Sei qui: i miei viaggi » Summer States 2019 » Stati Uniti d’America » Chi l'ha (il) visto?

Chi l'ha (il) visto?

immagine

Questa cosa del visto per gli Stati Uniti d'America, patria (anzi: Patria) della Libertà, aveva un po' rotto i cosiddetti: essendo io stato in Siria dopo il primo di marzo 2011 (per mia fortuna, dato che quella Siria non esiste proprio più ora), e poi in Iran per lavoro, non potevo richiedere il visto online, il cosiddetto ESTA, e ho dovuto fare la trafila lunga, ovvero: prenotare via internet un appuntamento presso il Consolato statunitense di Milano - dopo aver pagato una somma 10 volte superiore a quella dei miei amici Valentina ed Andrea; ottenere delle fototessera recenti in formato differente da tutti quelli usati per ogni altro documento al mondo; recarmi al suddetto consolato con passaporto e moduli vari e le dette foto, entrarvi passando per i controlli di alcuni poliziotti italiani nevrastenici e sottopormi ad una sfilza di domande poco logiche (bastava leggere le risposte che avevo dato nei moduli di richiesta, dove tra l'altro ti domandano se hai mai fatto commercio di organi, trasporto di materiale fissile e/o partecipato a genocidi vari); recuperare il passaporto vistato dopo alcuni giorni, in località non comoda a me che abito nella provincia vicentina (per fortuna, passavo da Roma per un tour, quindi me lo sono fatto recapitare colà).

Mi aspettavo quindi almeno una di quelle situazioni doganali, raccontate da molti, in cui la guardia - alzatasi al mattino col piede sbagliato - comincia a frapporre infiniti ostacoli tra te e l'entrata sul suolo statunitense (e sì, continuerò a chiamarlo così, per rispetto a tutti gli altri abitanti del continente), tipo che ti sei rasato e non ti si riconosce nella foto, o che hai una maglietta che non gli piace, o qualcosa di altrettanto logico e fondato.

E invece no: un sorridente impiegato doganale mi ha chiesto se era la prima volta che visitavo gli USA, e dove sarei andato; poi, "welcome into the United States, and enjoy your stay!".

Ora rimane solo da spiegare perché noi dobbiamo pagare e fare la trafila per il visto, mentre loro quando vengono in Italia non devono fare niente. Molti paesi applicano quel che si chiama "regime di reciprocità", ovvero gli stranieri devono fare esattamente le stesse cose (e pagare le stesse somme) dei loro cittadini quando si recano all'estero. Noi no. E chi s'è visto, s'è visto.


Lascia un tuo commento

Campi
Bottoni

Informazioni

inserito il 25/07/2019
visualizzato: 246 volte
commentato: 0 volte
totale racconti: 562
totale visualizzazioni: 1025312

Cerca nel diario

Cerca tra i racconti di viaggio pubblicati nel diario di bordo:

Ultime destinazioni

Racconti più recenti

Racconti più letti

Racconti più commentati

Ultimi commenti

Tag del diario di bordo

Aguas Calientes Ajanta Amalfi Amazzonia Ambato Andahuaylillas Angra dos Reis Arequipa Assisi Asunción Aurangabad Baia Mare Balau Lac Bassin Bleu Bassin Zim Bellagio Bishkek Bocas del Toro Bogotà Bologna Bonito Boquete Buenos Aires Buzios Bwindi Cajamarca California Camaguey Campeche Campulung Cancun Cannes canyon del Colca Cap-Haïtien Cartagena Cayo Las Brujas Cernobbio Chaa Creek Chapada Diamantina Chiapa de Corzo Chiavari Chichen Itzà Chichicastenango Chiloe Chivay Cienfuegos Città del Guatemala Città del Messico Cluj Napoca Copacabana Copán Copán Ruinas Costa Azzurra Costiera Amalfitana Cuenca Curitiba Cusco Dubai Dukla Dunhuang Dushanbe El Calafate El Chaltén El Tajin Ellora Entebbe ExPlus Fan Mountains fiume Pacuare fiume Tambopata Florianopolis Foz do Iguaçu GCC Gilroy Goa Granada Grand Circle Guayaquil Hampi Huamachuco Humenne Igoumenitsa Iguaçu Iguazu Ilha Grande India Ingapirca Interlaken Isla Colon Isla del Sol Isla Mujeres Istanbul Jacmel Jaiyuguan JLA Joya de Ceren Kampala Kashgar Khodjent Kibale Koch Kor Kokand Kumkoy La Antigua Guatemala La Havana La Paz lago di Como lago Maggiore lago Nicaragua lago Song-Kol lago Titicaca lago Yojoa lake Mburo Leon Lima Livingston Livorno Londra Lublin Lucca Macerata Machu Picchu Madaba Madrid Madurai Majorda Managua Manaus Mar Nero Margilon Mérida Mesilla Milano Momostenango Monaco Monte Alban Mumbai Murchison Falls Mutianyu Mysore Nashik Road Nice Nyjrbator Oaxaca Old Goa Ometepe Omoa Osh Otavalo Pacaya Palenque Panajachel Panamà Papantla Paratì Patagonia Pechino Pelourinho Península Valdés Petra Pisac Port Au Prince Portoferraio Potosì Poza Rica Pucon Puebla Puerto Madryn Puerto Maldonado Puerto Natales Puerto Piramides Puerto Varas Puno Punta Arenas Quetzaltenango Quito Rang Raqchi Ravello Recanati Reedley Rio de Janeiro Rio Dulce Riobamba Roma Ruse salar Salvador da Bahia Samarcanda San Agustin San Blas San Cristobal de las Casas San Francisco San Francisco El Alto San Ignacio San José San Juan San Marcos La Laguna San Pedro San Pedro de Atacama San Pedro La Laguna Santa Barbara Santa Caterina Santa Clara Santa Elena de Monteverde Santa Margherita Ligure Santiago Santiago Atitlan Santiaguito Sarospatak Sary Tash Seno Otway Sequoia National Park Shobak Sighisoara Sillustani Siloli Sololà Sorrento Stresa Sucre Sud America Sumidero Tambo Machay Targu Mures Tash Rabat Taulabé Tegucigalpa Tiahuanaco Tierra del Fuego Tikal torre di Burana Torres del Paine Transfagarasan Trinidad Trujillo Tucan Travel Turpan Urbino Urumqi USA Ushuaia Uxmal Uyuni Vaduz Vagabondo Valdivia Valle de Elqui Valle di Fergana Valparaiso Veliko Tarnovo Venezia Viejo Palmar Vila do Abraão Viña del Mar Viñales Vize Wild Frontiers Xian Yambol Zamosc Ziwa Rhino Sanctuary