce mentre ovviamente non vedo l'ora di vedere Django...appena disponibile in DVD :P :)
Il giorno 26/03/2013, Daniele ha scritto:
Come detto, Looper mi pare ok, per quanto peschi abbondantemente in storie temporali precedenti. L'idea è sicuramente interessante, il foglio di plastica per non sporcare il campo pure :)
Il giorno 02/04/2013, Massielena ha scritto:
Ordunque, qualche film l'ho visto pure io; ecco le mie riflessioni.
Lincoln: interessante e ben fatta la ricostruzione storica, bravissimo il buon Daniel D. L. nell'interpretazione, ma concordo con la mancanza di ritmo e sulla noia che aleggia sempre.
Django: un interessante film e la mia prima esperienza con Tarantino; le assurde sparatorie, con sangue e gente che schizza via per un colpo di pistola in realtà non mi sono piaciute molto nella loro assurdità, ma nel contesto del film possono pure starci; bei personaggi e ottimo DiCaprio,
Looper: niente di nuovo, ma le idee rimescolate sono state rese bene ed il film risulta godibile e non scontato; forse qualche collegamento spazio/tempo andrebbe rivisto, mi riferisco alle mutilazioni che compaiono sui personaggi ed ai ricordi che vanno e vengono; chiaro che sono utili all'impianto del film, ma rischiano di forzarlo troppo; comunque mi è piaciuto.

Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 24/03/2013
visualizzata 1336 volte
commentata 4 volte
totale pagine: 503
totale visite: 610032

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (47) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (11) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (3) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (3) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (7) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (5) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (9) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (3) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (2) JLA (2) lavoro (51) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (2) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (6) parenti (10) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (2) poesie (4) politica (23) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (2) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (2) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (19) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (23) Wall-e (5)