Sei qui: blog » La maestra Margherita

La maestra Margherita

Margherita HackEra rossa, la luna, ieri sera, mentre tornavo a casa dopo un intera giornata a FestAmbiente dedicata alla democrazia linguistica e ai cent’anni del Vicenza Esperanto Centro. Forse anche lei era triste per la morte di Margherita Hack, famosissima astronoma e divulgatrice scientifica, e soprattutto donna con la mente lucida e la schiena diritta, nonostate gli acciacchi degli ultimi anni (ma ne aveva anche 91, quindi tutto il diritto di essere un po’ acciaccata).

Margherita non ci avrebbe creduto, e sicuramente avrebbe spiegato che il rossore della luna era dovuto alla stessa motivazione del rossore del sole, quando è basso sull’orizzonte (l’effetto è noto come "diffusione di Rayleigh": i raggi solari attraversano uno spessore maggiore di atmosfera terrestre e dunque incontrano un maggior numero di centri diffusori, cosicché sia i fotoni blu che quelli gialli vengono diffusi, privando la luce di tutte le componenti dello spettro eccetto il rosso). Era così, lei.

Aveva adottato il metodo scientifico, quello che si rimette in discussione in continuazione, che non accetta verità assolute anche quando rappresentano una facile ed ottima soluzione. "Non ho mai creduto troppo a nulla, poi non ho creduto assolutamente più a nulla", diceva, specialmente al riguardo della religione. Ma la cosa non le impediva di dialogare con le persone che una fede ce l’hanno, e ne traggono nutrimento e giovamento. Ricordo di averla vista al teatro Olimpico a Vicenza, parlare appunto di dio (Dio?) e di scienza (Scienza?) davanti allo scenario che da secoli immobile fa da sfondo a quel che succede su quel palco.

Come le stelle, che (più o meno) immobili fanno da sfondo a quel che succede sul palco della nostra vita. Un palco che dovremmo vivere da attori, e non da comparse. Come faceva lei, spesso spendendosi per valori e battaglie che non vanno certe per la maggiore: "andrebbero insegnati valori comuni a credenti e non, il perdono, non fare male agli altri, la solidarietà. Ma, soprattutto, bisognerebbe imparare a dubitare, a diventare scettici".

Senza scendere a compromessi, ma anche senza abbracciare i fanaticismi che spesso accompagnano certe posizioni... In un interessante articolo sul rapporto tra scienza ed astrologia, che ovviamente lei non considerava assimilabili, concludeva dicendo: "Insistendo sulla non scientificità dell’astrologia non voglio sostenere che si tratti di un’arte del tutto priva di qualsiasi tipo di legittimità. Se rimane nell’ambito della storia della cultura e delle religioni senza addentrarsi in previsioni fasulle e pseudoscientifiche, non ci può essere alcun fondato motivo per contrastarla. Anzi, al contrario, le antiche credenze astrologiche sono spesso necessarie per comprendere simboli e allegorie nella storia dell’arte e della letteratura". Perché "il progresso della conoscenza avviene perché noi possiamo basarci sul lavoro dei grandi geni che ci hanno preceduto", senza distinzione: dopo tutto, persino Newton si occupava di alchimia ed astrologia!

...

Per ragioni che risiedono nei meandri nascosti della mia psiche, non ho ancora mai letto Мастер и Маргарита, l’importante romanzo di Bulgakov che racconta le vicende del Maestro e del suo amore con la strega Margherita (se ho ben capito la trama, quando una certa persona me ne aveva parlato). Mi è pero venuto sempre in mente quando sentivo parlare della Hack, e sicuramente l’aspetto di questa Margherita faceva facilmente pensare ad una strega in volo sulla scopa; ma una strega benevola che, grazie a quel volo, riusciva a librarsi più in alto degli altri, e a vedere più lontano.

Ora che lei non c’è più, toccherà a qualcun altro prendere quella scopa, e proseguire il volo. Speriamo solo che succeda presto, e che si vedano sempre più scope volanti.


