Sei qui: i miei viaggi » Al lavoro in America Latina (stagione 2) » Costa Rica » Abolire le forze armate rende meno analfabeti

Abolire le forze armate rende meno analfabeti

immagine

Costa Rica, un paese che non si sa se è maschio o femmina, è privo delle forze armate dal 1949, grazie ad un bravo giovane di nome Pepe Figueres.

Don Pepe, come tutti lo chiamavano, era di buona famiglia e di grande carisma, sottolineato solo dai suoi profondi occhi blu; soprattutto, sapeva sognare, e sapeva che ogni tanto bisogna rimboccarsi le maniche per far sì che i propri sogni si avverino.

Fu così che, quando alla fine degli anni '40 un brutto pasticcio elettorale in occasione delle elezioni presidenziali, con accuse di brogli mosse dallo sconfitto, l'ex presidente Rafaèl Angel Calderon Guardia, al presidente uscito dalle elezioni, Otilio Ulate, e il non riconoscimento della vittoria di questi da parte del presidente in carica, Teodoro Picado, portò il paese sull'orlo della guerra civile, Don Pepe scese dalle sue montagne con un pugno di amici e, semplicemente, fece la rivoluzione. Una rivoluzione, o guerra civile, che durò poche settimane, ma che causò ugualmente la morte di un paio di migliaia di persone, pur decretando alla fine la vittoria di Don Pepe.

Questi formò un governo provvisorio di diciotto mesi, durante i quali riuscì a regalare ai costaricensi una costituzione democratica, che finalmente dava il diritto di voto a neri e donne e che, tra l'altro, giusto per evitare le possibilità dittatoriali così care ai paesi della zona, impediva il rinnovo consecutivo del mandato presidenziale.

Soprattutto, con un gesto che non aveva precedenti nella storia, Don Pepe decretò per via costituzionale l'abolizione delle forze armate. Tutti a casa, senza né "ma" né "un momento". Anche perché, viste le dimensioni del paese, "se lo attacca uno grosso, il Costa Rica è ugualmente nei guai, mentre se lo attacca uno piccolo, possono sempre chiamare in aiuto uno grosso".

A dirla tutta, il piccolo esercito era stato comunque decimato durante la guerra civile; ma l'idea di base, il sogno pacifista, diventò realtà il 1° dicembre del 1948. Da quel momento, i fondi destinati alle forze armate poterono essere reindirizzati a questioni più importanti, quali le dotazioni della sanità e dell'istruzione. Al giorno d'oggi, in Costa Rica il tasso di analfabetismo è tra i più bassi al mondo (3-4%), il numero di università per abitanti (1 ogni 500000, circa) è enorme, e l'aspettativa di vita è oltre i 77 anni, ben al di sopra della media locale.

E a Don Pepe, cosa accadde? Semplicemente, al termine del periodo che si era dato, riconsegnò il potere nelle mani del presidente eletto Otilio Ulate, e, come Lucio Quinzio Cincinnato, tornò a vita privata... per un pò di tempo, almeno: fondò poi il partito di Liberacion National, e venne eletto due volte presidente (nel 1953 e nel 1970), fino a morire nel 1990, rimpianto e venerato come un eroe nazionale.


Lascia un tuo commento

Campi
Bottoni

Informazioni

inserito il 31/12/2013
visualizzato: 1142 volte
commentato: 0 volte
totale racconti: 554
totale visualizzazioni: 904322

Cerca nel diario

Cerca tra i racconti di viaggio pubblicati nel diario di bordo:

Ultime destinazioni

Racconti più recenti

Racconti più letti

Racconti più commentati

Ultimi commenti

Tag del diario di bordo

Aguas Calientes Amalfi Amazzonia Ambato Andahuaylillas Angra dos Reis Arequipa Assisi Asunción Baia Mare Balau Lac Bassin Bleu Bassin Zim Bellagio Bishkek Bocas del Toro Bogotà Bologna Bonito Boquete Buenos Aires Buzios Bwindi Cajamarca Camaguey Campeche Campulung Cancun Cannes canyon del Colca Cap-Haïtien Cartagena Cayo Las Brujas Cernobbio Chaa Creek Chapada Diamantina Chiapa de Corzo Chiavari Chichen Itzà Chichicastenango Chiloe Chivay Cienfuegos Città del Guatemala Città del Messico Cluj Napoca Copacabana Copán Copán Ruinas Costa Azzurra Costiera Amalfitana Cuenca Curitiba Cusco Dubai Dukla Dunhuang Dushanbe El Calafate El Chaltén El Tajin Entebbe ExPlus Fan Mountains fiume Pacuare fiume Tambopata Florianopolis Foz do Iguaçu GCC Granada Grand Circle Guayaquil Huamachuco Humenne Igoumenitsa Iguaçu Iguazu Ilha Grande Ingapirca Interlaken Isla Colon Isla del Sol Isla Mujeres Istanbul Jacmel Jaiyuguan JLA Joya de Ceren Kampala Kashgar Khodjent Kibale Koch Kor Kokand Kumkoy La Antigua Guatemala La Havana La Paz lago di Como lago Maggiore lago Nicaragua lago Song-Kol lago Titicaca lago Yojoa lake Mburo Leon Lima Livingston Livorno Londra Lublin Lucca Macerata Machu Picchu Madaba Madrid Managua Manaus Mar Nero Margilon Mérida Mesilla Momostenango Monaco Monte Alban Murchison Falls Mutianyu Nice Nyjrbator Oaxaca Ometepe Omoa Osh Otavalo Pacaya Palenque Panajachel Panamà Papantla Paratì Patagonia Pechino Pelourinho Península Valdés Petra Pisac Port Au Prince Portoferraio Potosì Poza Rica Pucon Puebla Puerto Madryn Puerto Maldonado Puerto Natales Puerto Piramides Puerto Varas Puno Punta Arenas Quetzaltenango Quito Rang Raqchi Ravello Recanati Rio de Janeiro Rio Dulce Riobamba Roma Ruse salar Salvador da Bahia Samarcanda San Agustin San Blas San Cristobal de las Casas San Francisco El Alto San Ignacio San José San Juan San Marcos La Laguna San Pedro San Pedro de Atacama San Pedro La Laguna Santa Barbara Santa Caterina Santa Clara Santa Elena de Monteverde Santa Margherita Ligure Santiago Santiago Atitlan Santiaguito Sarospatak Sary Tash Seno Otway Shobak Sighisoara Sillustani Siloli Sololà Sorrento Stresa Sucre Sud America Sumidero Tambo Machay Targu Mures Tash Rabat Taulabé Tegucigalpa Tiahuanaco Tierra del Fuego Tikal torre di Burana Torres del Paine Transfagarasan Trinidad Trujillo Tucan Travel Turpan Urbino Urumqi Ushuaia Uxmal Uyuni Vaduz Vagabondo Valdivia Valle de Elqui Valle di Fergana Valparaiso Veliko Tarnovo Venezia Viejo Palmar Vila do Abraão Viña del Mar Viñales Vize Wild Frontiers Xian Yambol Zamosc Ziwa Rhino Sanctuary