Sei qui: blog » Interstellar

Interstellar

C'è che se la fantascienza ti piace, ti piace una storia come quella di Interstellar.

E, anche se la fantascienza non ti piace, o non sai dove stia di casa, per come è costruito Insterstellar dovrebbe piacerti lo stesso (almeno credo).

A me, che faccio parte del primo gruppo, è piaciuto un sacco. Me lo sono gustato a Leon, in Nicaragua, in quella che ormai sta diventando una delle mie due sale cinematografiche preferite in Centro America (l'altra mi aspetta a Panamà, dove credo vedrò il terzo film de Lo Hobbit), appena uscito; perché, se te li lasci scappare, i filmoni al cinema, con questo cacchio di lavoro poi ti tocca inseguirli per 10 differenti stati, ed arrivi sempre o troppo presto o troppo tardi.

Ma veniamo al film, che in pratica racconta il tentativo di una parte dell'umanità di salvare il resto. O sé stessa, perché ci sono i momenti in cui l'egoismo prevale sull'altruismo e tutto viene messo in pericolo.

Per fortuna, a dare una mano arrivano gli alieni, gli altri (che, come diceva Umberto Tozzi, alla fine siamo noi).

Quindi: alieni + qualche astronave + tute spaziali + robot simpatici e con il 90% di umorismo + un po' di discorsi non del tutto sconclusionati su buchi neri e passaggi infradimensionali, e abbiamo la storia; poi ci aggiungiamo dei begli sfondi, una musica interessante e a volte giusta giusta, degli attori che fanno la loro figura, un regista che ci sa fare (perché Nolan ci sa fare, non c'è che dire - vedere Memento, The Prestige o Bat-man per capire) e cosa otteniamo? Un buon film di fantascienza.

Non ottimo, forse; anche perché il senso di deja-vu con 2001: Odissea Nello Spazio e Contact (e altri, ma questi sono i primi due che mi vengono in mente) si fa sentire forte, a tratti, e a me l'originalità piace. Però buono di sicuro sì, tanto da lasciarmi seduto in sala quando le luci si riaccendono, per un po', a pensare e riflettere su quello che ho visto (una sorta di cineforum al contrario, dove il dibattito avviene dentro alla mia testa; non preoccupatevi, mica succede sempre, eh?!). E sulle cose che non vengono dette, ché anche questo è un pregio in un'era in cui i film se non hanno mezz'ora di spiegone non sono buoni per il pubblico.

Interstellar... tra le stelle... lassù, da qualche parte, c'è la risposta.


Commenti

Il giorno 13/11/2014, Massielena ha scritto:
A tutta (quasi, perchè Adele non è venuta) la mia famiglia è piaciuto un sacco, Elena compresa, il che mi ha rallegrato non poco.
Mi ha fatto pensare l'affermazione che ha fatto un mio collega di lavoro oggi, quando gli ho chiesto del film; ha detto: "Non è un film, è un'esperienza" e credo davvero che sia così e perciò personalmente sono disposto a perdonare le varie citazioni a film del genere fra cui, oltre che 2001 e contact ho scorto anche dei richiami ad alien, perchè è stato davvero bello vedere un film ed uscirne con molti pensieri sulla vita, sullo spazio, sulla scienza, sui sentimenti, che mi poorterò appresso per un bel po'. Al pari di Gravity, Interstellar è capace di provocare emozioni intense, frutto di una costruzione curata, di attori che fanno bene il loro dovere, di dialoghi importanti e mai banali, di scene girate alla perfezione, di una storia ben intrecciata e perchè no, anche di un po' di trascendentale e di fede.
Mi sono molto emozionato alla fine, di fronte alla realtà dei paradossi temporali (non dico altro per non fare spoiler) ed ho trovato un errore sulla distanza della stella più vicina che non è certo 1000 anni luce, ma ben meno.
Da rivedere tante volte!
Il giorno 14/11/2014, Daniele ha scritto:
Ho notato anch'io il possibile errore di distanza. Nella versione inglese (quella che mi sono sorbito con sottotitoli in spagnolo), però, si parla di stella abitabile, o con sistema abitabile, o qualcosa di simile, quindi potremmo accettarla, dato che non mi pare nessuno abbia trovato pianeti terrestri in orbita attorno ad alfa e beta Centauri.
Per il resto, mi trovi d'accordo su molti punti, è un film che fa riflettere...
Il giorno 24/11/2014, Daniele ha scritto:
Ho scovato una deliziosa spiegazione della vera trama di Interstellar: http://bagniproeliator.it/la-vera-trama-di-interstellar/
Devo dire che il signor Nebo ha un bel po' di ragione nella sua saccoccia...
Il giorno 24/11/2014, Massielena ha scritto:
C'è più di qualche imprecisione.
Certo che ormai in rete c'è davvero di tutto...........non trovo deliziosa questa cosa; c'è qualche momento simpatico.

Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 13/11/2014
visualizzata 1068 volte
commentata 4 volte
totale pagine: 503
totale visite: 609126

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (47) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (11) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (3) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (3) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (7) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (5) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (9) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (3) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (2) JLA (2) lavoro (51) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (2) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (6) parenti (10) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (2) poesie (4) politica (23) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (2) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (2) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (19) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (23) Wall-e (5)