Sei qui: blog » Cronache della colecisti, episodio 2: il potage di Thomas

Cronache della colecisti, episodio 2: il potage di Thomas

Cucciolotto ci ha lasciati. A metà mattina ha cominciato a fare i suoi bagagli, poi ha fatto le sue telefonatine, ha mangiato il suo pranzo e alla fine, prelevato dalla moglie (sarà forse lei la famosa C.? Ci piace pensarlo, ma il mistero resterà occulto perché ho preferito farmi i ca**i miei e guardarmi l'ultimo episodio della stagione 2 de La Casa di Carta - inciso: ottimo finale, ma ora sono incerto se vedere anche la terza perché per me così sarebbe già completa) e dal figlio se ne è andata. La moglie nell'uscire ci ha salutati tutti con un bell'"auguri", io le ho risposto "auguri a lei, signora" ma temo che la sottile ironia sia andata perduta.

Rimaniamo così in tre: capitan Mutanda, detto così perché gli piace pavoneggiare il pannolone sbracato per andare in bagno, possibilmente se ci sono visitatori; Bronco, detto anche colonnello Pernacchia, che ha problemi di respirazione polmonare e tossisce spesso, ma di notte se ha un attacco a bocca semichiusa fa uscire l'aria da entrambe le direzioni, ed io, quello a digiuno completo. Il quarto letto è libero, ma non lo resterà per molte ore: prima di sera arriverà infatti un giovine silenzioso che verrà operato l'indomani all'intestino (credo).

Capitan Mutanda, essendo stato messo anche lui a digiuno (punitivo, certamente per i suoi "facili costumi"), avendo perso il dirimpettatio decide di attaccare bottone con me; e, come spesso capita in queste occasioni sociali, mi racconta per filo e per segno ogni intervento che ha subito negli ultimi 70 e passa anni. Serve comunque a far passare le ore, ché onestamente son stufo di contare le gocce che cadono dalle flebo. Bronco ansima un po', sonnecchia, son già 16 giorni che è dentro, suo record stagionale, deve essersi pure leggermente rotto i maroni ma non lo da a vedere; ha fatto il pompiere come lavoro, racconta di quando uscivano con le autopompe vecchie per fare 30 km al mese e tenerle in funzione, o di come la prima regola fosse di riempire sempre i serbatoi di carburante ed acqua ad ogni occasione, per essere pronti. Interessante, tutte informazioni che accumulo che sai mai un giorno tornino utili.

La febbre sale nel pomeriggio, poi scende e rimane bassa fino all'ora di dormire. Arriva il quarto, potremmo giocare a scopone ora ma il dolore mi è tornato e, poi, non abbiamo le carte. L'unico guizzo di brillantezza del pomeriggio si verifica quando passa la tuttofare: le chiedo se mi può dare una nuova bottiglietta d'acqua, mi guarda e mi dice che io sono a digiuno ERGO non posso neppure bere acqua (spiegaglielo a Pannella, va!); faccio notare che negli ultimi due giorni ero sempre a digiuno ma l'acqua me l'han sempre lasciata senza che la chiedessi, quindi va ad informarsi e poi mi avvisano che a causa della febbre sono stato messo a "digiuno++", che appunto non prevede neppure l'assunzione di liquidi che non ti entrino direttamente da una vena. "Comunque", mi dicono, "se è solo per umettarsi le labbra, faccia pure". Ringrazio, ma dico che a costo di morire di screpolazione di labbra non infrangerò la regola dettata dalla signorino Rottenmeier.

Alla sera mi guardo Watchmen; è bello rivederlo ora che ho visto la serie fatta di recente da Lindelof (miglior serie che ho visto lo scorso anno, credo), si colgono molti riferimenti che, al momento, ovviamente mi erano sfuggiti (rimane giusto un dubbio su Giustizia Mascherata e sul perché non venga detto che ne è di lui, ma lascio ad altra volta l'argomento). Gli altri mangiano, sonnecchiano, Bronco ascolta musica con le cuffiette e segue il ritmo coi colpi di tosse; Capitan Mutanda, invece, si guarda la tv sul tablet a volume alto, tanto che ad un certo punto gli chiedo se può abbassare che non riesco a sentire dentro le mie cuffiette... e porcozzio a quel parente che prima è venuto e gli ha configurato l'apparato, senza pensare di portargli un audioausilio per non rompere alle altre persone presenti nella stanza. Ma, tanto, Mutanda non regge molto, presto spegne e s'addormenta.

La notte è un'altra sudata fenomenale, raggiungo i 38.3 sul chilometro lanciato, ma al risveglio gran parte del dolore se ne è andata. Ed allora è sagra: mi tolgono i vari sacchettini, riesco a reggere per varie ore senza antidolorifico, mi faccio persino una doccia (e tutti ne siamo contenti, credetemi!). E, poi, passa il dottore, e mi promuove a dieta "semiliquida"... trenini di felicità e lingue di Menelik a tutto spiano, gran festa.

Del menu si incarica Thomas, il gaio infermiere che ha sempre un sorriso o una battuta per tutti; davvero, mette di buon umore già di suo, quando poi mi chiede cosa voglio per la colazione della mattina seguente ("Thomas, ma per pranzo invece?" "Oh, quello. Beh, sei a dieta semiliquida, quindi brodaglie" "Hmm, hai mai pensato che potresti chiamarle 'potage' o 'consommé' e invogliare di più la gente?" "Sì, ma poi la gente mi chiederebbe 'cos'è un potage' e io dovrei rispondere 'basicamente, brodaglia di coniglio'") diventa il mio eroe.

Degna di nota la rapida visita di Elena, che riesce ad intrufolarsi per i meandri dell'ospedale fino a giungere qui al quarto piano. Mi fa molto piacere vederla e fare due chiacchiere, meno apprendere che non legge il mio blog :(

Ora, vi lascio, che è arrivato il pranzo semiliquido. Semiyummi!


Commenti

Il giorno 19/02/2020, Anna Broll ha scritto:
In bocca al lupo Daniele! Non tanto per la patologia, quanto per la degenza... :))
Il giorno 20/02/2020, Daniele ha scritto:
Grazie, cuggina :)
Alla fine, il diavolo non è mai così brutto come lo si dipinge...

Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 19/02/2020
visualizzata 411 volte
commentata 2 volte
totale pagine: 529
totale visite: 849338

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (48) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (8) amicizia (12) animali (2) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (4) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (4) cinema (2) cistifellea (10) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (9) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) coronavirus (5) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (3) curiosità (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (6) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (10) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (4) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (3) JLA (2) lavoro (56) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) letteratura (2) lettere (2) lingua Esperanto (4) lingua inglese (3) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) Natura (2) omofobia (2) ospedale (10) Pablo Neruda (2) pandemia (2) Papa (2) papà (8) parenti (11) parola del giorno (2) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (3) poesie (4) politica (25) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (3) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) racconti di viaggio (2) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (9) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (3) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (16) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (22) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (26) Wall-e (6) Wild Frontiers (2)