Sei qui: i miei viaggi » OltreIlGiardino: un giro del mondo in 800 giorni » Bolivia » In missione per conto di Io

In missione per conto di Io

immagine"Ho visto la luce"!
... poi, ho ricliccato l'interruttore.

È stata un'esperienza mistica, ma niente come quella che mi sono andato a cercare (perché dire che mi si è parata davanti sarebbe stirare un pò troppo la verità) nella Cuiquitania (fa rima con litania, e non con Lituania, mi raccomando!), regione ad oriente di Santa Cruz de la Sierra ed a pochi passi dal Paranal brasiliano.

La Chiquitania è, a quanto pare, l'unico luogo in cui le missioni fondate e spesso costruite con sudore dai padri gesuiti venuti fin quaggiù dalla lontana Europa (spesso, dalla Germania) sono rimaste in piedi, usate dalla popolazione locale e nei recenti anni restaurate (quale più quale meno, a seconda del denaro disponibile e delle buone intenzioni dei fedeli) al loro precedente splendore. E che splendore! Sono una più bella dell'altra, una più colorata dell'altra: le pareti interne ed esterne decorate con motivi floreali locali o con immagini bibliche, le navate affollate da statue lignee che rappresentano un variegato pantheon di santi (con preferenza per la sacra famiglia e gli arcangeli Michele e Raffaele), e gli altari. Ah, gli altari! Il barocco qui ci va a nozze, intarsi di legnami più o meno pregiati incorniciano dipinti che definire "colorati" è un eufemismo, la funzione iconoblastica (sic!) delle figure appare nella sua estrema chiarezza anche ad un ignorante artistico quale il sottoscritto. E, poi, la musica... i gesuiti iziarono questa tradizione musicale, la musica era un modo per vincere la diffidenza degli autoctoni, e si trasformò in una maniera di onorare il proprio nuovo dio e le proprie vecchie tradizioni: ognuna di queste piccole comunità, perché le cosiddette "missioni" sono tante e tutte distribuite lungo un nastro che al 90 per cento non ha mai visto una goccia d'asfalto, ha il suo coro, qualcuna ha l'orchestrina (o orchestrona), la più fortunata (San Xavier) ha pure una Scuola di Musica, diretta dal maestro cubano Eduardo Silveira Rodriguez (eduarsilver@hotmail.com), che ha prodotto alcuni cd e molti concerti.

Ci si muove lentamente, in questi luoghi. Un pò perché, onestamente, oltre alla piazza quadrata ed alla chiesa che ne domina uno dei lati, rimane poco da vedere (tranne a Concepcion, dove la casa di un ex-Presidente della Repubblica è stata trasformata in museo per esporre i tesori dei secoli passati e per accogliere i laboratori di restauro, dove Milton mi fa da guida spiegandomi come ha appreso l'arte lavorando a fianco dei vari restauratori venuti alla fine dello scorso secolo e come spera di poterla passare a nuovi studenti - questo è un invito aperto a tutte le scuole di restauro italiane, se qualcuno ha agganci passi la notizia per favore); un pò perché ti soffermi a parlare con la gente, o a gustare una bibita ad uno dei banchettini agli angoli delle strade; e, un po', perché fa caldo durante il giorno, e non vale la pena agitarsi troppo (ah, la saggezza dei popoli!). e le strade son terribili, i bus si muovono al ralletantore, e a volte ce n'è solo uno al mattino e se ti fermi per visitare una chiesa ti tocca attendere 7 ore per il seguente...

Così vanno 5 giorni ed un pezzo, dal venerdì quando lascio in bus Santa Cruz, arrivando a San Xavier, con una fugace tappa al sabato pomeriggio a Concepcion, per poi ripartire la domenica notte per San Miguel, poi San Rafael, e infine San Josè, da dove un treno mi riporta alla civiltà. Salto Santa Ana (mia nipote non me ne voglia), per motivi di impossibilità logistico-connettiva (non ci sono bus), e forse mi fermo troppo nella prima meta, ma avevo un invito particolare per un concerto in onore della Console degli USA per la domenica sera, arrangiatomi da Luigi... ah, già, Luigi: italiano de Roma, sposato con una signora boliviana, ha aperto un ristorante che tiene alto il nome della cucina italiana (lo posso dire, perché ci ho mangiato tre volte, e me le sono gustate) e il senso della cortesia e della gentilezza con i compatrioti che si trovano a passare di là. Un pò come Rosita Romanazzi, cuoca provetta figlia di italiani, che manda avanti tra mille difficoltà (ed incomprensioni culinarie: da queste parti la gente si accontenta di "empanadas" e riso...) l'omonima locanda a San Josè (e che sta cercando apprendisti... anche questo è un appello aperto a chi voglia visitare questo paese e apprendere qualcosa, ovviamente non solo cucina italiana!). Sono amici, ora, come Milton e il maestro Eduardo, e con essi ho vissuto un pochettino di questi luoghi in cui la storia si è fermata a quegli uomini arrivati dietro ad una croce.

