Sei qui: blog » Viaggi - Equipaggiamento

Viaggi - Equipaggiamento

Questo è l’equipaggiamento che mi sono portato dietro (con i relativi commenti, dove servono) nel mio primo lungo viaggio nel Sud-Est asiatico.

  • zaino(grande, da montagna); regalo utillimo fattomi da Federica, molto robusto e con il preservativo salvapioggia pronto a zompare fuori dauna tasca alla base
  • zainetto rosso scuro marca DanielRay (mio compagno ormai da più di 8 anni, come facevo a lasciarlo a casa?)
  • 6 magliette, a maniche lunghe e corte (una si è autodistrutta in Thailandia, ed è stata sostituita da un’altra acquistata in Malaysia; delle altre, ne ruoto solo 3, il che significa che almeno due - più pesanti - per il momento non sono mai state utilizzate)
  • 4 paia di pantaloni lunghi (quelli più leggeri sono rimasti lisi e laceri in Cambogia, mentre quelli impermeabili non li ho mai usati fino ad ora, così come i jeans)
  • 3 paia di mutande (usate tutte, a rotazione)
  • 2 paia di costumi da bagno (idem come sopra)
  • 3 paia di calzini (quelli lunghi, mai usati; gli altri, un paio di volte)
  • una felpa (usata raramente)
  • una giacca a vento (usata spesso, e la cui cerniera è stata fatta riparare da un simpatico omino a Chiang Mai per circa 80 Baht; più utile come ammortizzatore nello zainetto, comunque)
  • un poncho (enorme, e utile per coprire tutto quanto quando piove veramente)
  • un ombrellino (nero, micro, ripiegabile, regalatomi da Federica - e siamo a 2...)
  • una busta contenente il necessario da bagno (sapone con custodia, dentifricio - già sostituito -, spazzolino -idem -, shampoo, docciaschiuma, rasoi, pettine, spugna), ed inoltre scorta di carta igienica, laccio di scorta per i capelli, tappi per le orecchie - non sapete quanto sono utili -, cottonfioc per pulire le stesse
  • asciugamano (formato gigante, utile sia per le docce sia per la spiaggia; ci mette un po’ a riasciugarsi, però)
  • saccoletto (gentile dono delle ferrovie francesi; usato solo due notti fino ad ora)
  • una busta contenente vari medicinali (antibiotici, aspirine, cerotti, salviettine disinfettanti, antidiarroici, ma soprattutto le medicine per la profilassi antimalarica; grazie a Federica, e dopo i vari incidenti capitatimi, ho aggiunto garze, alcool e acqua ossigenata, e una crema battericida)
  • confezione da 10 di zampironi (già rimpiazzata)
  • 2 confezioni di Autan Active in versione stick (extra strong: le zanzare da queste parti hanno le palle quadrate!)
  • marsupio portatutto (terzo dono di Federica, sostituente il mio più piccolo e sponsorizzato da Pittarello)
  • cintura portavalori in tela da tenere sotto le brache (io ci tengo dentro i travellers’ cheque, la carta di credito ed un po’ di contante), fatta con le sue sante mani dalla nonna di Federica
  • piletta multiuso (dono di Valentina ed Andrea), con fascio di luce regolabile e possibilità di essere trasformata in candela; unico neo: nel TamanNegara la luce non era abbastanza potente per intravedere i tyrannosauri!
  • coltellino svizzero multiuso
  • accendino (utile per accendere gli zampironi, le candele trovate nelle capanne e per bruciare i fili che sporgono da abbigliamento e zaini)
  • orologio vagamente subacqueo (il cinturino non lo pare, invece) con sveglie e cronometro (fatta riparare la suoneria poco prima di partire; è molto comodo, quando mi ricordo di regolare l’ora in base ai fusi orari...)
  • guide LonelyPlanet (anche se a quelle dei singoli paesi, dono dei miei ex-colleghi, ho dovuto sostituire per praticità quella per tutto il SudEst Asiatico)
  • quadernetto (in cui vergo i miei appunti quando non ho internet a disposizione, e che utilizzo anche per scrivere pezzi di codice per le pagine del sito, indirizzi di guesthouse e persone che conosco durante il viaggio) e relativo necessario per scrivere (un paio di penne, una matita, due pennarelli ed una gomma)
