Sei qui: blog » Quelli che... la pista pedociclabile

Quelli che... la pista pedociclabile

Stasera c’è che mi girano le scatole, e vorticosamente. Perché, per l’ennesima volta, il Comune di Castegnero (e, in primis, il suo Sindaco, che quando gli serve fa tanto il piacione, "stella di qua, stella di là", e poi invece quando serve veramente sparisce, casca dalle nuvole o si rimangia quello che ti ha detto il giorno prima) ci hanno presi in giro sulla storia del percorso pedociclabile in via Terminon (vedi il link lì in basso nella home page, o direttamente il sito http://pedociclabileinviaterminon.blogspot.com/).

Eravamo fermi (anche perché l’ufficio tecnico, dove mia sorella Chiara si era recata a settembre per chiedere se c’erano novità, aveva appunto detto che tutto era fermo, che si sarebbe dovuta ancora fare la gara d’appalto eccetera eccetera) al progetto di quasi un anno fa, mentre si aspettava pazientemente che chi dovrebbe occuparsi della realizzazione di opere a beneficio dei cittadini facesse il suo dovere. Il Sindaco in persona era passato, nella tarda primavera scorsa, a richiedere ai frontisti di firmare un impegno a cedere senza oneri per il Comune la parte di ciglio della strada di loro proprietà ed interessata dai lavori di un percorso protetto che sarebbe stato al servizio di tutti. Poi, il silenzio era calato.

Oggi, salta fuori che, ancora agli inizi di aprile, i vigili urbani di Longare (quelli che in teoria dovrebbero venire a multare le auto che corrono oltre il limite di 50 Km/h qui in strada, e che invece quando li vedi dovresti scattargliela tu la foto perché è un avvenimento così raro che poi magari passa il tempo e ti dimentichi come sono fatti) avevano dato parere negativo alla realizzazione di una parte dell’opera, ovvero dell’attraversamento pedonale rialzato che avrebbero dovuto piazzare davanti alla recinzione di casa mia. Un attraversamento che, con il suo rialzo, doveva servire a costringere i veicoli in transito a ridurre la propria velocità. E che, nel progetto che ho visto questa sera, è invece diventato un semplice passaggio pedonale a raso, di quelli con quelle belle strisce bianche su fondo rosso che serve per vedere meno il sangue nel caso ti ci investano sopra.

Se è ancora dubbio il fatto che il parere dei vigili sia vincolante (tanto che il Sindaco, al telefono, ha detto "quello che dicono i vigili non ha alcuna importanza!"), è certo invece che il progetto è stato cambiato rispetto a quello che ci era stato reso noto (e confermato anche nelle assemblee indette dal Sindaco con il progettista del percorso e tutti i frontisti interessati), e che il Sindaco si è ben guardato dall’informarne le persone a cui chiedeva le firme. O, almeno, parte di esse, dato che la persona che mi ha mostrato le carte sapeva della modifica già da tempo.

Io davvero non capisco il gioco a cui sta giocando l’amministrazione comunale di questo paesucolo in cui siamo venuti a vivere ormai più di quindici anni fa: se l’idea di mettere in sicurezza questa strada, cosa che non gli è mai piaciuta, non gli va bene, che lo dicano, ma CHIARO E TONDO, così poi la gente lo sa e alle elezioni si regola (ammesso e non concesso che non possa far valere le proprie ragioni anche in altro modo e in altre sedi), invece di continuare a fare questi giochetti che ormai ci hanno annoiato profondamente.

Sentiremo cosa ha da dire il Sindaco nell’incontro che gli abbiamo subito chiesto, e che dovrebbe tenersi nei prossimi giorni (sempre che il tono acceso e l’imprecazione che ha usato nel rispondermi quando gli ho telefonato stasera non siano indice di un mancato desiderio di relazionarsi con chi questa cosa l’ha cominciata e portata avanti per anni - ma si può andare avanti anni per una cosa del genere, quando tutto intorno non c’è Comune che non abbia realizzato percorsi in sicurezza per la propria popolazione in tempi enormemente inferiori?!); certo che se il progetto rimane così com’è, ritireremo la nostra disponibilità a cedere il terreno di nostra proprietà, con la conseguente impossibilità di realizzare l’ormai inutile marciapiede sul nostro lato e, di conseguenza, l’attraversamento pedonale "a raso" (con conseguente risparmio per il Comune... hey, che fosse tutto previsto?!)


Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 09/10/2012
visualizzata 1282 volte
commentata 0 volte
totale pagine: 503
totale visite: 608911

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (47) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (11) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (3) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (3) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (7) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (5) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (9) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (3) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (2) JLA (2) lavoro (51) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (2) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (6) parenti (10) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (2) poesie (4) politica (23) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (2) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (2) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (19) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (23) Wall-e (5)