Sei qui: blog » Immancabilmente, mia nonna Sandra

Immancabilmente, mia nonna Sandra

Il 10 ottobre di ogni anno, immancabilmente, penso a mia nonna Sandra. Perché era lei che, ogni 10 ottobre, immancabilmente, mi chiamava per farmi gli auguri per il mio onomastico. Era quasi un rito, per noi due: avendo lei scelto quella data tra gli innumerevoli calendari che spostano i santi un po' qui ed un po' là (e si mettessero d'accordo, una buona volta, in Vaticano!), io aspettavo la sua telefonata, che non tardava mai.

Non so se se lo segnasse sul calendario, e non so se con la stessa puntualità contattasse gli altri 8 nipoti che le sue cinque figlie le avevano procurato. Ma importava poco, giacché l'unica cosa che contava erano quelle sue telefonate.

Parliamo di anni, molti anni fa: la madre di mia madre è morta quando io ancora non viaggiavo come faccio ora, prima di dover imparare ad usare internet per comunicare con me. Resta però viva nei miei ricordi...

Ricordo le sue torte all'ananas, tra le mie preferite, che preparava dopo essersi accertata che ancora lo fossero; lo spazio chiaro lasciato sulla superficie, una volta che toglievi la fetta del frutto giallastro per addentarla, e la crosta croccante, dolciastra senza esserlo troppo.

Ricordo i suoi insuperabili strudel, che con pazienza ci insegnava a fare, ricominciando ogni volta, già sapendo che Chiara ed io avremmo attaccato le estremità, dove il sapore delle mele e delle noci si mischiava a quello dello zucchero caramellato.

Ricordo la sua pastasciutta con il pomodoro fresco in cima, e se ci stava pure un paio di foglie di basilico, ché così si fa, e non vale la pena di stare a discutere con quelli che poco capiscono e persistono nel tagliare gli spaghetti, o addirittura romperli prima di metterli in pentola.

Ricordo le partite a carte, a Crapette in particolar modo, quando per lunghissime ore lei continuava a battermi, non lasciandomene vincere neppure una, perché sapeva che non ci sarebbe stato gusto in una sfida falsata fin dalla partenza. E gli scacchi, che non sono mai stati il mio forte ma neppure il suo, così ci correggevamo a vicenda per evitare ai nostri re una brutta fine.

Ricordo le passeggiate giù in paese, come a quel tempo si poteva definire il centro di Desenzano del Garda, oggi trasformato in un'accozzaglia di fast-food e negozi di accessori inutilmente griffati: ci si vestiva bene, si scendeva camminando lentamente, possibilmente salutando le persone che si incontravano (e non tirando via dritti veloci, come oggi il più delle volte succede), e scelto un tavolino giusto al Caffé delle 3 Marie (non necessariamente sempre quello, ma diciamo che era uno dei preferiti) ci si accomodava, prendendo un caffé (i grandi) ed una pastina (noi giuovani).

Ricordo innumerevoli pomeriggi sul dondolo in giardino, ricordo il suo sorriso, ricordo la sua eleganza; ricordo quando si appoggiava alla mia spalla e mi diceva che ero il "bastone della sua vecchiaia"; ricordo i suoi capelli bianchi, un tratto comune nella sua famiglia tanto che anche la mia barba, quelle volte che spunta, si sta già colorando a sale e pepe.

Ricordo pure lo schiaffo che mi diede, unica volta, per una zuffa in cui ero rimasto invischiato (non saprei dire per quale motivo) durante il corso di vela e per la quale lei, in rappresentanza dei miei genitori, era stata convocata dal direttore del corso assieme ai parenti dell'altro ragazzo coinvolto; uno schiaffo che, per la sua unicità, fece più male di mille calci nel sedere.

Soprattutto, ricordo la sua voce, quando ogni 10 ottobre, immancabilmente, mi chiamava per farmi gli auguri di buon onomastico.


Commenti

Il giorno 17/10/2014, Andrea Ceretti ha scritto:
Molto bello come ricordo,io ci aggiungerei la polenta con lo spezzatino o con il latte della Domenica;i pomeriggi sulla sua poltroncina a lavorare a maglia con appoggiati sul calorifero la guida tv e il telecomando della Brionvega posta sulla macchina da cucire ,il pacchetto di "Colombo"(una sempre accesa in bocca) e lo spicchietto di mela Renetta da rosicchiare...in questo periodo anche le castagne, cotte sul caminetto.Ricordo anch'io la sua eleganza,soprattutto nel momento di prepararsi prima di uscire,con la sua spazzola,si passava più volte i capelli di fronte all'immenso specchio che aveva in camera.Sono passati tanti anni ,è vero,ma se penso a quando ero bambino, lei torna sempre felice nella mia mente.Andrea
Il giorno 18/10/2014, Chiara ha scritto:
O beh, qui si vuole far commuovere tutto il parentado :-)
Il giorno 18/10/2014, Daniele ha scritto:
Beh, se anche il resto del parentado aggiungesse i propri ricordi, allora sì che sarebbero bruscolini negli occhi...
Il giorno 21/10/2014, chiara ha scritto:
Oltre ai bruscolini, anche le mazze :-)
La nonna Sandra era anche colei che ci vestiva con maglioni di lana fatti rigorosamente a ferri da lei, dopo che ci aveva fatto scegliere il modello su una rivista e lo aveva adattato ai nostri gusti ("qualcuno" ha avuto il coraggio di perdere in montagna un maglione rosso con ricamato Goldrake e la nonna glielo ha rifatto pari pari); colei che appena arrivavamo a casa sua ci offriva la copia di Euroclub per poter scegliere qualche libro da ordinare; colei che mi ospitava nel letto a scomparsa nella sua stanza, per evitarmi le torture del fratello maggiore sempre splalleggiato dal Nonno Nino (il maschilismo è una brutta bestia!) e che mi lasciava giocare con la sua pregiata volpe.
Potrei andare avanti a oltranza, ma non finirei mai di raccontare questa GRANDE DONNA!
Il giorno 21/10/2014, anna broll ha scritto:
Bei ricordi. Io sono una degli 8 che invece non veniva contattata per l'onomastico. Ma neanche per altre festivita'. In pratica, non ho ricordi. Un abbraccio a tutti.

Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 12/10/2014
visualizzata 1886 volte
commentata 5 volte
totale pagine: 503
totale visite: 610045

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (47) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (11) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (3) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (3) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (7) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (5) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (9) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (3) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (2) JLA (2) lavoro (51) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (2) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (6) parenti (10) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (2) poesie (4) politica (23) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (2) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (2) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (19) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (23) Wall-e (5)