Sei qui: blog » In alto, tra le nuvole

In alto, tra le nuvole

Mi capita sovente di viaggiare in aereo, per il mio lavoro qui in America Latina. E spesso, se mi va bene, ho la possibilità di capire cosa prova Fucur, il Dragofortuna della Storia Infinita, quando si tuffa come un bassotto volante tra le soffici nuvole.

Perché le nuvole che conoscono tutti quelli che non hanno mai volato, ciò che è dato a vedere a tutti i comuni mortali, sono solo una faccia della medaglia. Spesso grigie o scure, anche solo perché fanno ombra al sole; e sfilacciate, oppure a pecorelle, o solido muro che minaccia pioggia incombente.

Ma a bordo di un oggetto volante, come può essere l'aereo (non ho ancora provato l'ebbrezza di un aerostato, purtroppo), c'è quel momento in cui, salendo, si passa attraverso quel muro, quegli sfilacciamenti. L'aereo vibra, barcolla, preda delle turbolenze causate dalla natura inconsistente delle nuvole stesse. Poi, il primo bagliore (se è giorno, ovviamente) di sole, ed è subito inverno: una distesa paragonabile solo alla neve fresca, con montagnole che sembrano cumuli in attesa di qualche bambino che ci passi sopra con lo slittino; e là, distante, luminosissima, la nostra stella, che quasi abbaglia, priva com'è di qualunque filtro.

Non c'è nulla, sopra quella coltre bianca, ed il pensiero corre libero.

Mi piace guardare fuori dal finestrino, cercando di individuare dei dettagli; dettagli che rimangono sfuggenti, che non si fanno acchiappare, che corrono via con i pensieri, i sogni, i ricordi.

Poi, in lontananza, il sole che tramonta comincia a spargere i suoi gialli, i suoi arancioni, i suoi rossi, dipingendo il campo di neve senza preoccuparsi se sia o meno davvero arrivato l'inverno. Non ci sono altri colori, ché non ci sono arcobaleni: la pioggia non arriva fino a qui, destinata com'è ai comuni mortali, quelli che non volano.

Ma né Fucur, né io, abbiamo bisogno di arcobaleni, lassù: quel che c'è è già abbastanza, e la corsa a tuffarcisi continua.


Commenti

Il giorno 07/11/2015, Massielena ha scritto:
Quando mi diventi così nostalgico e riflessivo succede sempre qualcosa di strano; l'ultima volta, che era sulla riva del mare in Cile, poi è nata una storia d'amore............
Cosa hai in serbo questa volta?
Il giorno 07/11/2015, Daniele ha scritto:
Ma niente, in realtà: la rivista della compagnia aerea TAM, sulla quale ho fatto l'ultimo volo, si chiama appunto "tra le nubi", e fuori c'era davvero un bel tramonto... tutto qui, niente dietrologia :)

Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 06/11/2015
visualizzata 956 volte
commentata 2 volte
totale pagine: 503
totale visite: 611764

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (47) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (11) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (3) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (3) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (7) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (5) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (9) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (3) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (2) JLA (2) lavoro (51) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (2) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (6) parenti (10) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (2) poesie (4) politica (23) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (2) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (2) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (19) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (23) Wall-e (5)