Sei qui: blog » Venerdì 17 (e poi la gente non ci crede...)

Venerdì 17 (e poi la gente non ci crede...)

Penso che ci siamo lasciati, Eli ed io. Nessuno l'ha detto chiaramente (io ci sono andato molto vicino, ma diciamo che non l'ho esplicitato; lei ci è andata ancora più vicino, ma l'ha esplicitato ancora meno), però a guardar bene le cose c'è poco da stare allegri. Il fatto che sia venerdì 17, probabilmente, non ha aiutato.

C'è da dire che anche la nostra professione non aiuta di certo. E ancor meno la sua scelta di vivere in un continente diverso dal mio (e viceversa, ovviamente; anche se la mia scelta in realtà non è mai stata fatta, è una non-scelta, dettata solo da pratico utilitarismo e dalla consapevolezza che in Italia è al momento concentrata la maggior parte dei miei affetti). Tutte cose che ci tengono lontani per la maggior parte dei giorni dell'anno.

Se volessimo, le soluzioni si troverebbero. Ne ho proposte alcune, ma sono state cortesemente accantonate (il termine giusto sarebbe scartate, ma "l'ottimismo è il sale della vita!").

Ora, di fronte alla sua decisione di non vedersi questo mese, mentre lei è a Londra a visitare la sua famiglia, non mi è rimasto niente altro da fare che prenderne atto, e trarne le conseguenze. Che sono, è bene ricordarlo, non vedersi per altri 1... 2... 3... 4... 5 mesi, come minimo (cioè, se a base di botte di culo pilotate si riuscisse ad incontrarsi a settembre). Perché anche la mia proposta di andare da lei in Perù a luglio o ad agosto è stata ricevuta con poco entusiasmo, e senza alcun impegno. Ed io sono stufo di navigare a vista, ché ci ho già rimesso mezza stagione con Grand Circle per non avergli potuto dare disponibilità sicura per l'estate, senza ricavarne nulla in cambio.

Quindi, ognuno per la sua strada. Farà male (a me di sicuro, ma credo anche a lei), ma forse è l'unica via.

So long, and thanks for all the fish, honey.


Commenti

Il giorno 18/04/2015, Massielena ha scritto:
Anche per me , devo confessarlo, venerdi 17 è stata una giornata ricca di avvenimenti e nello stesso tempo giornata decisiva per alcune scelte che devo prendere.Chissà come mai ceste cose avvengono in contemporanea...... e c'è chi non crede nel destino
Il giorno 18/04/2015, Andrea Ceretti ha scritto:
Mi spiace cugi',se ti liberi e vieni al matrimonio,qualche amica di Paola non impegnata c'e' ;) ,fino a quando rimani in Italia?Si riesce ad incontrarsi prima della tua partenza?Ciao e su con la vita!
Il giorno 20/04/2015, cugino nicola ha scritto:
Anche a me dispiace molto leggere di questa notizia... certo le difficoltà sono tante con il vostro tipo di lavoro (o forse sarebbe meglio dire con le vostre scelte di vita) però credo che se due persone trovano veramente nell'altro quello che le completa, un rapporto sopravviva a tutto, tempo e distanza.Mi ha fatto un po' pensare la tua frase "ché ci ho già rimesso mezza stagione con Grand Circle per non avergli potuto dare disponibilità sicura per l'estate, senza ricavarne nulla in cambio" Anche se era solo una obiettiva constatazione della realtà, può dare l'impressione al lettore che il sentimento non sia poi così forte.... Cugino Andrea, se mi fai sapere la data magari un salto riesco a farlo, solo alla cerimonia, per rivedersi e rivedere qualche parente come il pecoraio elettrico!
Il giorno 20/04/2015, Daniele ha scritto:
@Massielena: ma la tua giornata è stata più foriera di nuove possibilità, per quello che mi hai detto; quindi, non particolarmente negativa.@Andrea: grazie. Non sono però particolarmente interessato, come ti scrivevo, ad un chiodo per scacciare il chiodo inglese. Ci vedremo, sì, prima o poi.@Nicola: grazie. Forse hai ragione. Ma le distanze sono sempre incolmabili se non si fa qualcosa per colmarle, e quel qualcosa bisogna farlo in due. La mia frase era SOLO una obiettiva constatazione della realtà, null'altro (i miei sentimenti per Eli non sono cambiati): quando mesi fa ho deciso di tenermi libero il più possibile, a scapito delle possibilità lavorative, l'ho fatto scientemente, proprio per non volerne e doverne recriminare un giorno. Ma non posso continuare a farlo, ché il risultato ottenuto fino ad ora è l'opposto di quello che speravo, e così perdo su due fronti invece che solo su uno.Attenzione infine a credere alla superstizione: potrebbe portare sfortuna...

Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 17/04/2015
visualizzata 876 volte
commentata 4 volte
totale pagine: 503
totale visite: 611087

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (47) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (11) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (3) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (3) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (7) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (5) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (9) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (3) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (2) JLA (2) lavoro (51) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (2) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (6) parenti (10) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (2) poesie (4) politica (23) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (2) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (2) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (19) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (23) Wall-e (5)