  • libri da leggere (in verità, acquistati per strada; fino ad ora siamo a 3: Red Mars, Gecko Tails e Green Mars, tutti in inglese)
  • macchina fotografica, con zoom e flash iperpotenziato (che pero’ ho usato raramente); dato il clima caldo umido, ho dovuto spesso cambiare batterie - peraltro, abbastanza economiche da queste parti - alla macchina
  • stock di 5 rullini di diapositive, che ho integrato man mano che il viaggio proseguiva (ho scelto le diapo in quanto più economiche, con colori più fedeli e perché contavo nella possibilità di poterle fare scansionare e mettere in rete)
  • 2 fazzoletti da naso in tela (quelli di carta non li uso per la mia canappia)
  • pacchetto di fazzoletti di carta (per gli altri usi)
  • scodella di plastica e cucchiaino (mai usati, ma non si sa mai)
  • 1 paio di scarpe da ginnastica, ed 1 paio di sandali (che stanno lentamente morendo, e di cui ho già acquistato a prezzo scontatissimo i sostituti in Cambogia)
  • berretto di tela con visierina (usato poco, perché quando servirebbe di solito c’è vento e lui tende a volarsene via per i fatti suoi)
  • radiolina a transistor (ennesimo regalo di Federica), che doveva permettermi di ascoltare la bella musica locale mentre mi spaparanzavo in spiagge deserte; invece,la musica locale solitamente non è bella - almeno per me -, e ci sonopure poche stazioni radio
  • bussola in plastica ultraleggera (quella più bella, regalatami da Marco e Francesca, era troppo ingombrante... perdonatemi!)
  • maschera con boccaglio (di ottima fattura seppure anziana, regalatami dal mio babbo; serve dove ti chiedono soldi per utilizzare materiale per lo snorkelling)
  • cappellino di stoffa con visierina (pure di stoffa); in realtà, mi è troppo piccolo, quindi al primo colpo di vento parte, però ripara la cabeza dal sole
  • 4 mollette ed un po’ di spago, per fare asciugare le cose in cui sudo abbondantemente (una delle mollette ha fatto SNAP, quindi l’ho rimpiazzata appena ho potuto)
  • sacchetti di stoffa, utili per le scarpe o altro, fatti dalla mia mammina (uno è impermeabilizzato, e lo uso per contenere roba bagnata che non posso asciugare subito e la fotocamera quando vado in posti a rischio acqua - in barca, solitamente)

Per il secondo viaggio, alcune modifiche:

  • Giacca a vento nuova nuova, più pesante e coprente della prima
  • Nuovo orologio, rimpiazzante il precedente rubato in Indonesia
  • Nuova macchina fotografica, questa volta digitale, piccola e compatta ma con tanto zoom così...
  • Lettore cd/mp3 invece della radiolina, perché mi ero stufato di ascoltare le poche terribili stazioni asiatiche
  • Ragguardevole discografia personale su CD, in versione MP3
  • Più mollette, stesso spago
  • Guide comprate e scambiate lungo il viaggio, per ridurre il peso ed il costo; quelle che mi interessano le mando a casa per pacco postale

Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 01/12/2008
visualizzata 1696 volte
commentata 0 volte
totale pagine: 503
totale visite: 608892

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (47) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (11) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (3) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (3) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (7) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (5) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (9) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (3) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (2) JLA (2) lavoro (51) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (2) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (6) parenti (10) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (2) poesie (4) politica (23) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (2) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (2) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (19) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (23) Wall-e (5)