Sei qui: blog » Quelli che... Facebook

Quelli che... Facebook

Premessa: non ho un profilo Facebook.

Lo so, molti si chiederanno in che mondo vivo, adesso.

Il punto è che il mio rapporto con la creatura di Zuckerberg è sempre stato conflittuale, nel senso che da un lato ne vedo il grande potenziale, specie per una persona che come me incontra un sacco di gente con le quali vorrebbe mantenere qualche tipo di contatto in modo facile, mentre dall'altro ne osservo l'uso spesso errato e mi preoccupa la "cessione di sovranità" che si fa su tutto quello che vi si pubblica, immagini e testi, per non parlare della propria vita.

Insomma: usarlo o non usarlo, questo è il problema. Ci sto pensando, e magari un giorno o l'altro vi comparirò in qualche forma.

Non contribuiscono però ad incoraggiarmi i modi distorti, a mio parere errati, in cui lo vedo usato anche da persone che conosco.

Diciamo che mi ha sempre lasciato perplessa l'idea che Facebook ti permette di entrare in contatto con persone che non vedevi/sentivi da anni, ex-compagni di scuola e via discorrendo. Credo infatti che, nella maggior parte dei casi, se ci avessi davvero tenuto a rientrare in contatto, l'avrei fatto durante gli anni passati senza Facebook; il fatto di esserci spinti da un software, più che dalla voglia di farlo, non depone a favore della serietà delle intenzioni, almeno a mio parere.

Sullo stesso piano metto poi quelli che limitano la loro vita relazionale a Facebook: quelli che fanno un lungo viaggio, e aggiornano i loro amici solo tramite Facebook, dando per scontato che chi è interessato a sapere loro notizie abbia un profilo sulla stessa piattaforma e, soprattutto, sia interessato a leggere qualsiasi cavolata gli venga in mente di scrivere; o quelli che organizzano feste ed eventi, inviando gli inviti solo via Facebook, e poi fanno la faccia sorpresa quando gli dici che ci sei rimasto male di non essere stato invitato, si danno una pacca sulla fronte e dicono "ah, già, tu non sei su Facebook!"... come se non lo sapessero.
Ci sono poi quelli che organizzano le cose, e ti ci invitano pure, invitandoti a contattarli via Facebook per avere maggiori dettagli.

"Non ce l'ho un profilo Facebook!", mi verrebbe voglia di gridargli in faccia, subito dopo averla colpita con una padella. Ma non servirebbe: si danneggerebbe la padella, e dopo mezza giornata saremmo punto e a capo.

Come con tutte quelle aziende / società / organizzazioni che si fanno trovare solo tramite la loro pagina su Facebook. Vuoi scrivergli? Devi essere su Facebook. Vuoi leggere i dettagli e capirne di più su di loro? Devi essere su Facebook. Se non lo sei, ti compare, all'interno di un rettangolo di considerevoli dimensioni (specialmente se visto sul piccolo schermo del mio Wall-e), una scritta che ti invita a entrare in Facebook per vedere il resto delle informazioni... Eddai, che razza di marketing è questo? È come scrivere con inchiostro simpatico su un volantino pubblicitario: sicuramente chi ha sottomano una candela riuscirà a leggere l'annuncio, ma non è il modo migliore per pubblicizzare qualcosa.

Fino ad arrivare al famoso Safety Check, attivato in caso di disastri per permettere alle persone di far sapere al mondo che sono vive. "Sei scampato ad un terremoto, sei ancora sotto le macerie ma ti sei salvato? E allora fallo sapere ai tuoi cari, usando il nostro Safet... ah già, dimenticavo: non sei su Facebook... e allora niente, dai, ci siamo sbagliati, resta pure lì dove sei, sperando nell'olfatto dei cani..."


Commenti

Il giorno 03/04/2017, Massielena ha scritto:
Concordo sui molti dubbi che hai su facebook e considerato che a mio avviso sono maggiori gli svantaggi che i vantaggi ad avere un profilo su tale piattaforma, primo fra tutti proprio il fatto che i dati di qualsiasi tipo che ivi vengono inseriti non sono più propri, anche io non ho intenzione di farmi sedurre da tale opportunità.

Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 01/04/2017
visualizzata 889 volte
commentata 1 volta
totale pagine: 498
totale visite: 548590

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (46) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (10) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (3) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (3) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (6) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (2) economia (2) Ecuador (2) elezioni (5) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (8) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (21) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (3) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (2) JLA (2) lavoro (49) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (2) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (6) parenti (8) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (2) poesie (4) politica (23) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (2) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) Rat-Man (2) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (35) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (2) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) viaggi (16) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (23) Wall-e (5)