Sei qui: blog » Wifi a bordo di un treno FS... e funziona davvero!

Wifi a bordo di un treno FS... e funziona davvero!

Scrivo da bordo di un treno delle FS. E non solo scrivo, ché già da anni le prese di corrente ci sono su certe tipologie di treni (non necessariamente quelli di alta classe: ricordo con piacere un locale Bassano-Trento, ma forse i treni in Trentino Alto-Adige si avvantaggiano dell'autonomia come molte altre cose di quella regione); ma pubblico pure sul mio blog, e questo è ben più strano. Strano perché, nella tratta Bologna-Roma ci sono varie gallerie, e quindi il segnale è a continuo rischio; ma, soprattutto, perché si tratta di un treno delle Ferrovie dello Stato, le stesse che non mi permettono di modificare i dati del mio account perché il loro sito è ottimizzato per Internet Explorer, come mi hanno spiegato dal servizio assistenza ("Le ricordiamo che il funzionamento del sito è garantito a patto di utilizzare solo il browser Internet Explorer vers. 8.0 o sup. e di tenere aggiornato il programma Adobe AcrobatReader per visualizzare i file pdf").

Alle Ferrovie dello Stato ho smesso di credere molti anni fa, giusto poco dopo Babbo Natale (no, io ci credo ancora a Babbo Natale, è lui che ha smesso di credere nelle FS): a fronte di tariffe che salgono, i servizi non migliorano uniformemente, le possibilità di scegliere treni economici anche se più lenti si riducono di continuo - provate voi ad andare da Vicenza a Milano con un interregionale, ora -, e i promessi comfort rapidità e puntualità non si vedono ancora: state in stazione, una qualsiasi stazione, per una mezz''''oretta e sentirete annunciare che almeno metà dei treni sono in ritardo.

Per cui, quando mentre mi accingevo a ristudiare il materiale per il prossimo tour, ho notato che era disponibile una rete wifi, ho cliccato sull''''iconcina più per curiosità che per necessità: chissà, mi son detto, magari entro nel computer del controllore. E, invece, eccola lì, nello splendore del 3G: inserisci il tuo numero di cellulare, e subito ti arriva la password per navigare; apri il browser, e sei in rete.

Fuori, scorrono i panorami toscani, solo sfiorati da un sole che le nuvole filtrano perché non sia abbagliante, e devo dire che le grandi finestre del FrecciaArgento su cui mi trovo gli rendono giustizia; davanti a me, scorrono le pagine di Internet.

It''''s a kind of magic, canterebbe Freddie Mercury. E la magia si paga, ché il biglietto costa. Ma è la seconda classe, non la business o prima, e la magia c''''è... quindi, io ne approfitto e pubblico, a futura memoria (ché, se domani il servizio terminasse, almeno non potremmo dire che non è mai esistito).


Commenti

Il giorno 08/09/2013, Alessandra ha scritto:
Affollato come quello che ci fai vedere? Il treno...
Il giorno 09/09/2013, Valentina ha scritto:
non te l'ho mai detto, ma è così da un annetto, prima a caso che non capivo tra freccia rossa, argento, bianca ecc. e ora su tutti.
E anche che chi paga il biglietto scontato, come cerco di fare io...
Il giorno 09/09/2013, Daniele ha scritto:
Mmm, non esattamente: il primo treno era un FrecciaRossa, e il wifi c'era; il secondo era un FrecciaArgento, ed il wifi non c'era. C'è anche da dire che il primo è arrivato in anticipo, mentre il secondo in ritardo, quindi magari il secondo treno era solamente figlio di NN...

Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 08/09/2013
visualizzata 3187 volte
commentata 3 volte
totale pagine: 503
totale visite: 608871

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (47) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (11) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (3) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (3) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (7) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (5) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (9) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (3) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (2) JLA (2) lavoro (51) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (2) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (6) parenti (10) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (2) poesie (4) politica (23) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (2) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (2) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (19) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (23) Wall-e (5)