Ora sono di nuovo a Santa Cruz, ricaricando (ma ne ho bisogno?) le batterie prima di andare a Cochabamba... o, chissà, magari mi fermo lungo la strada, a visitare e a lavorare per qualche giorno nel centro di recupero faunistico Inti Wara Yassi... se sparisco, sapete dove sono!

Commenti

Il giorno 05/05/2005, Jorge Tarducci ha scritto...
Daniele: Gracias por tu diario, siempre lleno de vivencias fuertes. Viva el esperanto !
Il giorno 05/05/2005, Sergio Debattisti ha scritto...
Ciao Daniele,

ogni tanto vengo a vedere nel tuo sito dove sei e ti leggo sempre volentieri .... !!!

Mi sembra che stai bene e che te la cavi ... !!!

Salutami il sudamerica ...

Un grosso Ciao
SERGIO
Il giorno 05/05/2005, Daniele ha scritto...
Animali, a me!
Ok, io ci provo: stanotte scendo dal bus, e vado in questo rifugio per belve feroci. Se non ritorno, sappiate che vi ho amato, o pecore! :-)

p.s.: il web è http://www.intiwarayassi.org/
Il giorno 05/05/2005, Sergio ha scritto...
Sono andato a vedere il sito ...
ci sono giaguari non gatti nel parco ... !!!

OCCHIO
Il giorno 06/05/2005, Massielena ha scritto...
Per chi volesse farsi una cultura cinematografica sulle missioni gesuite in sud anerica è illuminante e bellissimo il film Mission con Jeremy Irons e Robert DeNiro, palma d'oro al festival di Cannes anni fa e con una delle più belle colonne sonore che io abbia mai sentito opera di Ennio Morricone.
Nota per Daniele; visto che vai ad affrontare le belve: non potevi mica fare testamento prima e citarmi fra i tuoi eredi?
Il giorno 08/05/2005, Daniele ha scritto...
Ecco, con questa ultima frase, caro il mio Max, ti sei giocato i film di fantascienza... :-)

Mission è ambientato in una regione bellissima, quella Argentina-Uruguayana, ma dove purtroppo di missioni da veder non ce ne sono più (a quanto mi dicono)... soloro ruderi.
Il giorno 08/05/2005, Nicola ha scritto...
ciao daniele.....come fai a mantenerti nei tuoi viaggi?
sarà una domanda stupida...ma forse mi son perso qualcosa!
BUON VIAGGIO!
NICOLA
Il giorno 09/05/2005, Massielena ha scritto...
Non mi interessano i film di fantascienza perchè li ho già tutti quelli che mi interessano........................
Il giorno 10/05/2005, Daniele ha scritto...
>come fai a mantenerti nei tuoi viaggi?
Ma è ovvio: faccio pagare per ogni volta che mi tocca rispondere a questa domanda :-)
Il giorno 10/05/2005, Renato ha scritto...
ti ringrazio per gli auguri (sei stato l'unico tra gli amici vicentini a ricordartene !). A Pozzuoli procede tutto bene, Giancarlo sta crescendo, ora cammina, corre,si arrampica, apre e svuota tutti i cassetti, insomma con lui è difficile annoiarsi! Ma complessivamente , rispetto alla media è abbastanza buono, dorme quasi tutta la notte e piange raramente.
Anche Filomena sta bene, anche se è un po stanca: non vediamo l'ora che arrivi giugno per andare in ferie in albergo e riposarci un poco. leggo spesso le tue avventure in giro per il mondo e ti invidio un poco.
Prima o poi hai intenzione di passare anche per il Brasile? Potrei darti qualche consiglio, ricordando i posti dove sono stato anni fa, quando anch'io facevo il giramondo.
Ti mando un saluto affettuoso Renato
Il giorno 10/05/2005, Nicola ha scritto...
dai daniele...a parte gli scherzi.
mi sto laureando e o voglia di fare un bel giretto intorno al mondo.
solo per questo!
ci mancherebbe che mi faccia gli affari tuoi!!
fai il bravo...
Il giorno 12/05/2005, Nicola ha scritto...
allora...tipo....come fai a viaggiare e tenere sempre aggiornato il
sito.
.....come fai a mantenerti durante ei tuoi viaggi?
lavori...?

avrei voglia di afre un bel giretto anch'io dopo la laurea ad ottobre!

