Sei qui: i miei viaggi » Al lavoro in America Latina (stagione 3) » Colombia » I bei facciotti di San Agustin

I bei facciotti di San Agustin

immagine

A Bogotà, con i suoi dipinti di Botero dalle forme gonfie, con le sue matite gigantesche nella piazza principale a mostrare un pò di solidarietà alla redazione di Charlie Hebdo - massacrata qualche giorno prima da due fanatici -, con la sua linea diretta di autobus che però arriva ad 1 km dall'aeroporto perché se no i tassisti locali si lamentavano, con della gente tanto cortese che a volte rischia di darti sui nervi per tutte le volte che si scusa per qualcosa, sono riuscito ad aggregarmi per qualche giorno al tour colombiano di JLA guidato da Elizabeth. Niente nepotismo, però: mi pago le spese di viaggio, ché in questo tour ci sono vari spostamenti aerei, ma almeno ho la possibilità di passare con lei qualche giorno, e di vedere qualcosa di questo paese.

Dopo i primi due giorni tutti per noi, arrivano i membri del gruppo, ed io la accompagno all'aeroporto per riceverli. Sembrano una buona combriccola, la maggior parte donne, e mi accettano senza alcun problema. Il primo giorno facciamo un ottimo tour guidato, terminandolo nel Museo dell'Oro, una delle più grandi collezioni al mondo di oggetti fatti col nobile metallo, sopravvissuto al costume dei conquistadores spagnoli di fondere tutto quello che luccicava. Il secondo, invece, lo trascorriamo quasi tutti nella casa di campagna della nostra guida, dove ci insegna a cucinare alcuni dei piatti tipici colombiani, dopo averci portato al mercato a fare la spesa. Ovviamente quel che cuciniamo lo mangiamo pure, ed è delizioso farlo lontani dal traffico della città, con solo qualche mucca che passa ogni tanto ed i cani che entrano ed escono dalla casa curiosi per la nostra presenza e desiderosi di una coccola, seppur distratta.

Poi, voliamo verso sud, verso la zona di San Agustin, dove una civiltà antica è riuscita a condensare quel che di buono veniva da molte altre, Inca compresi, lasciando importanti siti archeologici ora aperti a noi turisti del ventunesimo secolo. Statue e ancora statue, spesso con delle facciotte rubiconde, che raccontano a chi sa leggerle la storia di un popolo che credeva nelle divinità naturali, ma che sapeva più cose di quante ne sappiano oggi i contadini che ancora coltivano quelle terre. Le statue maschili, con i canini appuntiti come quelli del giaguaro (ché qua, di puma, non se ne vedono, e quindi tocca trovare un'altra fiera pericolosa e potente al tempo stesso); e quelle femminili, sorridenti, a volte nell'atto di dare alla luce. C'è una fonte d'acqua intera, con i rivoli che si fanno strada nella roccia, dove decine di figure sono tracciate in vari punti, difficili a vedersi se non con una mappa; e ci sono le tombe, con le statue poste a guardia di chi vi veniva sepolto, silenziose e vigili per sempre. Il tutto immerso nel verde, tanto verde che quasi potresti pensare di essere in Irlanda (e, di fatto, anche qui ci sono i tumuli), se non fosse che trifoglio e quadrifoglio non abbondano di certo.

L'ultima sera, prima di tornare a Bogotà, usciamo lei ed io per festeggiare il suo compleanno, che sarà tra qualche giorno quando io già sarò partito. Capitiamo in un ristorante italiano, dove Ugo, veronese di nascita e ormai colombiano d'adozione, quando scopre che vengo dal vicentino prima nasconde il gatto e poi ci offre in omaggio il dessert, dopo averci servito degli ottimi piatti di pasta (e se dico ottimi dovete credermi: ché, normalmente, i ristoranti italiani all'estero li evito come la peste, primo perché spesso la qualità del cibo è scadente e poi, fondamentalmente, perché non trovo abbia senso arrivare fin quaggiù per non mangiare le pietanze locali). Ugo sperava di essere scappato allo stress, ma la sua bravura in cucina è stata la sua rovina: ogni sera il ristorante è pieno, e di turisti e di gente locale, e a buona ragione... ah, cosa non fanno, 'sti veneti nel mondo...


