Sei qui: blog » Iron Man 3 e Chronicle: superpoteri, ma anche no!

Iron Man 3 e Chronicle: superpoteri, ma anche no!

Un uno-due micidiale, questo finesettimana: prima Iron Man 3, film su un uomo molto ricco e che di hobby fa il meccanico, e poi Chronicle, al cinema Truffarello, storia di 3 ragazzini che si trovano gettati sulle spalle dei superpoteri che neache Tony Stark...

Stop. Dimentica. Reload...

Avevo letto qualche recensione (senza spoiler, ovviamente... mica son tutti deficienti come i giornalisti di Repubblica, che scrivono dell’ignoto nemico di Kirk nel nuovo Star Trek e poi, in fondo all’articolo, ti ci buttano il nome di #$%** e ti rovinano un po’ la sorpresa!) sul terzo film dell’uomo d’acciaio (questo, non l’altro, figlio di Krypton) e tutte avevano concordato su una cosa: questo film era estremamente "leggero", fatto bene ma senza troppa profondità.

Ed è vero: Iron Man 3 spacca (per usare un termine giuovanile), eccome se spacca! Sembra di assistere ad un Die Hard con molte armature, esplosioni qui e là, battute (neanche troppe, se comparate con quelle nel film Vendicatori) umoristiche del buon playboy dal cuore tenero (e danneggiato), un cattivo credibile, un altro incredibile (vedere per capire!), distruzione, scintillante bellezza (sono le armature), J.A.R.V.I.S. in gran spolvero, musiche ben realizzate - specie quella finale. Insomma, un gran bel film, pieno di tutti gli elementi ricercati da chi al cinema vuole divertirsi.

Ma fa riflettere, fa meditare? No. Lascia il segno? Solo sulle armature. Si fa voler bene? Sì, senza dubbio, ma non sarà l’amore della vita.

Quello che invece fa riflettere, specie sulla frase "da grandi poteri derivano grandi responsabilità" (che, peraltro, non è neppure sua), è Chronicle. Girato come uno di quei finti documentari tipo Blair Witch Project o Cloverfield, narra la storia di 3 ragazzini che ricevono dei superpoteri da un oggetto (probabilmente) alieno, e che devono imparare a conviverci. All’inizio è un gioco, poi le cose si fanno più serie, e ognuno le affronta in maniera differente. Forse un po’ scontato in alcuni punti, sicuramente ha il merito di non lasciarsi andare alle cose semplici e simpatiche (alla Hancock, per intendersi), e di approfondire molto l’evoluzione dei 3 amici, e gli effetti che i nuovi poteri hanno su di loro. Viene da chiedersi come il bambino che poi è diventato Superman non abbia avuto gli stessi problemi, ma forse il merito è stato dei genitori adottivi, i Kent, che a) erano al corrente dei suoi poteri e b) gli hanno inculcato sani principi. In questo caso, invece, i genitori sono assenti, e gli effetti si vedono.

Rimane da chiedersi chi si diverta di più a volare: se Tony, con i pezzi di armatura che gli si attaccano addosso magicamente, o i tre giovani, che si tuffano e volteggiano tra le nuvole meglio di Fucur il Dragofortuna...


Commenti

Il giorno 05/05/2013, Massielena ha scritto:
Vedo che ho fatto bene a risparmiare i soldini per IM3; mio figlio, ben più giovane di me, mi aveva già avvertito sulla "leggerezza" del film mostrandomi al contempo senso critico ed anche voglia di contenuti che non fa mai male.
Ed i contenuti ci sono in effetti in Chronicle che anche io ho apprezzato proprio per l'esplorazione della tematica della scoperta di poteri enormi e, forse, ingestibili se inseriti in un contesto come quello familiare, non propriamente positivo. Al contempo, i valori positivi e la ricerca del bene e di se stessi aiutano ad utilizzare correttamente le proprie risorse. Bello il finale.
Il giorno 05/05/2013, Daniele ha scritto:
Su IM3: è invece un film che va visto al cinema, anche senza 3D ma comunque su schermo grande, giusto per rendere onore ai creatori degli effetti speciali (cmq, tra alcuni giorni c'è la settimana del cinema a 3 euri, per chi volesse approfittarne). Perché non deve essere sempre epico, il film...