ho vissuto a madrid per 1 anno, quindi lo spagnolo lo mastico bene!
sud america o asia......mi piacerebbe girare (fa' quasi rima!).

hai info da darmi su questi paesi?
Il giorno 16/05/2005, Claudio Proietti ha scritto...
ti ho inviato delle foto (2) in due momenti diversi. Volevo comunicartelo.Buona continuazione. Ciao, Claudio e C.
Il giorno 20/05/2005, Paolo e dina ha scritto...
ciao Daniele!
grazie per la splendida conchiglia raccolta con le tue manine, e che abbiamo recuperato ieri a casa cattani. Siamo felici di sapere che la cucina italiana è sempre un successo.
ciao!
DIna,. Paolo, Ester

Lascia un tuo commento

Campi
Bottoni

Informazioni

inserito il 05/05/2005
visualizzato: 2394 volte
commentato: 14 volte
totale racconti: 553
totale visualizzazioni: 833808

Cerca nel diario

Cerca tra i racconti di viaggio pubblicati nel diario di bordo:

Ultime destinazioni

Racconti più recenti

Racconti più letti

Racconti più commentati

Ultimi commenti

Tag del diario di bordo

Aguas Calientes Amalfi Amazzonia Ambato Andahuaylillas Angra dos Reis Arequipa Assisi Asunción Baia Mare Balau Lac Bassin Bleu Bassin Zim Bellagio Bishkek Bocas del Toro Bogotà Bologna Bonito Boquete Buenos Aires Buzios Bwindi Cajamarca Camaguey Campeche Campulung Cancun Cannes canyon del Colca Cap-Haïtien Cartagena Cayo Las Brujas Cernobbio Chaa Creek Chapada Diamantina Chiapa de Corzo Chiavari Chichen Itzà Chichicastenango Chiloe Chivay Cienfuegos Città del Guatemala Città del Messico Cluj Napoca Copacabana Copán Copán Ruinas Costa Azzurra Costiera Amalfitana Cuenca Curitiba Cusco Dubai Dukla Dushanbe El Calafate El Chaltén El Tajin Entebbe ExPlus Fan Mountains fiume Pacuare fiume Tambopata Florianopolis Foz do Iguaçu GCC Granada Grand Circle Guayaquil Huamachuco Humenne Igoumenitsa Iguaçu Iguazu Ilha Grande Ingapirca Interlaken Isla Colon Isla del Sol Isla Mujeres Istanbul Jacmel JLA Joya de Ceren Kampala Kashgar Khodjent Kibale Koch Kor Kokand Kumkoy La Antigua Guatemala La Havana La Paz lago di Como lago Maggiore lago Nicaragua lago Song-Kol lago Titicaca lago Yojoa lake Mburo Leon Lima Livingston Livorno Londra Lublin Lucca Macerata Machu Picchu Madaba Madrid Managua Manaus Mar Nero Margilon Mérida Mesilla Momostenango Monaco Monte Alban Murchison Falls Mutianyu Nice Nyjrbator Oaxaca Ometepe Omoa Osh Otavalo Pacaya Palenque Panajachel Panamà Papantla Paratì Patagonia Pechino Pelourinho Península Valdés Petra Pisac Port Au Prince Portoferraio Potosì Poza Rica Pucon Puebla Puerto Madryn Puerto Maldonado Puerto Natales Puerto Piramides Puerto Varas Puno Punta Arenas Quetzaltenango Quito Rang Raqchi Ravello Recanati Rio de Janeiro Rio Dulce Riobamba Roma Ruse salar Salvador da Bahia Samarcanda San Agustin San Blas San Cristobal de las Casas San Francisco El Alto San Ignacio San José San Juan San Marcos La Laguna San Pedro San Pedro de Atacama San Pedro La Laguna Santa Barbara Santa Caterina Santa Clara Santa Elena de Monteverde Santa Margherita Ligure Santiago Santiago Atitlan Santiaguito Sarospatak Sary Tash Seno Otway Shobak Sighisoara Sillustani Siloli Sololà Sorrento Stresa Sucre Sud America Sumidero Tambo Machay Targu Mures Tash Rabat Taulabé Tegucigalpa Tiahuanaco Tierra del Fuego Tikal torre di Burana Torres del Paine Transfagarasan Trinidad Trujillo Tucan Travel Urbino Ushuaia Uxmal Uyuni Vaduz Vagabondo Valdivia Valle de Elqui Valle di Fergana Valparaiso Veliko Tarnovo Venezia Viejo Palmar Vila do Abraão Viña del Mar Viñales Vize Wild Frontiers Xian Yambol Zamosc Ziwa Rhino Sanctuary