Commenti

Il giorno 01/07/2013, Alessandra ha scritto:
Grazie a Margherita Hack per il suo importantissimo contributo all’Umanità e detto da me, astrologa, può sembrare blasfemo. Invece no, io credo che il suo lavoro e la serietà che ci ha messo sia assolutamente valido ed importante per la crescita dell’uomo. Poco importa che nel cercare la sua Verità sia stata miope nel prendere in considerazione alcuni aspetti essenziali dell’Astrologia. Sono pienamente d’accordo sia sull’infondatezza delle previsioni fatte sul piano materiale sia sul fatto che i pianeti non possano influire sulla vita dell’uomo. Non è a questo che serve l’Astrologia! L’Astrologia è un linguaggio simbolico che ci aiuta a decifrare noi stessi. E’ un percorso di autoconoscenza che ci aiuta ad esplorare le nostre zone d’ombra non guardandole direttamente, quando questo risulta essere troppo difficile. I transiti, che vengono poi tradotti in oroscopi, non sono (non dovrebbero)essere le previsioni del futuro, ma sono una sorta di tabella di marcia: siamo a questo punto è arrivato il momento di fare questo. Come quando si va in palestra per ottenere un risultato: per esempio dimagrire di 5 kg. L’istruttore redige una tabella di allenamenti: lunedì questo, martedì quello e così via. Lo so, adesso per i profani si apriranno mille domande: chi è l’allenatore, come fai a dire che lunedì serve questo ecc. A queste e ad altre domande cercherò di rispondere nel blog che sto creando. Intanto grazie ancora a Margherita Hack per aver cercato di lottare contro le false credenze, la stimo anche se non condivido appieno il suo pensiero. Che le stelle le indichino la via del ritorno…
Il giorno 01/07/2013, Daniele ha scritto:
Alessandra, cito da Wikipedia (fonte del sapere onnisciente): "l'astrologia è un complesso di credenze e tradizioni che ritiene che le posizioni e i movimenti dei corpi celesti rispetto alla Terra influiscano sugli eventi umani collettivi e individuali".
Che serva a predire il futuro, oppure il punto in cui siamo nel nostro cammino di vita, fa poca differenza, a parer mio; il punto è se credere al fatto che i corpi celesti con le loro posizioni e movimenti influiscano sulle nostre vite o meno, e l'articolo citato della professoressa Hack si occupava proprio di questo, negando la (troppo spesso propagandata) scientificità di tale relazione, per lo stesso motivo per cui si potrebbe negare la scientificità di ogni religione...
Il giorno 01/07/2013, Alessandra ha scritto:
Daniele, Wikipedia è una libera enciclopedia, quindi la definizione data dell'argomento dipende dall'autore che l'ha scritta. Detto ciò, come del resto ho già affermato nel mio commento, sono d'accordo che non sono i pianeti ad influire sulle nostre vite. Lo so che molti astrologhi lo affermano ma come dalla scienza è nata la fisica quantistica che si sta occupando di rispondere alle domande sui fenomeni "sottili", così all'interno dell'astrologia è nata una corrente che esce dai vecchi paradigmi delle antiche credenze per affrontare l'argomento in modo più "verosimile" cercando di arrivare al vero in modo meno oracolare e più razionale. La scienza non può spiegare tutti i fenomeni così come la religione non può vantare verità assolute. Solo la presa di coscenza del nostro grado di ignoranza e la seria volontà da ambo le parti di ricercare la verità può portare a conoscere veramente i meccanismi dell'universo. Ma questo implica doversi munire di una buona dose di umiltà amettendo che la stiamo cercando questa verità ma non ce l'abbiamo in tasca!
Il giorno 01/07/2013, Alessandra ha scritto:
"astologi", correggo la svista

Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 30/06/2013
visualizzata 1619 volte
commentata 4 volte
totale pagine: 503
totale visite: 609713

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (47) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (11) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (3) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (3) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (7) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (5) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (9) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (3) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (2) JLA (2) lavoro (51) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (2) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (6) parenti (10) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (2) poesie (4) politica (23) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (2) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (2) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (19) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (23) Wall-e (5)