Sei qui: i miei viaggi » Egitto e Medio Oriente » Egitto » Ahhh, nubiano!!!

Ahhh, nubiano!!!

immagine

L'alto Egitto si trova in basso, nella carta. È una contraddizione in termini, me ne rendo conto, e in queste ultime settimane mi ha causato non poche confusioni, ma è così che va il mondo da queste parti.

L'ultima città lungo il Nilo che ho visitato è Assuan, nei pressi della prima delle cataratte che hanno sempre impedito la navigazione fluviale e, di conseguenza, che fornivano una difesa naturale al regno dei faraoni. Qui il grande fiume, che non si pasce ormai più di affluenti - quegli affluenti che invece si trovano in territorio sudanese - scorre tranquillo intorno alle rocce, tenendo a bada le dune sabbiose del deserto che occhieggiano dalla riva occidentale. Le feluche, con le loro tipiche vele a triangolo rovesciato, scivolano silenziose su e giù, mentre i procacciatori di clienti offrono escursioni di un paio d'ore per godere il tramonto sull'acqua. Il lungofiume, il cosiddetto "corniche", è molto pulito, persino bello, ed incredibilmente anche il suk che s'allunga parallelamente sembra quasi tirato a lucido.

Ma è la solita illusione: basta andare due strade più in là, ed ecco ritornare polvere, macerie, case cominciate e mai finite, spazzatura sparsa ché tanto col caldo che fa non marcisce facilmente. E polizia, ovunque, perché con quello che sta succedendo in Cairo e Suez e Alessandria le autorità preferiscono andare sul sicuro e tenere pronti per ogni evenienza i camion blu Iveco con le forze dell'ordine a bordo (che poi non succeda niente è quasi certo, sia perché da queste parti l'istinto rivoluzionario è enormenente oscurato da quello affaristico/turistico, sia perché la culla di una vera rivoluzione dovrebbero appunto essere le città intellettuali del nord).

Shaher, il couchsurfer che mi ha ospitato - assieme ad altre 4 persone contemporaneamente - di lavoro fa, come molti da queste parti, la guida turistica, sia per un'agenzia sia in proprio. E mi racconta che qui si guadagna bene, da queste parti, se si è ben organizzati: a quanto pare le agenzie turistiche hanno il monopolio delle escursioni, e chi arriva qui in battello non può assolutamente permettersi di cercare una guida diversa da quella già assegnatagli, per un prezzo inferiore a quello richiestogli (anche se tali guide e tali prezzi esistono). Noi siamo fortunati, Shaher ci da tutte le dritte migliori, ci organizza un giro completo delle bellezze locali che comprende il tempio rinato di Abu Simbel e quello di Filae, oltre ad uno sguardo alla grande diga di Assuan ed all'unico obelisco incompleto perché tratturatosi mentre terminavano di scalzarlo dal suo letto di granito. Certo, la levataccia alle 2 e mezzo del mattino non fa molto bene al fisico, ma purtroppo i microbus si muovono tutti in un convoglio accompagnato dalle forze dell'ordine e gli orari sono fissati, organizzati, inquadrati per portare le folle a vedere i due grandiosi templi costruiti dal sempre modesto Ramesse II per sé e la bella moglie Nefertari, e che solo lo sforzo combinato di vari paesi appartenenti all'UNESCO salvò nella seconda metà del secolo scorso da morte per annagamento a causa dell'innalzamento del livello delle acque nel nuovo lago Nasser,creatosi con la costruzione della grande diga.

Anche Filae fu salvato dalla stessa sorte, e spostato di peso su un'altra isola, che venne persino ridisegnata per assomigliare quanto più possibile a quella originale. L'effetto finale è stupendo, e il fatto di arrivare finalmente per mezzo di un'imbarcazione e non attraversando strisce sabbiose dona al luogo qualcosa di speciale, che probabilmente anche l'imperatore Augusto vi trovò tanto da farvi costruire un piccolo tempietto.

Sull'isola Elefantina, così chiamata per le rocce che paiono pachidermi che fanno il bagno, vive una piccola rappresentanza dell'etnia nubiana, che in questa zona si è sempre mischiata con quella egiziana. Più scuri di pelle, più africani, fino a qualche tempo fa erano anche meno presi dal furore commerciale che caratterizza i loro connazionali; ora, anche i bambini che incontro per le labirintiche strade dei due villaggi fatti di case costruite con mattoni di fango essiccato giocano sì un pò con i gessi a disegnare, ma poi ti chiedono una moneta... Non ci sono più i nubiani di una volta, almeno non quelli che vengono descritti molto accuratamente nel bel museo dedicato alla loro cultura...

Niente acquisti nel suk anche questa volta. In compenso, degli ottimi piatti di koshari, e ogni volta aggiungo un pò più di salsa piccante, con le mie papille ed il mio stomaco che si abituano con i loro ritmi - che io non ho alcuna intenzione di sconvolgere, ci mancherebbe pure... Abbiamo fatto un patto: io non do noia a loro, e loro non ne danno a me... Pare funzionare, al momento.

