Sei qui: blog » Lo Zodiaco e l'Ultima Cena

Lo Zodiaco e l'Ultima Cena

Non me ne voglia Leonardo. Però, quando sabato sera ho sentito uno dei partecipanti al convivio filosofico-esoterico a cui mi aveva invitato un’amica fare un parallelismo tra i 12 segni dello Zodiaco e una delle opere più famose del genio vincino, mi è subito venuta in mente una scena simile a quella dipinta dal genio autore di questa immagine. Con tutto quello che ne consegue, ovviamente...

La serata, in teoria, doveva approfittare della disponibilità di un’ospite della mia amica a cucinare leccornie indiane (dell’India, quindi cose vegetariane, non bisonte e aquila dalla testa bianca!), per imbastire una conversazione informale su scienza e fantasc... ops, volevo dire esoterismo. Senza pretese di convertire alcuno ad un lato o all’altro della forza, ma solo per ascoltare quello che gli altri avevano da dire e, eventualmente, portare le proprie considerazioni al riguardo.

Io avevo accettato l’invito, anche se sapevo di gettarmi in una fossa dei leoni, data la preponderante presenza di cavalieri dell’oroscopo, per innata curiosità e onestamente allettato dalle leccornie indiane; anzi, per aggiungere l’utile al dilettevole, ho pure brigato per arrivare prima, nel pomeriggio, in modo da dare una mano e nel frattempo apprendere i segreti della cucina del subcontinente... e devo dire che non sono rimasto deluso: con la mia amica e la cuoca per la serata abbiamo tagliato fragole, preparato chapati e parlato delle esperienze fatte in giro per il mondo. In modo del tutto naturale, con grande disponibilità da entrambe le parti.

Le cose han cominciato a mutare quando sono arrivati (e non arrivati, perché anche le assenza pare abbiano pesato) gli altri ospiti: duelli a colpi di archetipi, inizi di discorsi subito messi a tacere con verità assolute e la mancanza di un filo conduttore o, forse, la presenza di troppi fili conduttori hanno reso la serata un turbine di nozioni che, onestamente, contrastava con la pacatezza di una tradizione culinaria antica, e mi hanno lasciato alla finestra, a guardare quello che accadeva. In più di una occasione ho fatto mio il sempre saggio insegnamento di contare fino a 10 (e anche oltre, talvolta) prima di parlare, e poi di tacere comunque, ché certe volte pareva di assistere alla creazione di una canzone di Franco Battiato (David Riondino ci aveva fatto un pezzo fantastico, e pure una canzone), o anche della zuppa del casaro, tanti erano i pezzettoni buttati nel calderone, oserei dire piuttosto alla rinfusa.

Il top è però stato raggiunto quando - non ricordo più da chi - è stato osannato il professor Zichichi, genio incompreso se non da altri genii, come per esempio Maurizio Crozza. La sua capacità di dire tutto ed il contrario di tutto, rendendo confuso ogni concetto che sarebbe stato semplice per un qualsiasi bambino, mi ha fatto capire che la capacità di stordimento a colpi di paroloni non è un tratto peculiare dei soli politici, e che è difficile discutere sullo stesso piano con persone che si pongono su un piano astrale. Per fortuna, fuori, tra le nuvole, essendo campagna e notte, si vedevano ancora un po’ di stelle...