Lascia un tuo commento

Campi
Bottoni

Informazioni

inserito il 22/01/2015
visualizzato: 1257 volte
commentato: 0 volte
totale racconti: 554
totale visualizzazioni: 948597

Cerca nel diario

Cerca tra i racconti di viaggio pubblicati nel diario di bordo:

Ultime destinazioni

Racconti più recenti

Racconti più letti

Racconti più commentati

Ultimi commenti

Tag del diario di bordo

Aguas Calientes Amalfi Amazzonia Ambato Andahuaylillas Angra dos Reis Arequipa Assisi Asunción Baia Mare Balau Lac Bassin Bleu Bassin Zim Bellagio Bishkek Bocas del Toro Bogotà Bologna Bonito Boquete Buenos Aires Buzios Bwindi Cajamarca Camaguey Campeche Campulung Cancun Cannes canyon del Colca Cap-Haïtien Cartagena Cayo Las Brujas Cernobbio Chaa Creek Chapada Diamantina Chiapa de Corzo Chiavari Chichen Itzà Chichicastenango Chiloe Chivay Cienfuegos Città del Guatemala Città del Messico Cluj Napoca Copacabana Copán Copán Ruinas Costa Azzurra Costiera Amalfitana Cuenca Curitiba Cusco Dubai Dukla Dunhuang Dushanbe El Calafate El Chaltén El Tajin Entebbe ExPlus Fan Mountains fiume Pacuare fiume Tambopata Florianopolis Foz do Iguaçu GCC Granada Grand Circle Guayaquil Huamachuco Humenne Igoumenitsa Iguaçu Iguazu Ilha Grande Ingapirca Interlaken Isla Colon Isla del Sol Isla Mujeres Istanbul Jacmel Jaiyuguan JLA Joya de Ceren Kampala Kashgar Khodjent Kibale Koch Kor Kokand Kumkoy La Antigua Guatemala La Havana La Paz lago di Como lago Maggiore lago Nicaragua lago Song-Kol lago Titicaca lago Yojoa lake Mburo Leon Lima Livingston Livorno Londra Lublin Lucca Macerata Machu Picchu Madaba Madrid Managua Manaus Mar Nero Margilon Mérida Mesilla Momostenango Monaco Monte Alban Murchison Falls Mutianyu Nice Nyjrbator Oaxaca Ometepe Omoa Osh Otavalo Pacaya Palenque Panajachel Panamà Papantla Paratì Patagonia Pechino Pelourinho Península Valdés Petra Pisac Port Au Prince Portoferraio Potosì Poza Rica Pucon Puebla Puerto Madryn Puerto Maldonado Puerto Natales Puerto Piramides Puerto Varas Puno Punta Arenas Quetzaltenango Quito Rang Raqchi Ravello Recanati Rio de Janeiro Rio Dulce Riobamba Roma Ruse salar Salvador da Bahia Samarcanda San Agustin San Blas San Cristobal de las Casas San Francisco El Alto San Ignacio San José San Juan San Marcos La Laguna San Pedro San Pedro de Atacama San Pedro La Laguna Santa Barbara Santa Caterina Santa Clara Santa Elena de Monteverde Santa Margherita Ligure Santiago Santiago Atitlan Santiaguito Sarospatak Sary Tash Seno Otway Shobak Sighisoara Sillustani Siloli Sololà Sorrento Stresa Sucre Sud America Sumidero Tambo Machay Targu Mures Tash Rabat Taulabé Tegucigalpa Tiahuanaco Tierra del Fuego Tikal torre di Burana Torres del Paine Transfagarasan Trinidad Trujillo Tucan Travel Turpan Urbino Urumqi Ushuaia Uxmal Uyuni Vaduz Vagabondo Valdivia Valle de Elqui Valle di Fergana Valparaiso Veliko Tarnovo Venezia Viejo Palmar Vila do Abraão Viña del Mar Viñales Vize Wild Frontiers Xian Yambol Zamosc Ziwa Rhino Sanctuary