Il sole scalda bene durante il giorno, la sera invece è freschina. I due svedesi che Shaher sta ospitando assieme a me, ad un tedesco e ad un'americana, raccolgono legna ed accendono un fuoco all'aperto, ogni sera. Io preferisco il calore del sacco a pelo, specie se continuo a fare queste levatacce... Ma non c'è altro metodo per non perdersi le bellezze della zona, come diceva il bianconiglio "non c'è tempo, non c'è abbastanza tempo..." 


Commenti

Il giorno 29/01/2011, Tiziana ha scritto...
Bellissimo il tempio di Abu Simbel, spero meritasse ancora come ti avevo raccontato, ma ancor di più bello è sapere che sei al sud, in luoghi spero non pericolosi.
Il giorno 03/02/2011, Valentina ha scritto...
Di tutto quanto visto l'emozione più grande fu il deserto e la placida riva del Nilo...
Stammi bene

Lascia un tuo commento

Campi
Bottoni

Informazioni

inserito il 26/01/2011
visualizzato: 1490 volte
commentato: 2 volte
totale racconti: 554
totale visualizzazioni: 911895

Cerca nel diario

Cerca tra i racconti di viaggio pubblicati nel diario di bordo:

Ultime destinazioni

Racconti più recenti

Racconti più letti

Racconti più commentati

Ultimi commenti

Tag del diario di bordo

Aguas Calientes Amalfi Amazzonia Ambato Andahuaylillas Angra dos Reis Arequipa Assisi Asunción Baia Mare Balau Lac Bassin Bleu Bassin Zim Bellagio Bishkek Bocas del Toro Bogotà Bologna Bonito Boquete Buenos Aires Buzios Bwindi Cajamarca Camaguey Campeche Campulung Cancun Cannes canyon del Colca Cap-Haïtien Cartagena Cayo Las Brujas Cernobbio Chaa Creek Chapada Diamantina Chiapa de Corzo Chiavari Chichen Itzà Chichicastenango Chiloe Chivay Cienfuegos Città del Guatemala Città del Messico Cluj Napoca Copacabana Copán Copán Ruinas Costa Azzurra Costiera Amalfitana Cuenca Curitiba Cusco Dubai Dukla Dunhuang Dushanbe El Calafate El Chaltén El Tajin Entebbe ExPlus Fan Mountains fiume Pacuare fiume Tambopata Florianopolis Foz do Iguaçu GCC Granada Grand Circle Guayaquil Huamachuco Humenne Igoumenitsa Iguaçu Iguazu Ilha Grande Ingapirca Interlaken Isla Colon Isla del Sol Isla Mujeres Istanbul Jacmel Jaiyuguan JLA Joya de Ceren Kampala Kashgar Khodjent Kibale Koch Kor Kokand Kumkoy La Antigua Guatemala La Havana La Paz lago di Como lago Maggiore lago Nicaragua lago Song-Kol lago Titicaca lago Yojoa lake Mburo Leon Lima Livingston Livorno Londra Lublin Lucca Macerata Machu Picchu Madaba Madrid Managua Manaus Mar Nero Margilon Mérida Mesilla Momostenango Monaco Monte Alban Murchison Falls Mutianyu Nice Nyjrbator Oaxaca Ometepe Omoa Osh Otavalo Pacaya Palenque Panajachel Panamà Papantla Paratì Patagonia Pechino Pelourinho Península Valdés Petra Pisac Port Au Prince Portoferraio Potosì Poza Rica Pucon Puebla Puerto Madryn Puerto Maldonado Puerto Natales Puerto Piramides Puerto Varas Puno Punta Arenas Quetzaltenango Quito Rang Raqchi Ravello Recanati Rio de Janeiro Rio Dulce Riobamba Roma Ruse salar Salvador da Bahia Samarcanda San Agustin San Blas San Cristobal de las Casas San Francisco El Alto San Ignacio San José San Juan San Marcos La Laguna San Pedro San Pedro de Atacama San Pedro La Laguna Santa Barbara Santa Caterina Santa Clara Santa Elena de Monteverde Santa Margherita Ligure Santiago Santiago Atitlan Santiaguito Sarospatak Sary Tash Seno Otway Shobak Sighisoara Sillustani Siloli Sololà Sorrento Stresa Sucre Sud America Sumidero Tambo Machay Targu Mures Tash Rabat Taulabé Tegucigalpa Tiahuanaco Tierra del Fuego Tikal torre di Burana Torres del Paine Transfagarasan Trinidad Trujillo Tucan Travel Turpan Urbino Urumqi Ushuaia Uxmal Uyuni Vaduz Vagabondo Valdivia Valle de Elqui Valle di Fergana Valparaiso Veliko Tarnovo Venezia Viejo Palmar Vila do Abraão Viña del Mar Viñales Vize Wild Frontiers Xian Yambol Zamosc Ziwa Rhino Sanctuary