Commenti

Il giorno 03/06/2013, Massielena ha scritto:
ma almeno il mangiare era buono?
Il giorno 03/06/2013, Daniele ha scritto:
Ah, quanto mi sei terra-terra... cmq sì, non l'ho detto ma il cibo è stato delizioso, e la cuoca ha fatto apparire la sua presentazione di una semplicità allucinante (avverti pure Elena che magari prima o poi ci scappa un pasto indiano, per quanto forse sarebbe meglio affidarsi a Valentina ed Andrea che sperimentano la cosa da eoni).
E anche su quell'"almeno", vorrei aggiungere una cosa: magari non si è capito troppo, ma a me la serata è piaciuta, mi ci ero recato senza preconcetti ed ho fatto bene, ché non sapendo cosa aspettarmi ho colto tutto quello che si poteva cogliere, e l'ho trovata interessante, nel senso che ha destato e tenuto desto l'interesse. Magari, se la mia amica ne organizzerà ancora, potresti partecipare anche tu: è stato proposto di fare anche un po' di osservazione del cielo stellato, e chi meglio di te?!
Il giorno 03/06/2013, Anonima astropadronadicasa ha scritto:
E come faccio a non commentare? Primo round andato. Ho capito i punti da migliorare e quindi comincio a preparare il secondo round con cena a base di carne decarnizzata e grano "sgranato"!Massielena che presumo sie l'insieme di due, siete assolutamente invitati e benvenuti.E poi ce ne sarà per tutti...in tutti i sensi!
Il giorno 03/06/2013, Massielena ha scritto:
Evidentemente ti sei espresso male; quel che trapela tra le righe, almeno per quel che mi riguarda, è che la serata non ti è particolarmente piaciuta, compreso il fatto che hai messo addirittura da parte la tua proverbiale loquacità scelgiendo in alcuni casi di tacere per non creare ulteriore confusione in mezzo a quella già abbondantemente esistente.
Per il cielo stellato sono sempre disponibile, purchè esso non venga utilizzato per riflessioni astrologiche alle quali sono particolarmente refrattario.
Comunque, a parte Zichichi, di cosa avete parlato?
Il giorno 03/06/2013, Daniele ha scritto:
Non è che mi sono espresso male, caro Max: non mi sono proprio espresso... nel senso che non ho voluto dare un giudizio alla serata, perché non mi interessava darlo. Come ho detto, avevo accettato l'invito "per innata curiosità e onestamente allettato dalle leccornie indiane", e nessuna delle due aspettative è andata disattesa :)
Temo però che ad una serata del genere dovresti partecipare a mente aperta, il che ovviamente non significa dover approvare le scelte degli altri, ma quantomeno ascoltarle sì...
Il giorno 03/06/2013, Anonima astropadronadicasa ha scritto:
Non avrete mica paura degli astrologi, vero? Io non mangio la carne...figuriamoci gli astronomi! Il senso della serata voleva essere, e la prossima sarà, il sano confronto tra due discipline che si scontrano ormai da tempo immemore. Eppure esistono entrambe ed entrambe hanno un folto numero di seguaci. Allora, vogliamo fare come la politica dove tutti si tengono la loro idea a scapito della società intera o proprio per il bene della stessa non possiamo cominciare a dialogare, magari all'inizio con tanta ritrosia (come sta accadendo al governo italiano costretto a unire due poli così disuniti)ma almeno ci proviamo...
Il giorno 03/06/2013, Massielena ha scritto:
Ragazzi qui c'è molta carne al fuoco e la politica per me non centra proprio nulla.
Diciamola con parole dure, ma semplici: l'astrologia non mi interessa e non è questione di mente aperta o tenermi la mia idea, è solo che l'argomento non mi attrae.
Solo gli astronomi ottusi e astrologi ottusi si scontrano; gli altri convivono rispettandosi reciprocamente cosa che anch'io ho la speranza di saper fare.
Il giorno 03/06/2013, Anonima astropadronadicasa ha scritto:
Rispetto pienamente il disinteresse sull'argomento. Lila lo chiama siddhanta: un'affermazione che chiude la discussione.
Il giorno 03/06/2013, Daniele ha scritto:
Credo che il termine Siddhanta (http://en.wikipedia.org/wiki/Siddhanta) sia contrario alle perpetuazione del genere umano: se gli uomini si arrendessero di fronte ai Siddhanta delle donne, e smettessero di provarci, resterebbe solo la fecondazione in vitro :)

Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 02/06/2013
visualizzata 2716 volte
commentata 9 volte
totale pagine: 503
totale visite: 609708

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (47) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (11) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (3) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (3) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (7) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (5) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (9) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (3) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (2) JLA (2) lavoro (51) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (2) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (6) parenti (10) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (2) poesie (4) politica (23) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (2) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (2) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (19) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (23) Wall-e (5)