Sei qui: i miei viaggi » OltreIlGiardino: un giro del mondo in 800 giorni » Ecuador » Galapagos #1: Darwin e la coda della giraffa

Galapagos #1: Darwin e la coda della giraffa

immagine"La prima volta che Charles Darwin vide una giraffa, non si interessó tanto nel suo lungo collo, quanto nella sua coda: er per lui evidente trattarsi di uno strumento utile all'allontanamnto delle mosche..."

Con questa affermazione in testa, sono sbarcato nell'isola di San Cristobal, divenuta porto principale di ingresso per l'arcipelago delle Galapagos essendo chiusa per lavori l'isola /aeroporto di Baltra.

Andare oltre l'ovvio, oltre la ricerca della foto perfetta di una tartaruga o di un'iguana marina, era ora il mio obiettivo per questa parte di viaggio. Se possibile, senza spendere un patrimonio: queste isole sono come quei fiori tanto belli che, attirato un insetto, lo inghiottono e scilgono lentamente con i loro acidi... molti cercano di spennarti, tutti cercano di guadagnare qualcosa da te.

Trovato un alberghetto, incontro i primi esemplari di fauna a due passi dal Municipio: leoni marini comodamente spaparanzati sul bagnasciuga (di notte, offrono uno spettacolo incredibile: a due passi da un locale/discoteca, continua ad abbaiarsi e ringhiarsi l'un l'altro per il posto migliore sulla spiaggia, mentre molti starnutiscono per la sabbia che gli si infila nelle narici, e pochi poveri ritardatari annusano qui e là per trovare i parenti... sembra di essere in un sanatorio per anziani... umani!), iguanette che si confondono perfettamente con le rocce su cui stanno in attesa (di cosa, lo sanno solo loro), granchi rossi più delle guance di una donna presa in castagna, e alcune delle 13 varietà di fringuelli evolutisi differentemente in base all'isola, al cibo e ad altre condizioni "indipendenti dal loro volere".

Mi affido ai servizi di un centro di immersioni, per andare il giorno dopo a Leon Dormido, una coppia di pinnacoli nel mare antistante; e qi scatta il colpo di fortuna: incontro un tipo del Lichtenstein (no, non è questo il colpo di fortuna, anche se è il primo viaggiatore di quel Paese che incontro in 18 mesi), e Ricardo e Mercedes, due spagnoli purosangue di Barcelona con i quali, da quel momento e per i prossimi 6 giorni, faró trio fisso. Leon Dormido non è eccezionale, la visibilità sottomarina è bassa e non avvistiamo nessuno squalo testa-di-martello; in compenso, la seguente visita a Isla Lobos è quanto di più vicino ad un viaggio in Paradiso io abbia fatto negli ultimi mesi: con le nostre pinne e maschere, ci gettiamo in acqua in mezzo ad un gruppo di leoni di mare, molto giovani, e sguazziamo per un'ora tra di loro cercando di imitarne le evoluzioni sopra e sotto il pelo dell'acqua. F A N T A S T I C O !

L'isola non è facile da visitare, pare che se cerchi di uscire dal tracciato turistico i prezzi e le difficoltà aumentino in modo esponenziale... Noi, testardi, esploriamo e domandiamo, domandiamo ed esploriamo, finché non riusciamo a trovare assieme ad una coppia di ecuadoriani un taxi che ci porti a visitare l'entroterra: la laguna del Junco, la bella spiaggia (anche se fredda: la temperatura dell'acqua si aggira sui 17-20 gradi, cattive notizie per gli amanti del caldo!) del Chino, e il centro di allevamento delle tartarughe giganti, dove facciamo il nostro primo incontro (di tanti) con le icone viventi di queste isole... immaginatevi una di quelle tartarughe che avete in giardino, quelle che si possono comprare al mercato per qualche euro, e ingranditela... molto: le più grandi che abbiamo visto erano lunghe almeno almeno un metro e venti, e credetemi quando vi dico che non vorrei dovermi portare in giro sulle spalle tutto il giorno tutti i giorni quei guscioni!

