Sei qui: i miei viaggi » OltreIlGiardino: un giro del mondo in 800 giorni » Perù » C'é una nuova luce alla fine del sentiero

C'é una nuova luce alla fine del sentiero

immagineMolto spesso si parla di luoghi che non esistono, come Avalon ed Atlantide. A volte, peró, capita si cerchi di non parlare di luoghi che esistono, nella falsa illusione che il silenzio li faccia dimenticare.
É, questa, la sorte di Ayacucho.

Da quando, negli anni 80, un professore di filosofia instilló in molti giovani locali l'idea che attraverso la lotta armata si sarebbe potuto (e dovuto) combattere le ingiustizie sociali, la regione peruviana che sta tra Cusco e Lima , tra la costa e la selva, è stata il teatro della piì tragica guerra civile che l'America del Sud abbia conosciuto. Sendero Luminoso, questo il nome della formazione maoista ribelle, ha iniziato aiutando le popolazioni locali, spesso derubando carichi di merci per distribuirli in una sorta di Robinhoodato latino; ma si è presto trasformata nella loro nemesi, attaccando le comunità e uccidendo a sangue freddo tutti coloro che tentavano (o avrebbero potuto tentare) di opporsi. Lo Stato reagì duramente, anche se all'inizio molto disorganizzatamente: rappresaglie, eliminazione di sospetti, interrogatori indistinguibili dalle torture... una lotta che in pochi anni ha portato via le vite di (pare) 60000 persone, distribuendo le colpe quasi a metà tra le due parti... soprattutto, una guerra che ha distrutto vite, ha tolto speranze, ha in molti casi reso inutili i sogni di molti. Il resto del Perù, quasi per paura di voler affrontare le proprie paure, se non per una forma di razzismo strisciante che permane in questa società multietnica, ha voltato la faccia dall'altra parte, e stenta ancora a crederci.

Una situazione identica a quella vissuta dalla Cambogia, anche se in dimensioni ridotte e, per fortuna, senza l'incubo delle mine antiuomo disseminate ovunque.

Una situazione a cui, alcuni, dopo aver resistito cercano di porre rimedio. Come Fausto, tessitore di 30 anni che nel giro di due giorni è diventato mio amico, accogliendomi prima in casa sua e poi nella sua cerchia di amici artigiani. Fausto, orfano di padre, ha appreso fin da piccolo l'arte della preparazione di tappeti, un'arte che nella zona è un vanto per raffinatezza di tecnica e professionalità; ora ha un laboratorio con molti telai, dove compone opere su commissione o di sua ispirazione (in queste ultime, cerca di raccontare le storie del passato e del presente), e dove soprattutto offre la possibilità a qualsiasi giovane voglia imparare di farlo, di fare pratica, di cominciare a guadagnarsi un soldo onesto.

Silvestre, suo amico e collega, costruisce "Retablos", casse di legno con all'interno moltitudini di statuine per rappresentare eventi religiosi o di altra natura. Il suo capolavoro, fin'ora, è una costruzione a più piani, che rappresenta il "dolore della madre andina", causato dalle continue lotte di fratello contro fratello. Lui si è salvato in quegli anni perché aveva un lavoro, perché non si è fatto irretire da false promesse, perché si è dato da fare per far avverare il suo sogno. E perché, mi dice, ha avuto fortuna. Ora, con Fausto e gli altri, vuole offrire un'opportunità a chi fortuna ne ha avuta di meno, o non ne ha avuta affatto: stanno cercando di riunirsi in una associazione, per poter proteggere il loro lavoro e per creare qualcosa che serva anche alla comunità.

Una luce, stanno accendendo. Piccola quanto si voglia, ma una luce di speranza, dopo quella che ha portato molto dolore. A loro, a questi amici che il caso mi ha fatto incontrare, auguro molta fortuna; per loro, per i loro figli (il figlio maggiore di Fausto e Mercedes si chiama "Diosdado", ovvero "Donato da Dio") e per la loro piccola grande comunità. E, forse, anche per quel Perù che volta la testa dall'altra parte.

