Sei qui: blog » Chernobyl, ovvero la storia del peggior disastro nucleare europeo

Chernobyl, ovvero la storia del peggior disastro nucleare europeo

Inquietante.

È il primo aggettivo che mi viene in mente, quando penso alla serie TV Chernobyl, prodotta da HBO e che mi sono visto la settimana scorsa: 5 episodi di un'oretta ciascuno, in cui viene raccontata per filo e per segno la storia del peggior disastro nucleare occorso in Europa.

Sarà la scelta di raccontare la storia attraverso le vite di coloro che si sono trovati a combattere un nemico che ignoravano e che, quasi tutti (compresi i vertici dell'Unione Sovietica), non capivano; sarà il livello di dettaglio e veridicità, che ti fa sentire come se ci fossi tu a respirare quella polvere, a sentire quel calore, a sudare lavorando per scongiurare possibili peggioramenti della situazione già tragica; sarà, ancora, la scelta delle musiche, che rendono quello che avrebbe potuto essere un documentario una sorta di detective story, dove il nemico è noto ma i colpevoli e le cause son tutte da scoprire... saranno tutte queste cose, e forse il fatto di aver vissuto quei momenti (ricordo ancora il bando delle "verdure a foglia larga" e del latte, cosa terribile per me!), ma la serie mi ha davvero preso, e fino all'ultimo mi sono scoperto a tifare per ogni singolo soccorritore, anche se una vocina nella testa mi diceva che non ce l'avrebbero fatta.

Forse è pure gratitudine: senza il loro intervento, con attrezzature e addestramento inadeguati ma con un coraggio che i leoni della tastiera (quelli che ammorbano la rete con risse e volgarità verbali, dal loro comodo ed anonimo rifugio) possono solo sognarsi, forse io oggi non sarei qui, e come me milioni di altre persone. Volontari votati al suicidio per una causa più grande, "le esigenze di molti... Contano di più... Di quelle dei pochi... O di uno".

Un brindisi a voi, sconosciuti salvatori dell'umanità: Vashe zrodovye!


Commenti

Il giorno 11/11/2019, massielena ha scritto:
Ce la siamo vista tutti, in famiglia (a parte ovviamente la piccola Adele), ogni domenica sera per 5 settimane.
Una storia ben raccontata, che lascia il segno, ma soprattutto lascia la possibilità di valutare liberamente quanto accaduto.
Sono contento che i miei figli abbiano apprezzato ed abbiano anche condiviso le sofferenze di un popolo che ha affrontato con coraggio quanto gli è piombato sulla testa a causa di troppi, molti errori: dalla pochezza della politica alle ambizioni personali a scapito degli altri; dalle scelte sbagliate ai silenzi imposti. Sono sicuro che hanno imparato molto dalla visione e dalle discussioni che abbiamo intavolato a riguardo successivamente.
Il giorno 12/11/2019, Daniele ha scritto:
Ottima scelta, Max: vedere queste trasmissioni assieme ai propri figli è forse il modo migliore per aiutarli a comprendere qualcosa che non hanno vissuto. La chiamerei "smart-tv" :)

Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 02/09/2019
visualizzata 1372 volte
commentata 2 volte
totale pagine: 516
totale visite: 780472

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (48) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (11) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (4) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (4) cinema (2) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (9) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (3) curiosità (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (6) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (10) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (4) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (3) JLA (2) lavoro (52) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (3) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (7) parenti (11) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (3) poesie (4) politica (25) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (3) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) racconti di viaggio (2) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (3) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (22) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (25) Wall-e (5) Wild Frontiers (2)