Al nostro ritorno, andiamo a visitare la Loberia, una spiaggia alle spalle dell'aeroporto piena zeppa di iguane marine di maggiori dimensioni (una quarantina di centimetri, da testa a coda) e di altri leoni marini... e, qui, succede il fattaccio: un'onda anomala, arrivata quatta quatta alle mie spalle, infradicia me e la mia fedele macchina fotografica, che tento disperatamente di proteggere...

Lascia un tuo commento

Campi
Bottoni

Informazioni

inserito il 25/09/2005
visualizzato: 2333 volte
commentato: 0 volte
totale racconti: 554
totale visualizzazioni: 926279

Cerca nel diario

Cerca tra i racconti di viaggio pubblicati nel diario di bordo:

Ultime destinazioni

Racconti più recenti

Racconti più letti

Racconti più commentati

Ultimi commenti

Tag del diario di bordo

Aguas Calientes Amalfi Amazzonia Ambato Andahuaylillas Angra dos Reis Arequipa Assisi Asunción Baia Mare Balau Lac Bassin Bleu Bassin Zim Bellagio Bishkek Bocas del Toro Bogotà Bologna Bonito Boquete Buenos Aires Buzios Bwindi Cajamarca Camaguey Campeche Campulung Cancun Cannes canyon del Colca Cap-Haïtien Cartagena Cayo Las Brujas Cernobbio Chaa Creek Chapada Diamantina Chiapa de Corzo Chiavari Chichen Itzà Chichicastenango Chiloe Chivay Cienfuegos Città del Guatemala Città del Messico Cluj Napoca Copacabana Copán Copán Ruinas Costa Azzurra Costiera Amalfitana Cuenca Curitiba Cusco Dubai Dukla Dunhuang Dushanbe El Calafate El Chaltén El Tajin Entebbe ExPlus Fan Mountains fiume Pacuare fiume Tambopata Florianopolis Foz do Iguaçu GCC Granada Grand Circle Guayaquil Huamachuco Humenne Igoumenitsa Iguaçu Iguazu Ilha Grande Ingapirca Interlaken Isla Colon Isla del Sol Isla Mujeres Istanbul Jacmel Jaiyuguan JLA Joya de Ceren Kampala Kashgar Khodjent Kibale Koch Kor Kokand Kumkoy La Antigua Guatemala La Havana La Paz lago di Como lago Maggiore lago Nicaragua lago Song-Kol lago Titicaca lago Yojoa lake Mburo Leon Lima Livingston Livorno Londra Lublin Lucca Macerata Machu Picchu Madaba Madrid Managua Manaus Mar Nero Margilon Mérida Mesilla Momostenango Monaco Monte Alban Murchison Falls Mutianyu Nice Nyjrbator Oaxaca Ometepe Omoa Osh Otavalo Pacaya Palenque Panajachel Panamà Papantla Paratì Patagonia Pechino Pelourinho Península Valdés Petra Pisac Port Au Prince Portoferraio Potosì Poza Rica Pucon Puebla Puerto Madryn Puerto Maldonado Puerto Natales Puerto Piramides Puerto Varas Puno Punta Arenas Quetzaltenango Quito Rang Raqchi Ravello Recanati Rio de Janeiro Rio Dulce Riobamba Roma Ruse salar Salvador da Bahia Samarcanda San Agustin San Blas San Cristobal de las Casas San Francisco El Alto San Ignacio San José San Juan San Marcos La Laguna San Pedro San Pedro de Atacama San Pedro La Laguna Santa Barbara Santa Caterina Santa Clara Santa Elena de Monteverde Santa Margherita Ligure Santiago Santiago Atitlan Santiaguito Sarospatak Sary Tash Seno Otway Shobak Sighisoara Sillustani Siloli Sololà Sorrento Stresa Sucre Sud America Sumidero Tambo Machay Targu Mures Tash Rabat Taulabé Tegucigalpa Tiahuanaco Tierra del Fuego Tikal torre di Burana Torres del Paine Transfagarasan Trinidad Trujillo Tucan Travel Turpan Urbino Urumqi Ushuaia Uxmal Uyuni Vaduz Vagabondo Valdivia Valle de Elqui Valle di Fergana Valparaiso Veliko Tarnovo Venezia Viejo Palmar Vila do Abraão Viña del Mar Viñales Vize Wild Frontiers Xian Yambol Zamosc Ziwa Rhino Sanctuary