FUNtastic!

immagineÈ con questo urlo che la hostess australiana ci ha spiegato come dovevamo fare nel caso in cui avessimo dovuto aprire il portello di emergenza (ho scelto come al solito il posto vicino ad uno di essi, in quanto c'è più spazio per le mie povere lunghe gambine!).

Ebbene sì, sono a Perth! Sono ospite di un esperantista e di suo cognato semiesperantista... sabato sera all'aeroporto ho trovato Debra con un bel cartello col mio nome e la pecora al centro (idea di sua figlia)... peccato che, senza occhiali, da 20 metri di distanza vedevo solo il cartello... ma non c'erano altri ad attendere qualcuno, quindi è stato facile incontrarsi.

Guidando speditamente, mi ha fatto fare un giro panoramico per le strade di Perth, e attraverso il grande King's Park. Siamo arrivati a casa sua, ho intravisto la giovane figlia che si nascondeva nella sua camera e poi abbiamo parlato a lungo di vari argomenti.

Al mattino, abbondante colazione, e poi in macchina raggiungiamo il centro. Quasi tutto è chiuso, poche anime vive si aggirano per le strade, e quindi abbiamo gioca facile nel muoverci tra qualche attrazione turistica (la trasparente Torre delle Campane e qualche chiesa) e le strade dove ostelli ed agenzie si rivolgono ai molti visitatori con lo zaino in spalla.
Tornati a casa, pranziamo mentre la figlia finalmente esce dal guscio e (incredibile!) ci parla, poi andiamo a casa di un esperantista che vive nei paraggi e che mi ospiterà per i prossimi giorni.

Peter non parla un buon esperanto come Debra, ma per tre ore cerca di seguire i miei discorsi (quando ha dei dubbi, glielo leggo in faccia e ripeto più lentamente) con discreto successo (Damien, suo cognato, che l'esperanto lo sta studiando con molta calma, acchiappa al volo qualche parola ogni tanto). Ci sono anche la figlia di Damien, ed una sua amichetta; ma verso ora di cena scompaiono, riaccompagnate dalle rispettive madri.
Parlottiamo in inglese, ma la stanchezza dei due ci impedisce di fare il partitone a Risiko che mi avevano proposto.

Questa mattina, Damien mi ha portato fino in centro in macchina (doveva passarci per andare al lavoro), ed io cominciato a guardarmi attorno. Il risultato: spazio. Tanto spazio. Strade larghe e a più corsie, case con discreto giardinetto intorno (tranne nel centro centro, ovviamente)... e poi tanta gente che non ha capito se qui è inverno o meno (temperatura media = 18 gradi), c'è chi giri con la giacca a vento e gli scarponi pelosi tipo Yeti e chi in ciabatte infradito e maglietta maniche corte... io sono un via di mezzo (vi ricordo che la mia giacca è ancora da qualche parte in Indonesia). Visito alcuni ostelli, e ricopio un pò di indirizzi di persone che cercano compagni di viaggio per condividere spese ed avventure; poi, visito dei negozi per vedere i costi del materiale che mi servirà, e ne approfitto per acquistare una cintura (davvero, lo giuro, i jeans mi cadono...) e una carta telefonica (dalle prestazioni incredibili: ho telefonato in Italia tre volte, nel pomeriggio, spendendo circa 1 euro in tutto!). Cammino un pò per le strade, osservando gli australiani che si aggirano senza saltellare (riferirò in seguito sulla fauna femminile, particolarmente notevole!), e poi prendo uno degli autobus gratuiti e raggiungo King's Park, dove prendo parte ad un escursione guidata nel giardino botanico (che è bello e pure interessante... questo è uno dei più bei parchi che abbia mai visto!). Fatte le telefonate di cui sopra, con una leggere pioggerella (altra priorità: un ombrello) prendo il bus per tornare e... patatrac: un pazzo ci taglia la strada, la prontezza di riflessi dell'autista ci salva dal botto ma il bus si ferma per soccorrere l'altro guidatore e così aspettiamo che arrivi l'autobus di scorta, il quale autista non conosce bene le fermate e quindi mi chiede gentilmente di chiedere agli altri passeggeri dove si trova quella che serve a me ;-)
Arrivo, cmq, salvo. Damien cucina un buon risotto, poi riceviamo la visita della vicina di casa di Peter ed insieme gustiamo una torta e parliamo di stranezze del posto. La partita salta di nuovo, causa stanchezza degli avversari (mi sa che se va avanti così...)

