Sei qui: blog » I Monty Python tornano a volare (quasi tutti)

I Monty Python tornano a volare (quasi tutti)

Qualcuno, lo scorso febbraio, da qualche parte in Sud America, me l'aveva detto: i Python sarebbero presto tornati a volare, dal vivo, a Londra. Ed io, che mi sono nutrito della loro comicità quand'ero sbarbatello (anche se l'ho capita solo in seguito), ho subito pensato che mi sarebbe piaciuto esserci, all'arena O2, per assistere a questo storico ritorno.

Poi, le incertezze legate al mio lavoro hanno fatto sì che decidessi di non prendere i biglietti (per lo spettacolo e per i necessari voli). Ma la fortuna era in agguato, e giusto l'altro giorno, cercando in rete per rassegne di cinema all'aperto, mi è capitato l'occhio su un'occasione unica: la diretta dello spettacolo, solo per una sera, al multisala vicino a casa. Ho fatto crepare l'avarizia (10 euri di ingresso sono sempre 10 euri, ma sono certamente meno di quello che hanno pagato i presenti all'O2), e mi sono seduto in sala.

Insieme a me, un'altra quarantina di individui ed individue, tutti dai 30 anni in su, segno che questo non era Transformers o Maleficent; uno si riconosceva per la maglietta blu con la testa di uno stormtrooper di Guerre Stellari, un'altra per la bocca slabbronata di Mick Jagger. Io non ero da meno, indossando la mia bella nerd-maglietta di Sheldon Cooper (regalo, graditissimo, di Raine ed Emanuele).

L'appuntamento era per le 20:00 in punto, quando sul grande schermo è iniziato un inatteso conto alla rovescia di 30 minuti, per fortuna allietato da canzoncine di Eric Idle e da dietro le quinte della preparazione dello spettacolo. Poi, silenzio in sala, e sul palco londinese sono comparsi i Monty Python. Non tutti, ovviamente: Graham Chapman era morto nel 1989, ricordato a suon di risate (vedere il funerale per credere) dai suoi amici e colleghi. Ma il resto erano lì, vivi e vegeti, e abbastanza pimpanti da essere in grado di tenere la scena con i loro sketch per un buon paio di ore, mentre da Londra ed in sala le ghignate si sprecavano.

Accompagnati da un'ottima orchestra e da un ancor migliore corpo di ballo, ecco quindi tornare le assurdità del pappagallo morto (anzi, mortissimo!) e del pinguino sulla televisione, il terrore causato dalla repentina apparizione dell'Inquisizione Spagnola (perché "nessuno si aspetta l'Inquisizione Spagnola"), i pruriti del maniaco al pub, la carenza di formaggi nel negozio del formaggiaio e i litigi alla clinica di litigio, mentre su 3 megaschermi si vedevano altre decine di scenette che i Monty Python avevano realizzato nei quattro anni in cui il loro circo aveva volato sui canali della BBC.

Una comicità particolare, la loro, fondata sull'uso di tutte le tecniche comiche disponibili, spesso avulse dal loro contesto abituale, per affrontare una moltitudine di temi, spesso scomodi. Una miscela esplosiva che durò 4 soli anni in televisione, ma sopravvisse ancora per alcuni anni al cinema, con film come Brian di Nazareth e Il Senso della Vita (e alzi la mano chi non li ha visti... Ok, abbassate quelle mani, ora!). Una comicità sicuramente "British", per molti demenziale, per me semplicemente geniale, tanto da volerla omaggiare in uno sketch messo in scena alcuni anni fa, in Ungheria, durante un congresso esperantista... Ricordo ancora che ci divertimmo un casino durante le prove, e forse era ed è questo il segreto, semplice, degli eroi del Circo Volante.


Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 21/07/2014
visualizzata 1161 volte
commentata 0 volte
totale pagine: 503
totale visite: 609668

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (47) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (11) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (3) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (3) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (7) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (5) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (9) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (3) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (2) JLA (2) lavoro (51) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (2) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (6) parenti (10) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (2) poesie (4) politica (23) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (2) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (2) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (19) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (23) Wall-e (5)