Ritorno al deserto

immagine

Me lo ricordavo più deserto...

È la prima cosa che ho pensato viaggiando di nuovo sulle distese desolate che fanno da confine tra la Bolivia ed il Cile, questi due paesi sudamericani che non si sono mai visti particolarmente di buon occhio e che, ad ogni campagna elettorale, rinverdiscono gli slogan propagandistici su fatti che risalgono alla lontana Guerra del Pacifico (e stiamo parlando del 1879-1884, giusto per capirci!).

La prima volta che ci ero passato, anni fa, sull'enorme superficie bianca del salar di Uyuni o su quelle dove sabbia e ciottoli si mischiano mentre l'altitudine sale, verso Siloli e verso il confine, grazie ad uno dei tour organizzati a San Pedro de Atacama, si vedevano solo sporadici veicoli aggirarsi, solitamente a velocità sostenuta, seguendo rotte che parevano memorizzate nei loro ingranaggi.

Questa volta, facendo il cammino inverso, e potendo approfittare di tempi più dilatati, ho notato che c'è un bel pò di vita, nel deserto. Vita umana: il numero dei fuoristrada è aumentato, e di molto; e incredibilmente ci siamo imbattuti spesso anche in ciclisti, che sicuramente in preda a qualche calcolata pazzia alla sera piantavano la tenda mentre fuori la temperatura arrivava sotto lo zero e, come fiori baciati dal sole, al mattino ne spuntavano fuori, rimontando in sella pronti per ripartire.

C'è poi molta differenza tra viaggiare in quattro più autista e cuoca in una jeep leggermente scassata, ed invece essere in quattro con il guidatore in un veicolo abbastanza nuovo da essere ancora dotato di tutta l'imbottitura dei sedili. Ma è soprattutto il passo, che fa la differenza: a parte il primo giorno, che abbiamo fatto un tour de force per arrivare da La Paz fino al deserto salato, in quelli successivi abbiamo quasi dovuto tirare per le lunghe, per non arrivare troppo presto agli hotel.

Hotel molto carini, tra l'altro: costruiti con materiali locali (e così c'è l'hotel di sale, l'hotel di pietra e l'hotel del deserto... una cosa tipo i 3 porcellini, e per fortuna alla fine non è arrivato Ezechiele Lupo), illuminati e riscaldati da pannelli solari - specie l'ultimo, che è così isolato da non essere raggiunto neppure dalla rete elettrica -, con camere molto grandi e letti giganti.

Ma sono i fenicotteri, rossissimi nel contrasto con i colori delle lagune ricche di sali minerali, le distese bianche, le rocce cesellate dal vento e i vulcani dalla perfetta forma a cono che rendono questi luoghi speciali, e noi scattiamo megamiliardi di fotografie, con la macchina e con gli occhi, ché a volte i ricordi più belli sono quelli un pò offuscati dalla memoria.

E', questo, un posto speciale. Perché le montagne ce le abbiamo anche noi in Europa, e i laghi pure, e anche i resti di antiche civiltà. Ma distese così grandi, così monoelementari, dai colori vividi e incredibili, non le ho mai viste in nessun altro luogo, e mi meraviglia il fatto che non ci sia un numero ancor più grande di visitatori.

Nota bene:

Un po' di immagini degli hotel del deserto si trovano sul sito web della catena Tayka, http://www.taykahoteles.com/

Lascia un tuo commento

Campi
Bottoni

Informazioni

inserito il 10/10/2013
visualizzato: 1535 volte
commentato: 0 volte
totale racconti: 554
totale visualizzazioni: 925609

Cerca nel diario

Cerca tra i racconti di viaggio pubblicati nel diario di bordo:

Ultime destinazioni

Racconti più recenti

Racconti più letti

Racconti più commentati

Ultimi commenti

Tag del diario di bordo

Aguas Calientes Amalfi Amazzonia Ambato Andahuaylillas Angra dos Reis Arequipa Assisi Asunción Baia Mare Balau Lac Bassin Bleu Bassin Zim Bellagio Bishkek Bocas del Toro Bogotà Bologna Bonito Boquete Buenos Aires Buzios Bwindi Cajamarca Camaguey Campeche Campulung Cancun Cannes canyon del Colca Cap-Haïtien Cartagena Cayo Las Brujas Cernobbio Chaa Creek Chapada Diamantina Chiapa de Corzo Chiavari Chichen Itzà Chichicastenango Chiloe Chivay Cienfuegos Città del Guatemala Città del Messico Cluj Napoca Copacabana Copán Copán Ruinas Costa Azzurra Costiera Amalfitana Cuenca Curitiba Cusco Dubai Dukla Dunhuang Dushanbe El Calafate El Chaltén El Tajin Entebbe ExPlus Fan Mountains fiume Pacuare fiume Tambopata Florianopolis Foz do Iguaçu GCC Granada Grand Circle Guayaquil Huamachuco Humenne Igoumenitsa Iguaçu Iguazu Ilha Grande Ingapirca Interlaken Isla Colon Isla del Sol Isla Mujeres Istanbul Jacmel Jaiyuguan JLA Joya de Ceren Kampala Kashgar Khodjent Kibale Koch Kor Kokand Kumkoy La Antigua Guatemala La Havana La Paz lago di Como lago Maggiore lago Nicaragua lago Song-Kol lago Titicaca lago Yojoa lake Mburo Leon Lima Livingston Livorno Londra Lublin Lucca Macerata Machu Picchu Madaba Madrid Managua Manaus Mar Nero Margilon Mérida Mesilla Momostenango Monaco Monte Alban Murchison Falls Mutianyu Nice Nyjrbator Oaxaca Ometepe Omoa Osh Otavalo Pacaya Palenque Panajachel Panamà Papantla Paratì Patagonia Pechino Pelourinho Península Valdés Petra Pisac Port Au Prince Portoferraio Potosì Poza Rica Pucon Puebla Puerto Madryn Puerto Maldonado Puerto Natales Puerto Piramides Puerto Varas Puno Punta Arenas Quetzaltenango Quito Rang Raqchi Ravello Recanati Rio de Janeiro Rio Dulce Riobamba Roma Ruse salar Salvador da Bahia Samarcanda San Agustin San Blas San Cristobal de las Casas San Francisco El Alto San Ignacio San José San Juan San Marcos La Laguna San Pedro San Pedro de Atacama San Pedro La Laguna Santa Barbara Santa Caterina Santa Clara Santa Elena de Monteverde Santa Margherita Ligure Santiago Santiago Atitlan Santiaguito Sarospatak Sary Tash Seno Otway Shobak Sighisoara Sillustani Siloli Sololà Sorrento Stresa Sucre Sud America Sumidero Tambo Machay Targu Mures Tash Rabat Taulabé Tegucigalpa Tiahuanaco Tierra del Fuego Tikal torre di Burana Torres del Paine Transfagarasan Trinidad Trujillo Tucan Travel Turpan Urbino Urumqi Ushuaia Uxmal Uyuni Vaduz Vagabondo Valdivia Valle de Elqui Valle di Fergana Valparaiso Veliko Tarnovo Venezia Viejo Palmar Vila do Abraão Viña del Mar Viñales Vize Wild Frontiers Xian Yambol Zamosc Ziwa Rhino Sanctuary