Sei qui: blog » Comparazioni interoceaniche

Comparazioni interoceaniche

Venezuela e Italia, due paesi che mi piacciono. La cucina del secondo è decisamente migliore, ma per il resto entrambi sono ricchi di cose molto belle, di luoghi molto belli, di persone molto belle.

Un'altra cosa che li accomuna è avere, al potere, degli incapaci: in Venezuela un ex-autista della metropolitana diventato presidente grazie ad uno di quegli errori che hanno fatto dimenticare facilmente tutte le cose buone fatte per il suo popolo da Hugo Chavez; in Italia, un ex-steward e un ex-comunista che hanno stretto un patto di ferro (?) per spartirsi il potere.

Sia chiaro, non ho nulla contro gli autisti della metropolitana e gli steward, utilissimi nei loro rispettivi settori, ma credo che non siano i più preparati a guidare un paese (e gli interessati lo stanno ampiamente dimostrando).

Quanto agli ex-comunisti che si divertono ad indossare le divise delle forze dell'ordine e a scagliarsi contro gli ambienti che, in passato, hanno frequentato con piacere («Chi non ha mai frequentato un centro sociale? Io sì, dai 16 ai 19 anni, mentre frequentavo il liceo, il mio ritrovo era il Leoncavallo. Là stavo bene, mi ritrovavo in quelle idee, in quei bisogni»), devo dire che farei volentieri a meno degli estremisti di ogni ordine e grado, specie quando ritengono di poter piegare le leggi al loro volere.

Ecco, in Venezuela c'è voluto un giovane politico con le palle, che ha deciso di esporsi in prima persona, rischiando molto, per provare a forzare le cose e far smettere quella che sta diventando una vera e propria tragedia, in un paese schiacciato da un'inflazione sopra il 340%.

C'è per caso qualche volontario, qui in Italia?


Commenti

Il giorno 06/02/2019, Massielena ha scritto:
Abbiamo un problema politico è vero, ma è altrettanto vero che se si vuole un cambiamento non bisogna aborrire proprio ciò che può realizzarlo, ovvero la politica.
Ho fatto l'assessore nel mio paese ed ho scoperto che con onestà, impegno ed un gruppo compatto che lavora davvero per far bene le cose si può fare molto per il proprio paese; non serve essere laureati, si può essere pure netturbini o casalinghe come lo fu nel mio mandato l'assessore all'ecologia; la cosa importante è avere voglia di imparare ed applicarsi con coerenza ed onestà, perchè la politica è per tutti coloro che vogliono affrontare con preparazione il proprio impegno: preparazione, questo è ciò che manca alla nostra generazione di politici; è questo che manda in rovina.
Dobbiamo partecipare, ascoltare, informarci ed imparare come funziona la macchina e poi ci dobbiamo impegnare in essa; è un dovere che considero civico ed irrinunciabile; io ci ho provato ed è stata una notevole esperienza positiva.
Il giorno 06/02/2019, Daniele ha scritto:
Purtroppo, una buona parte di quelli che sono al governo sono nati proprio "aborrendo la politica", mentre gli altri chiedevano di staccare il Nord Italia dal resto della nazione... mi spiace, ma io non sono d'accordo con chi dice "lasciamoli lavorare": gli incapaci dovrebbero non mettere le mani né sul volante di un autobus né sul governo di una nazione.
Il giorno 06/02/2019, Massielena ha scritto:
Sono d'accordo, ma allora dobbiamo trovare i capaci e quella è una responsabilità di tutti in uno stato democratico.

Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 02/02/2019
visualizzata 895 volte
commentata 3 volte
totale pagine: 515
totale visite: 772959

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (48) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (11) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (4) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (4) cinema (2) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (9) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (3) curiosità (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (5) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (10) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (4) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (3) JLA (2) lavoro (52) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (3) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (7) parenti (11) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (3) poesie (4) politica (24) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (2) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) racconti di viaggio (2) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (3) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (22) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (25) Wall-e (5) Wild Frontiers (2)