Sei qui: i miei viaggi » OltreIlGiardino: un giro del mondo in 800 giorni » Brasile » Pasqua a Betlemme? Ma nemmeno se mi inchiodano...

Pasqua a Betlemme? Ma nemmeno se mi inchiodano...

immagineArrivato a Belem, insieme con un tipo di Aruba - tale Gerard - vado alla veloce scoperta della cittadina, punto di ingresso alla regione Amazzonica. Trattasi di "veloce" scoperta in quanto il Gerard ha intenzione di partire il giorno dopo per la Guyana francese, e vuole vedere tutti i monumenti in due ore prima che faccia notte e sia impossibile fotografarli... bah, contento lui... con mappa e gentili informazioni offerte dalle ragazze dell'ufficio turistico, e dopo aver comprato il biglietto dell'aereo e lasciati i bagagli in un hotel a due passi dalla stazione dei bus, ci lanciamo nella corsa...

In realtà, le cose sono rese più semplici dal fatto che il forte sia aperto e gratis e molto piccolo, la cattedrale sia chiusa per restauri, il Teatro da Paz sia già chiuso ai visitatori, e che nel mercato Ver-O-Peso nessuno di noi due si azzardi ad entrare con più di un centesimo addosso, dopo aver sentito storie terrorizzanti su assalti all'arma bianca (e anche non) che vi accadono spesso.

Per riprenderci, anche delle 19 non previste ore di viaggio da Sao Luis (ovviamente, qui scopriamo che altre due compagnie sarebbero state più rapide e comode, e persino più economiche...), ci fiondiamo in un "rodizio" di cibi e pizze, e se il proprietario non viene ad implorarci di andarcene è probabilmente perché puzziamo troppo (e chi ce l'ha avuto il tempo di farsi una doccia?); ergo, mangiamo a dismisura e poi rotoliamo verso l'hotel.

Il giorno dopo, partito Gerard, io scopro che il venerdì di Pasqua in queste regioni tutto o quasi chiude, e quindi che non ci saranno nè voli a Cayenne nè barche per attraversare il fiume... devo perciò modificare il mio progetto, prendere un volo economico (40 euri) fino a Macapà e poi da là proseguire in bus... giro per la città, visito i consolati venezuelano e guianese per chiedere informazioni su strade e formalità di ingresso, faccio aggiustare i sandali e l'ombrello, trovo un cybercafè economico per svuotare la macchina fotografica, e con molta insistenza e gentilezza riesco persino ad ottenere in anticipo un biglietto per il concerto gratuito del giovedì sera a teatro... un giovedì pieno: esplorazione del lungomare e lungofiume, visita al museo del cirio che non parla di pelati ma della processione che ogni 2 di Ottobre si tiene qui quando due milioni di persone portano in giro una madonnina per le strade e i vicoli e i rii, visita alla chiesa di Nossa Senhora de Nazarè dove la suddetta madonnina riposa per il resto dell'anno, e poi esplorazione dei sentieri dello stupendo parco del Museo Emilio Goeldi, dove rivedo il mio amato lamantino (e stavolta lo filmo pure) e le enormi foglie della Victoria Regia e tanti serpenti e un colibrî e alcuni roditori opportunisti che rubano le banane alle scimmie...

La sera, come detto, vado a teatro, simile ma non uguale a quello di Manaus, dove ascolto un concerto con opere di Mozart e Beethoven, e poi diretto in aeroporto per il mio volo notturno.

In Macapà arrivo alle 3, e dormo in aeroporto aspettando che l'alba rischiari il cammino e faccia arrivare i primi moto-taxi (autobus? ma dove credete di essere?). Prima tappa, la stazione dei bus, dove acquisto uno degli ultimi posti a sedere per la frontiera. Poi, raggiungo il centro, dove tutto (TUTTO!) è chiuso: è chiuso il forte, è chiuso il museo, è chiuso ogni singolo negozio, tranne una panetteria dove mi rifocillo abbondantemente. Non mi resta che vagare: vagare sui pontili del lungomare, limaccioso per la bassa marea che è manna per gli aironi e gli altri uccelli acquatici, e vagara fino al monumento Marco Zero, che indica il passaggio della linea eautoriale per questo posto sperduto e dove esiste uno stadio che da tale linea è diviso in due (ovvero, nel primo tempo puoi giocare nell'emisfero nord e nel secondo in quello sud...); pare che ad ogni equinozio vi facciano processioni, magari vale la pena di tornare un'altra volta...

Bus notturno, strada sconnesso, sosta inattesa per aiutare altro mezzo in avaria, timore di essere assaltati ma pare sia più facile che assaltino i bus che arrivano dalla Guyana (la gente ha più soldi, in quelli), sedili scomodi e aria condizionata a palla... e arrivo alle 10 a Oyapoque, estremo limite del Brasile. Cambio un pò di denaro in euri (temendo la fregatura, li faccio ricontrollare da due negozianti, e li scambio appena posso), timbro il passaporto e poi prendo il barchino motorizzato che velocemente mi porta per dieci minuti lungo il fiume fino al territorio francese dall'altra parte...

