Sei qui: blog » Mi chiamavano Pablito

Mi chiamavano Pablito

Lo chiamavano Pablito.

Forse perché la sua storia l'aveva fatta durante il Mondiale di calcio dell'82, in Spagna. O forse per distinguerlo dall'omonimo comico, in modo che anche i carabinieri potessero non confondersi.

Paolo Rossi era Pablito per il mondo, e Paolino per i vicentini.

E, per qualche assurda ragione, quando ero più giovane, continuavano a ripetermi che gli assomigliavo; alcuni spingendosi a dire che eravamo due gocce d'acqua.

A parte che due gocce (di collirio) forse avrebbero schiarito la vista a qualcuno, credo che la somiglianza fosse solo nella faccia smunta, fisico magrolino e capigliatura tagliata alla bell'e'meglio. Non, certo, per l'abilità calcistica, praticamente nulla in me e davvero speciale in lui.

Mi è sempre perciò parsa una bizzarra coincidenza che, durante i miei viaggi in Brasile, ogni volta che mi presentavo come italiano le due parole che mi sentivo dire fossero, immancabilmente, "Paolo Rossi": i brasiliani, quei 3 gol di Pablito se li ricordavano ancora. Al tempo, molti avevano pianto, qualcuno si dice si fosse addirittura suicidato: come poteva, la giovine Italia, sconfiggere l'armata sudamericana?! Eppure, era accaduto; e da quel momento, quella partita era diventata uno dei 5 più tragici avvenimenti della storia brasiliana (un altro, sempre legato all'Italia: la morte di Ayrton Senna).

Me la ricordo, l'estate dell'82: dai nonni, al lago, a vedere le partite di calcio, e quando l'Italia vinse la coppa mio nonno mi portò in riva al lago, a vedere i festeggiamenti, a vedere la straripante gioia con cui l'Italia tutta, dal suo Presidente al più umile plebeo, celebrava quel successo; e il riflesso dei fuochi artificiali di allora mi ritorna in mente ora, mentre salutiamo Paolo "Pablito" Rossi.


Commenti

Il giorno 13/12/2020, massielena ha scritto:
In realtà il nome Pablito nacque in Argentina in occasione dei mondiali del 1978 quando il giovane Paolo Rossi incantava già per la sua grandissima capacità di "leggere", o meglio sapere, dove la palla sarebbe arrivata giusto lì nell'area per infilare il portiere e mio padre, comprata la tv a colori appositamente per le partite mondiali, e stappava una bottiglia di vino ad ogni gol dell'Italia.
Poi il 1982..........una grande storia.
Persino Bruno Conti disse che per uno come lui era un piacere giocare con Paolo perchè quando crossava in mezzo all'area sapeva che lui era lì ad aspettare la palla.
In poco tempo se ne sono andati l'alfa e l'omega del calcio: Diego Armando Maradona, con il suo grandissimo talento che solo quello bastava per vincere, ma anche con i suoi paradossi, la droga, la sregolatezza figlie di una gioventù difficile e di cattive compagnie; e poi Paolo Rossi, l'uomo di tutti i giorni capace di essere un vero campione grazie al suo vero grande talento, ovvero la sua intelligenza tattica, il saper mettere a frutto ciò che gli è stato donato (dal suo DNA o da Dio o da tutti e due) e dimostrarci che tutti ce la possiamo fare, magari non a diventare grandi campioni, solo uno su mille ce la fa, ma a far fruttare al massimo quanto il proprio essere è capace di dare e fare.
Grazie mille Paolo Rossi, questo ho imparato da te e sono stato fortunato perchè mi è davvero capitato con impegno e fatica di trovarmi nel posto giusto al momento giusto e credo che per te come per me, la sensazione è bellissima.

Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 13/12/2020
visualizzata 288 volte
commentata 1 volta
totale pagine: 542
totale visite: 927140

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (48) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (8) amicizia (13) animali (2) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) Argentina (2) astronomia ed astrofilia (4) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (3) campeggio in tenda (3) carta di credito (2) Castegnero (4) Cile (4) cinema (2) cistifellea (10) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (10) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) coronavirus (5) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (3) curiosità (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) eclisse di sole (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (6) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) escursionismo (2) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (3) felicità (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (10) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (4) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (3) JLA (2) lavoro (56) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) letteratura (2) lettere (2) lingua Esperanto (4) lingua inglese (3) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) mondiale di calcio (2) morale (4) musica (7) Nandu italiano (11) Natura (3) omofobia (2) ospedale (10) Pablo Neruda (2) pandemia (2) Papa (2) papà (8) parenti (11) parola del giorno (2) Patagonia (4) paura (2) pecorElettriche.it (7) pinguini (2) pista pedociclabile (3) poesie (4) politica (25) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (3) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Pucon (2) Quentin Tarantino (3) racconti di viaggio (3) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (9) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (3) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (3) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (16) studi (2) Sud America (7) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (22) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (26) vulcano (2) Wall-e (6) Wild Frontiers (2)