Sei qui: blog » H come Hussein

H come Hussein

Ieri, come molte altre persone, ho seguito la cerimonia del giuramento del nuovo presidente degli Stati Uniti d’America, Barack H. Obama.

Ho provato dapprincipio a seguirla su internet, ma continui problemi di connessione (suppongo che i servizi di streaming ieri fossero sottoposti a discreta pressione) mi hanno fatto desistere verso le 17; ho perciò approfittato del decoder satellitare dei miei vicini di casa, saltando dal canale della CNN a quello di Sky a seconda di quello che trasmettevano.

Quando gli ospiti superVip hanno iniziato ad arrivare sul balcone del Congresso americano, dove la cerimonia si sarebbe tenuta, uno speaker dalla voce leggerissimamente impostata (sembrava un dj di quelli degli anni 80, tipo Telegattone... miaooo!) li ha annunciati, uno per uno, scandendone nomi e cognomi ed appellativi e cariche.

Quando è toccato al presidente ancora in carica, George W. Bush, è stato correttamente detto "President of the United States, the honorable George WALKER Bush"... ebbene sì, si chiama Walker (camminatore), come il personaggio di Chuck Norris... e l’intelligenza è quasi la stessa... ma le somiglianze si fermano lì.

Come saprete, negli USA molti sono dotati di un secondo nome, di solito abbreviato con la sola iniziale (si veda per esempio il titolo dell’ultimo film di Oliver Stone: appunto, W.); lo speaker, però, come si farebbe durante una cerimonia nuziale, inappuntabilmente lo scandiva per intero, quel secondo nome. Così era stato prima per Bill Clinton, così per gli altri.

Poi, è arrivato Barack Obama. Che, non essendo ancora presidente, è stato indicato come "senator Barack H. Obama"... notate niente?

Già, il secondo nome, in questo caso, è stato abbreviato.

E qual è il secondo nome di Barack Obama? Hussein. Fa suonare qualche campanella? Già, è un nome islamico.

Evidentemente, non era un nome da scandire così disinvoltamente, davanti al mondo intero. Come se il nome facesse l’uomo.

Gli statunitensi avranno pure messo da parte il razzismo verso gli uomini di colore (anche se ci credo poco), ma quello per i musulmani (ed il mondo musulmano, e tutto quello che riguarda l’Islam) c’è ancora, ed è tutto lì, in un nome non pronunciato...

We’re on a road to nowhere...


Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 21/01/2009
visualizzata 1507 volte
commentata 0 volte
totale pagine: 503
totale visite: 609107

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (47) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (11) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (3) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (3) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (7) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (5) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (9) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (3) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (2) JLA (2) lavoro (51) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (2) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (6) parenti (10) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (2) poesie (4) politica (23) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (2) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (2) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (19) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (23) Wall-e (5)