Su Chronicle: io il finale l'ho trovato invece scontato, diciamo dalla lancia in poi, sapeva tanto di "Non è mai troppo tardi" con Nicholson e Freeman.
Il giorno 06/05/2013, Massielena ha scritto:
Per quanto riguarda IM3 è chiaro che il grande schermo aiuta e non ho mai parlato di epicità, ma di contenuti, quindi non solo armature, esplosioni spettacolari e quant'altro, ma almeno di una traccia per meditare.

Lascia un tuo commento

Informazioni

inserita il 05/05/2013
visualizzata 1192 volte
commentata 3 volte
totale pagine: 503
totale visite: 610027

Cerca nel blog

Cerca tra i contenuti pubblicati nel blog:

Categorie

Cerca tra le categorie presenti nel blog:

Pagine più recenti

Pagine più lette

Pagine più commentate

Ultimi commenti

Tag del blog

accompagnatore turistico (47) aerei ed altri oggetti volanti (3) America Centrale (7) amicizia (11) anniversari ed altre ricorrenze (9) appunti di studio (27) astronomia ed astrofilia (3) bambini (11) bicicletta (2) biglietti aerei (3) blog e siti web (15) bucket list (2) calcio (2) campeggio in tenda (2) carta di credito (2) Castegnero (3) Città del Vaticano (2) comici (3) comicità in TV (2) compleanni ed altre ricorrenze (7) concorsi a premi (6) consigli (2) consigli per viaggiatori (10) corsi on line (6) cose buffe (13) CouchSurfing (2) Coursera (9) cultura (2) customer service (2) cybercrime (2) diritti dei consumatori (2) disastri aerei (2) dove dormire in viaggio (6) draghi (6) dubbi esistenziali (3) economia (2) Ecuador (2) elezioni (5) Elizabeth (4) esame per licenza di accompagnatore (35) esami (33) Europa (3) Facebook (2) fantascienza (13) fantasy (10) Federica Cuman (2) film (32) filosofia orientale (3) fotografia (2) fumetti (9) furti e altre malefatte simili (2) Game of Thrones (22) geografia (3) giustizia (3) governo (2) grammatica (2) guerre e conflitti (7) Guerre Stellari (3) House of Cards (2) Il Signore degli Anelli (2) immigrazione (2) impegno civile (2) informatica (2) internet (9) investigatore privato (2) istruzioni per l'uso (2) Italia (2) JLA (2) lavoro (51) legge e normativa (3) leggi e normativa (7) lettere (2) lingua Esperanto (3) lingua inglese (2) Lo Hobbit (2) mare (2) matrimoni che finiscono male (3) Medio Oriente (5) morale (4) musica (7) omofobia (2) Pablo Neruda (2) Papa (2) papà (6) parenti (10) paura (2) pecorElettriche.it (7) pista pedociclabile (2) poesie (4) politica (23) premio Wanderlust (4) Presidente della Repubblica (2) privacy (3) professionalità (2) programmatore (2) Quentin Tarantino (3) Rat-Man (3) razzismo (7) referendum (3) religione (7) riflessioni profonde (3) ristoranti (2) riviste (2) saggi (5) salute (7) San Valentino (2) scienza (6) serie TV (36) servizi postali (2) Sherlock Holmes (7) Sindaco (2) social network (3) sogni (2) spazio infinito (3) spettacoli televisivi (2) sport (2) Stati Uniti d'America (7) storia (2) storie ben scritte (3) storie d'amore (15) studi (2) Sud America (6) supereroi (6) tecnologia (3) telefono (2) terrorismo (3) Tolkien (3) tradimento (4) treni (2) Twitter (3) vacanze (2) viaggi (19) violenza (2) vita da Tour Leader (7) vita e morte (23) Wall-e (5)