Lascia un tuo commento

Campi
Bottoni

Informazioni

inserito il 07/07/2005
visualizzato: 1867 volte
commentato: 0 volte
totale racconti: 554
totale visualizzazioni: 948637

Cerca nel diario

Cerca tra i racconti di viaggio pubblicati nel diario di bordo:

Ultime destinazioni

Racconti più recenti

Racconti più letti

Racconti più commentati

Ultimi commenti

Tag del diario di bordo

Aguas Calientes Amalfi Amazzonia Ambato Andahuaylillas Angra dos Reis Arequipa Assisi Asunción Baia Mare Balau Lac Bassin Bleu Bassin Zim Bellagio Bishkek Bocas del Toro Bogotà Bologna Bonito Boquete Buenos Aires Buzios Bwindi Cajamarca Camaguey Campeche Campulung Cancun Cannes canyon del Colca Cap-Haïtien Cartagena Cayo Las Brujas Cernobbio Chaa Creek Chapada Diamantina Chiapa de Corzo Chiavari Chichen Itzà Chichicastenango Chiloe Chivay Cienfuegos Città del Guatemala Città del Messico Cluj Napoca Copacabana Copán Copán Ruinas Costa Azzurra Costiera Amalfitana Cuenca Curitiba Cusco Dubai Dukla Dunhuang Dushanbe El Calafate El Chaltén El Tajin Entebbe ExPlus Fan Mountains fiume Pacuare fiume Tambopata Florianopolis Foz do Iguaçu GCC Granada Grand Circle Guayaquil Huamachuco Humenne Igoumenitsa Iguaçu Iguazu Ilha Grande Ingapirca Interlaken Isla Colon Isla del Sol Isla Mujeres Istanbul Jacmel Jaiyuguan JLA Joya de Ceren Kampala Kashgar Khodjent Kibale Koch Kor Kokand Kumkoy La Antigua Guatemala La Havana La Paz lago di Como lago Maggiore lago Nicaragua lago Song-Kol lago Titicaca lago Yojoa lake Mburo Leon Lima Livingston Livorno Londra Lublin Lucca Macerata Machu Picchu Madaba Madrid Managua Manaus Mar Nero Margilon Mérida Mesilla Momostenango Monaco Monte Alban Murchison Falls Mutianyu Nice Nyjrbator Oaxaca Ometepe Omoa Osh Otavalo Pacaya Palenque Panajachel Panamà Papantla Paratì Patagonia Pechino Pelourinho Península Valdés Petra Pisac Port Au Prince Portoferraio Potosì Poza Rica Pucon Puebla Puerto Madryn Puerto Maldonado Puerto Natales Puerto Piramides Puerto Varas Puno Punta Arenas Quetzaltenango Quito Rang Raqchi Ravello Recanati Rio de Janeiro Rio Dulce Riobamba Roma Ruse salar Salvador da Bahia Samarcanda San Agustin San Blas San Cristobal de las Casas San Francisco El Alto San Ignacio San José San Juan San Marcos La Laguna San Pedro San Pedro de Atacama San Pedro La Laguna Santa Barbara Santa Caterina Santa Clara Santa Elena de Monteverde Santa Margherita Ligure Santiago Santiago Atitlan Santiaguito Sarospatak Sary Tash Seno Otway Shobak Sighisoara Sillustani Siloli Sololà Sorrento Stresa Sucre Sud America Sumidero Tambo Machay Targu Mures Tash Rabat Taulabé Tegucigalpa Tiahuanaco Tierra del Fuego Tikal torre di Burana Torres del Paine Transfagarasan Trinidad Trujillo Tucan Travel Turpan Urbino Urumqi Ushuaia Uxmal Uyuni Vaduz Vagabondo Valdivia Valle de Elqui Valle di Fergana Valparaiso Veliko Tarnovo Venezia Viejo Palmar Vila do Abraão Viña del Mar Viñales Vize Wild Frontiers Xian Yambol Zamosc Ziwa Rhino Sanctuary