Commenti

Il giorno 22/06/2004, Massielena ha scritto...
...una telefonatina al tuo amico visti i costi?

Lascia un tuo commento

Campi
Bottoni

Informazioni

inserito il 21/06/2004
visualizzato: 1850 volte
commentato: 1 volta
totale racconti: 554
totale visualizzazioni: 947111

Cerca nel diario

Cerca tra i racconti di viaggio pubblicati nel diario di bordo:

Ultime destinazioni

Racconti più recenti

Racconti più letti

Racconti più commentati

Ultimi commenti

Tag del diario di bordo

Aguas Calientes Amalfi Amazzonia Ambato Andahuaylillas Angra dos Reis Arequipa Assisi Asunción Baia Mare Balau Lac Bassin Bleu Bassin Zim Bellagio Bishkek Bocas del Toro Bogotà Bologna Bonito Boquete Buenos Aires Buzios Bwindi Cajamarca Camaguey Campeche Campulung Cancun Cannes canyon del Colca Cap-Haïtien Cartagena Cayo Las Brujas Cernobbio Chaa Creek Chapada Diamantina Chiapa de Corzo Chiavari Chichen Itzà Chichicastenango Chiloe Chivay Cienfuegos Città del Guatemala Città del Messico Cluj Napoca Copacabana Copán Copán Ruinas Costa Azzurra Costiera Amalfitana Cuenca Curitiba Cusco Dubai Dukla Dunhuang Dushanbe El Calafate El Chaltén El Tajin Entebbe ExPlus Fan Mountains fiume Pacuare fiume Tambopata Florianopolis Foz do Iguaçu GCC Granada Grand Circle Guayaquil Huamachuco Humenne Igoumenitsa Iguaçu Iguazu Ilha Grande Ingapirca Interlaken Isla Colon Isla del Sol Isla Mujeres Istanbul Jacmel Jaiyuguan JLA Joya de Ceren Kampala Kashgar Khodjent Kibale Koch Kor Kokand Kumkoy La Antigua Guatemala La Havana La Paz lago di Como lago Maggiore lago Nicaragua lago Song-Kol lago Titicaca lago Yojoa lake Mburo Leon Lima Livingston Livorno Londra Lublin Lucca Macerata Machu Picchu Madaba Madrid Managua Manaus Mar Nero Margilon Mérida Mesilla Momostenango Monaco Monte Alban Murchison Falls Mutianyu Nice Nyjrbator Oaxaca Ometepe Omoa Osh Otavalo Pacaya Palenque Panajachel Panamà Papantla Paratì Patagonia Pechino Pelourinho Península Valdés Petra Pisac Port Au Prince Portoferraio Potosì Poza Rica Pucon Puebla Puerto Madryn Puerto Maldonado Puerto Natales Puerto Piramides Puerto Varas Puno Punta Arenas Quetzaltenango Quito Rang Raqchi Ravello Recanati Rio de Janeiro Rio Dulce Riobamba Roma Ruse salar Salvador da Bahia Samarcanda San Agustin San Blas San Cristobal de las Casas San Francisco El Alto San Ignacio San José San Juan San Marcos La Laguna San Pedro San Pedro de Atacama San Pedro La Laguna Santa Barbara Santa Caterina Santa Clara Santa Elena de Monteverde Santa Margherita Ligure Santiago Santiago Atitlan Santiaguito Sarospatak Sary Tash Seno Otway Shobak Sighisoara Sillustani Siloli Sololà Sorrento Stresa Sucre Sud America Sumidero Tambo Machay Targu Mures Tash Rabat Taulabé Tegucigalpa Tiahuanaco Tierra del Fuego Tikal torre di Burana Torres del Paine Transfagarasan Trinidad Trujillo Tucan Travel Turpan Urbino Urumqi Ushuaia Uxmal Uyuni Vaduz Vagabondo Valdivia Valle de Elqui Valle di Fergana Valparaiso Veliko Tarnovo Venezia Viejo Palmar Vila do Abraão Viña del Mar Viñales Vize Wild Frontiers Xian Yambol Zamosc Ziwa Rhino Sanctuary