San Ignacio con la mini

immagineI missionari gesuiti arrivati in questo continente per evangelizzare le popolazioni indigene si organizzarono, come spesso accadde nella loro storia, per benino: costruirono solidi rapporti con le tribù, e con esse costruirono solidi villaggi (detti "reduciones") nella zona che sta a cavallo della triplice frontiera Brasile-Argentina-Paraguay. Non fecero però i conti con i cacciatori di schiavi ("bandeirantes", o "mamelucos"), che cercarono in tutti i modi di impadronirsi di quello che consideravano il loro tesoro personale... spostarono di sede alcune volte le loro cittadelle, fino ad arrivare alle località da cui solo gli intrighi politici tra le corone di Spagna e Portogallo riuscirono a farli allontanare, nel secolo XIX; la loro partenza significò la morte delle loro reduciones, poiché gli indios o furono catturati o decisero che era più salutare per loro ritornare alla selva; e il colpo di grazia lo dierono le varie battaglie delle guerre fronterizie, lasciando solo alcuni rimasugli che ora si tenta di restaurare, spesso grazie alla cooperazione europea.

San Ignacio Minì è forse la più bella di queste missioni che rimane in territorio argentino, ed è sicuramente la meglio organizzata: un centro interpretativo e guide molto informate illustrano la vita di queste comunità, con la loro grande piazza ai lati della quale si trovavano la chiesa, le case dei padri gesuiti e dei capi del villaggio, e poi a seguire le "viviendas" degli altri abitanti, i magazzini, i laboratori, etc. etc. Ho trovato molte similitudini tra questa struttura e quelle dell'imperio Inca, non solo nella rigida e funzionale organizzazione: in entrambi i casi, per esempio, tutti concorrono col loro lavoro comunitario ad aiutare le persone meno fortunate, o le donne non sposate, o gli orfani e gli anziani.

È attraente, San Ignacio; e decidiamo di fermarci per la notte, scoprendo per puro colpo di fortuna un alloggiamento molto economico seppure di buona qualità, ed un ristorante dove finalmente Lea mi convince a prendere una pizza e ci abbuffiamo letteralmente.

Posadas, che raggiungiamo il giorno seguente, non ci dice niente: pare sia una città di commercianti, non fatta per i turisti, e siamo felici quando la lasciamo il mattino seguente per addentrarci in Paraguay.

Lascia un tuo commento

Campi
Bottoni

Informazioni

inserito il 06/01/2006
visualizzato: 2240 volte
commentato: 0 volte
totale racconti: 554
totale visualizzazioni: 933466

Cerca nel diario

Cerca tra i racconti di viaggio pubblicati nel diario di bordo:

Ultime destinazioni

Racconti più recenti

Racconti più letti

Racconti più commentati

Ultimi commenti

Tag del diario di bordo

Aguas Calientes Amalfi Amazzonia Ambato Andahuaylillas Angra dos Reis Arequipa Assisi Asunción Baia Mare Balau Lac Bassin Bleu Bassin Zim Bellagio Bishkek Bocas del Toro Bogotà Bologna Bonito Boquete Buenos Aires Buzios Bwindi Cajamarca Camaguey Campeche Campulung Cancun Cannes canyon del Colca Cap-Haïtien Cartagena Cayo Las Brujas Cernobbio Chaa Creek Chapada Diamantina Chiapa de Corzo Chiavari Chichen Itzà Chichicastenango Chiloe Chivay Cienfuegos Città del Guatemala Città del Messico Cluj Napoca Copacabana Copán Copán Ruinas Costa Azzurra Costiera Amalfitana Cuenca Curitiba Cusco Dubai Dukla Dunhuang Dushanbe El Calafate El Chaltén El Tajin Entebbe ExPlus Fan Mountains fiume Pacuare fiume Tambopata Florianopolis Foz do Iguaçu GCC Granada Grand Circle Guayaquil Huamachuco Humenne Igoumenitsa Iguaçu Iguazu Ilha Grande Ingapirca Interlaken Isla Colon Isla del Sol Isla Mujeres Istanbul Jacmel Jaiyuguan JLA Joya de Ceren Kampala Kashgar Khodjent Kibale Koch Kor Kokand Kumkoy La Antigua Guatemala La Havana La Paz lago di Como lago Maggiore lago Nicaragua lago Song-Kol lago Titicaca lago Yojoa lake Mburo Leon Lima Livingston Livorno Londra Lublin Lucca Macerata Machu Picchu Madaba Madrid Managua Manaus Mar Nero Margilon Mérida Mesilla Momostenango Monaco Monte Alban Murchison Falls Mutianyu Nice Nyjrbator Oaxaca Ometepe Omoa Osh Otavalo Pacaya Palenque Panajachel Panamà Papantla Paratì Patagonia Pechino Pelourinho Península Valdés Petra Pisac Port Au Prince Portoferraio Potosì Poza Rica Pucon Puebla Puerto Madryn Puerto Maldonado Puerto Natales Puerto Piramides Puerto Varas Puno Punta Arenas Quetzaltenango Quito Rang Raqchi Ravello Recanati Rio de Janeiro Rio Dulce Riobamba Roma Ruse salar Salvador da Bahia Samarcanda San Agustin San Blas San Cristobal de las Casas San Francisco El Alto San Ignacio San José San Juan San Marcos La Laguna San Pedro San Pedro de Atacama San Pedro La Laguna Santa Barbara Santa Caterina Santa Clara Santa Elena de Monteverde Santa Margherita Ligure Santiago Santiago Atitlan Santiaguito Sarospatak Sary Tash Seno Otway Shobak Sighisoara Sillustani Siloli Sololà Sorrento Stresa Sucre Sud America Sumidero Tambo Machay Targu Mures Tash Rabat Taulabé Tegucigalpa Tiahuanaco Tierra del Fuego Tikal torre di Burana Torres del Paine Transfagarasan Trinidad Trujillo Tucan Travel Turpan Urbino Urumqi Ushuaia Uxmal Uyuni Vaduz Vagabondo Valdivia Valle de Elqui Valle di Fergana Valparaiso Veliko Tarnovo Venezia Viejo Palmar Vila do Abraão Viña del Mar Viñales Vize Wild Frontiers Xian Yambol Zamosc Ziwa Rhino Sanctuary