Commenti

Il giorno 17/04/2006, Luigia Oberrauch Madella ha scritto...
Un bel racconto delle tue fatiche!
Il giorno 17/04/2006, Silvia ha scritto...
Splendido il tuo diario di viaggio..e che viaggio! GRAZIE alle persone come te e il mio ragazzo che siete come finestre spalancate sul mondo! è bello sapere che un grande come te ha le sue origini nella vicina Vicenza. Complimenti per il tuo modo di raccontare le tue esperienze, per il modo che hai di raccontarti..! Sei troppo forte...vorrà dire che per ringraziarti dei tuoi scritti ad ottobre, quando sarò pure io all'Intiwarayassi..ti saluterò i tuoi amici animali! Buon proseguimento!
Il giorno 17/04/2006, Massimo ha scritto...
hai fegato vecchio....ti invidio.
Max

Lascia un tuo commento

Campi
Bottoni

Informazioni

inserito il 15/04/2006
visualizzato: 2132 volte
commentato: 3 volte
totale racconti: 554
totale visualizzazioni: 904622

Cerca nel diario

Cerca tra i racconti di viaggio pubblicati nel diario di bordo:

Ultime destinazioni

Racconti più recenti

Racconti più letti

Racconti più commentati

Ultimi commenti

Tag del diario di bordo

Aguas Calientes Amalfi Amazzonia Ambato Andahuaylillas Angra dos Reis Arequipa Assisi Asunción Baia Mare Balau Lac Bassin Bleu Bassin Zim Bellagio Bishkek Bocas del Toro Bogotà Bologna Bonito Boquete Buenos Aires Buzios Bwindi Cajamarca Camaguey Campeche Campulung Cancun Cannes canyon del Colca Cap-Haïtien Cartagena Cayo Las Brujas Cernobbio Chaa Creek Chapada Diamantina Chiapa de Corzo Chiavari Chichen Itzà Chichicastenango Chiloe Chivay Cienfuegos Città del Guatemala Città del Messico Cluj Napoca Copacabana Copán Copán Ruinas Costa Azzurra Costiera Amalfitana Cuenca Curitiba Cusco Dubai Dukla Dunhuang Dushanbe El Calafate El Chaltén El Tajin Entebbe ExPlus Fan Mountains fiume Pacuare fiume Tambopata Florianopolis Foz do Iguaçu GCC Granada Grand Circle Guayaquil Huamachuco Humenne Igoumenitsa Iguaçu Iguazu Ilha Grande Ingapirca Interlaken Isla Colon Isla del Sol Isla Mujeres Istanbul Jacmel Jaiyuguan JLA Joya de Ceren Kampala Kashgar Khodjent Kibale Koch Kor Kokand Kumkoy La Antigua Guatemala La Havana La Paz lago di Como lago Maggiore lago Nicaragua lago Song-Kol lago Titicaca lago Yojoa lake Mburo Leon Lima Livingston Livorno Londra Lublin Lucca Macerata Machu Picchu Madaba Madrid Managua Manaus Mar Nero Margilon Mérida Mesilla Momostenango Monaco Monte Alban Murchison Falls Mutianyu Nice Nyjrbator Oaxaca Ometepe Omoa Osh Otavalo Pacaya Palenque Panajachel Panamà Papantla Paratì Patagonia Pechino Pelourinho Península Valdés Petra Pisac Port Au Prince Portoferraio Potosì Poza Rica Pucon Puebla Puerto Madryn Puerto Maldonado Puerto Natales Puerto Piramides Puerto Varas Puno Punta Arenas Quetzaltenango Quito Rang Raqchi Ravello Recanati Rio de Janeiro Rio Dulce Riobamba Roma Ruse salar Salvador da Bahia Samarcanda San Agustin San Blas San Cristobal de las Casas San Francisco El Alto San Ignacio San José San Juan San Marcos La Laguna San Pedro San Pedro de Atacama San Pedro La Laguna Santa Barbara Santa Caterina Santa Clara Santa Elena de Monteverde Santa Margherita Ligure Santiago Santiago Atitlan Santiaguito Sarospatak Sary Tash Seno Otway Shobak Sighisoara Sillustani Siloli Sololà Sorrento Stresa Sucre Sud America Sumidero Tambo Machay Targu Mures Tash Rabat Taulabé Tegucigalpa Tiahuanaco Tierra del Fuego Tikal torre di Burana Torres del Paine Transfagarasan Trinidad Trujillo Tucan Travel Turpan Urbino Urumqi Ushuaia Uxmal Uyuni Vaduz Vagabondo Valdivia Valle de Elqui Valle di Fergana Valparaiso Veliko Tarnovo Venezia Viejo Palmar Vila do Abraão Viña del Mar Viñales Vize Wild Frontiers Xian Yambol Zamosc Ziwa Rhino Sanctuary